Salato: ricettine sfiziose e deliziose, Salato: riso e risotti

Polpette (fritte) di riso e lenticchie!

Giorni fa, come rimanenza di un precedente pasto, mi sono ricordata di avere in frigorifero una scodella di risotto con le lenticchie ed ho pensato ad una ricettina del riciclo, per poterlo riproporre ma in veste di sfizioso aperitivo.
Sia io che il mio compagno abbiamo gradito!

Ingredienti:
risotto con lenticchie, freddo di frigorifero
mozzarella
pane grattugiato
uovo grande
sale fino
pepe nero macinato
olio di semi di arachide, per friggere

Procedimento:
Tagliare la mozzarella a cubetti.
Prelevare porzioni di risotto bello freddo di frigorifero e formare delle palline della grandezza circa di quelle da golf, al cui centro porre un cubetto di mozzarella, chiuderle per bene, premendo e compattando il riso con le mani.
Versare in un piatto il pane grattugiato ed in un altro aprire l’uovo, sbatterlo, salarlo e peparlo.
Rotolare una polpetta per volta dapprima nell’uovo poi nel pane grattugiato.
Mettere tutte le polpette ottenute, un quarto d’ora a riposare in frigorifero coperte da stagnola.
Versare l’olio di semi di arachide,sufficientemente a coprire le polpette sino a metà, in un pentolino.
Se non si possiede il termometro per misurare la temperatura, basterà utilizzare uno stuzzicadenti immergendolo nell’olio.
Se attorno alla punta immersa, si formeranno bollicine, allora la temperatura è ottimale.
Riprendere le polpette dal frigorifero ed adagiarle nell’olio, un paio alla volta, farle dorare prima da una parte e poi dall’altra.
Quando il colorito sarà uniforme, scolarle ed appoggiarle su carta assorbente da cucina al fine di eliminare l’olio in eccesso.
Gustarle ancora calde o tiepide.
Ovviamente si possono realizzare con qualsiasi rimanenza di altro tipo di risotti.
Per vedere i miei pubblicati sino ad oggi, cliccare qui.

Annunci
Focacce, Salato: ricettine sfiziose e deliziose

Focacce di patate con pachino e rosmarino!

Settembre è arrivato ed ha portato finalmente con sè, il fresco e la voglia di fare, pasticciare e cucinare che lo ammetto, nei mesi passati era davvero finita nel dimenticatoio sommata però al persistente dolore per essere stata licenziata dopo ben 17 anni.
Ma il tempo passa e cose, persone e situazioni si sono mostrate finalmente a me per quelllo che erano ed ho acquistato consapevolezza che chiusa una porta, è vero che si apre un portone o comunque tante possibilità e voglio provare a darmene almeno una!

Ingredienti per l’impasto:
300 gr di farina 00
200 ml di acqua tiepida
100 gr di semola rimacinata di grano duro
5 gr di lievito di birra (dal classico cubetto)
2 cucchiai di olio di oliva
1 cucchiaio di sale fino
1 patata media


Per l’emulsione:
35 ml di acqua
25 ml di olio di oliva
rosmarino q.b.
sale grosso q.b.

Altri ingredienti:
pomodori pachino
origano secco tritato q.b.
olio evo q.b.


Procedimento con planetaria nel mio caso:
Pilire bene la patata e lessarla, quando morbida scolarla, togliere la buccia e schiacciarla.
Ancora tiepida versarla nella coppa della planetaria assieme alla farina ed alla semola. 
Aggiungervi il sale e l’olio ed iniziare ad impastare utilizzando il gancio a velocità media.
Sciogliere il lievito in un poco di acqua prelevata da quella totale e versarla nella coppa e sempre con la planetaria in funzione aggiungere la restante acqua, poco per volta.
Far lavorare il gancio sino a quando non si saranno amalgamati tutti gli ingredienti e si sarà formato un bel composto liscio ed elastico che si staccherà via facilmente.
Se fosse necessario, ovvero se l’impasto dovesse risultare ancora appiccicoso, aggiungere un poco di farina o di semola.
Lavorarlo con le mani sul proprio tavolo e dare all’impasto la classica forma a panetto.
Metterlo a lievitare in una ciotola capiente.
Io l’ho messo nella coppa della planetaria infarinandone leggermente il fondo, l’ho quindi avvolta in un plaid e messa nel forno a microonde con la lucina accesa per emanare calore durante tutte le ore di lievitazione ed ho avvolto in un caldo plaid anche il microonde.
Ho lasciato lievitare più ore più di quelle previste dalla ricetta originale, in quanto preferisco utilizzare poco lievito.
Una volta che il panetto sarà bello morbido, gonfio e con le classiche bollicine dell’avvenuta lievitazione, prelevarlo dalla coppa, lavorarlo di nuovo leggermente sul proprio tavolo e metterlo in una teglia rivestita di carta da forno o leggermente unta con l’olio.
Premere l’impasto con i polpastrelli per allargarlo ed in modo anche da lasciare dei piccoli incavi.
In una ciotola preparare l’emulsione con acqua, olio, sale grosso e rosmarino, mescolare il tutto e quando pronta (ovvero quando il sale sarà quasi sciolto) versarla con un cucchiaio sulla superficie delle focaccie in modo che sia uniforme e che finisca negli incavi.
Alcune focacce le ho invece fatte con i pomodori pachino e l’origano.
Lavare e tagliare a metà i pachino quindi sistemarli sulla superficie premendoli nell’impasto e cospargere con origano, irrorare leggermente con olio evo.
Cuocere in forno preriscaldato, tra i 180°/200°, nel mio caso elettrico con funzione tutto ventilato, per circa 20/25 minuti, ma per tempistica e temperatura regolarsi sempre col proprio elettrodomestico.
Quando le foccacce saranno cotte farle raffreddare fuori dal forno.
Volendo si possono tagliare a metà e farcirle con ciò che si preferisce.
L’impasto si può fare anche tranquillamente a mano, ci vorrà solo più tempo e più forza.

Salato: ricettine sfiziose e deliziose, Salato:secondi piatti

Cotolotte di melanzane ripiene e fritte!

Innanzitutto Buon Anno 2017 e Buona Epifania!
Era da molto che volevo fare le cotolette di melanzane fritte.

Sembrano dei super panini ripieni e devo dire così estremamente golosi da creare dipendenza!
Il mio compagno ed io lo ammetto, ci siamo leccati i baffi.
Per la ricetta mi sono affidata a questo blog:
Ingredienti:
1 melanzana oblunga molto grande
fette di scamorza q.b.
fette di mortadella con pistacchi q.b.
sale fino q.b.
farina 00 q.b.
pane grattugiato fatto in casa q.b.
olio di semi di arachide q.b.
2 o 3 uova medie
Procedimento:
Lavare bene e tagliare le estremità alla melanzana, quindi da essa ricavare fettine alte circa 1/2 cm ed 
ovviamente in modo che siano di numero paro perchè andranno accoppiate.
Tagliare la scamorza a fettine rotonde con l’aiuto di un coppa pasta oppure comprare direttamente le fettine già pronte, fare lo stesso con la mortadella in modo che siano della stessa misura.
Mettere una fettina di scamorza su una fettina di melanzana, quindi porvi sopra una fettina di mortadella ed infine una fettina di melanzana.
Ripetere queste operazione sino alla fine delle melanzane.
Sbattere le uova in una scodella assieme al sale fino.
Passare ogni cotoletta dapprima nella farina poi nelle uova, assicurandosi che siano ben intinti i bordi ed infine nel pane grattugiato con cui andranno sigillate bene passandole accuratamente in esso, in modo che in cottura non fuoriesca la farcitura.
Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura ottimale, adagiarvi dentro una o due cotolette a volta, dipende dalla grandezza del tegame che si usa.
Se non si ha il termometro adatto per misurare la temperatura, si può tranquillamente utilizzare uno stuzzicadenti immerso nell’olio, si dovranno formare le bollicine attorno ad esso. 
Friggerle bene da ambo le parti e quando dorate scolarle, poggiarle su carta assorbente da cucina per poi servirle dopo averle fatte riposare una decina di minuti.
Buon Barba appetito!
Premi virtuali ricevuti, Ricette del riciclo, Salato: ricettine sfiziose e deliziose

Ricotta al forno con erbette!

Ricettina del riciclo fatta da Blade che devo dire ha molta più fantasia di me in cucina o meglio, più spirito di iniziativa nell’andare a scovare qualche sfiziosità!
Mi è davvero piaciuta ed era la prima volta che l’assaggiavo, poi con quella crosticina…

Ingredienti:
ricotta avanzata (di pecora nel nostro caso)
origano
timo al limone (fatto in casa e regalatoci dalla nostra amica food blogger, Ilenia)
basilico
prezzemolo
salvia
erba cipollina
noce moscata
sale fino
olio evo
pepe nero in grani da macinare

NB:
Tutte le spezie e gli odori sono secchi tritati, ma se si utilizzano freschi è anche meglio.

Procedimento:
In una ciotola mettere la ricotta e ridurla a crema premendola con un cucchiaio.
Versare in dosi a scelta a seconda del gusto, tutti gli ingredienti e mescolare amalgamandoli bene.
Sistemare il composto in una teglia tonda rivestita di carta da forno livellandone la superficie.
Preriscaldare il forno tra i 170°/180° quindi quando raggiunta la temperatura, mettervi dentro la teglia e far cuocere la ricotta sino alla formazione della crosticina esterna.
Accendere a tale scopo il grill per alcuni minuti.
Servire la ricotta tagliandola a fettina calda o tiepida.

E’ da diverso tempo che i Premi virtuali non giravano più ed averne ricevuto uno così a sorpresa inaspettatamente, mi ha resa davvero contenta!
L’amica da cui l’ho avuto, è Marilena, Fata Confetto del Blog:

Tesoro ti ringrazio sentitamente in quanto per me ricevere e donare a mia volta un premio, rappresenta un gesto di affetto sincero e puro.
Dimostra il riconoscimento verso la tua passione ed il tuo “lavoro/passatempo”.
Fata confetto grazie di vero cuore, ti seguo da molto tempo ormai e sono contenta che fra i Blog più fedeli, il tuo ci sia sempre stato e sempre ci sarà!
Come anche da te fatto, giro questo gradito premio , ma a 4 Blog, frutto del lavoro di fantastiche amiche.
Scusami se non ho rispettato la simpatica iniziativa da te organizzata, spero mi perdonerai!

Ho scelto loro: 
Licia, Daniela, Enza e Maria Grazia in quanto sono state le prime persone con cui sono entrata in contatto quando mi accingevo a muovere i primi passi in questa magnifica avventura!
Sono state loro fonte di ispirazione ed a sostenermi quando ho deciso di aprire un mio spazio ed a creare quindi il Barba pasticcetti Blog.
Sono affezionata tanto tanto tanto a loro e con questo piccolo gesto, le voglio ringraziare!
Amiche se a vostra volta vorrete passarlo ad altre/i food bloggers, ne sarò lieta, altrimenti sentitevi libere di tenerlo semplicemente sui vostri bellissimi Blog!

Passo quindi questo Premio alle quattro seguenti Food Bloggers:

Licia del Blog:
http://blog.giallozafferano.it/fragolepanna/

Daniela del Blog:
http://maninpastaqb.blogspot.it/

Enza del Blog:
http://lericettedimammaanatina.blogspot.it/

Maria Grazia del Blog:
http://untavoloperquattro.blogspot.it/

Salato: ricettine sfiziose e deliziose

Frittata con insalata russa!

Il mio Blade ha spesso preparato questa golosità, sempre molto apprezzata dai commensali.

Facile e veloce, si può preprare il giorno prima in modo che si insaporisca bene.
A tavola ne viene sempre richiesto il bis e tris!
Ingredienti:
4 uova medie
sale fino q.b.
olio di semi di girasole q.b.
erba cipollina fresca
insalata russa (nel nostro caso, già pronta)
Procedimento:
Preparare la frittata sbattendo le uova in una ciotola con sale ed erba cipollina tritata finemente. 
Versare il tutto in una padellina antiaderente con il fondo oliato per bene.
Una volta pronta, metterla su carta assorbente da cucina e farla raffreddare.
Quanto fredda, porla su un piatto e ricoprirla con un generoso strato di insalata russa, poi arrotolarla su se stessa e metterla in frigorifero una notte intera.
Il giorno dopo riprenderla e tagliarla solo poco prima di servirla, tenendola sino al momento del pranzo o della cena, sempre in frigorifero coperta da pellicola trasparente per alimenti.
Salato: ricettine sfiziose e deliziose

Polpette di riso e Polpette di melanzane!

Oggi ricettine del riciclo che come spesso ho palesato, sono quelle che preferisco.
Con gli “avanzi” si può dare vita a delle golose sfiziosità che spesso sono anche più accattivanti del piatto stesso di origine!

Ingredienti:
risotto (nel mio caso sugo e funghi)
pane grattugiato
parmigiano grattugiato
paprika affumicata in polvere
sale fino
olio di semi doi arachide per friggere
mozzarella
uova
Procedimento:
Tagliare a cubetti la mozzarella dopo averla scolata dal latte ed asciugata bene.
In un piatto piano mescolare assieme al pane grattugiato, la paprika ed il parmigiano in dosi a scelta.
In un altro piatto piano sbattere le uova salandole a piacere.
Formare con il risotto freddo di frigorifero, delle palline nel cui centro mettere un cubetto di mozzarella ciascuna e chiuderle sigillandole bene.
Rotolare ogni pallina dapprima nell’uovo quindi nel mix di pane grattugiato, paprika e parmigiano.
Disporle su un piatto e metterle in frigorifero per una quindicina di minuti.
Versare l’olio in un tegame quindi portare a giusta temperatura.
Per verificare se sia quella ottimale e non si possiede il termometro, basterà immergere uno stuzzicadenti nell’olio caldo e se si formeranno le bollicine attorno alla punta, allora la temperatura si può friggere.
Riprendere le polpette dal frigorifero e tuttfarle nell’olio poche per volta e comunque a seconda della grandezza del tegame.
Scolarle e farle asciugare su carta assorbente da cucina quindi servirle, meglio se ancora calde o tiepide.
Ingredienti:
melanzane cotte e ridotte a crema (mi erano avanzata giorni prima)
prezzemolo tritato
parmigiano grattugiato
pecorino grattugiato
pane grattugiato
pepe nero macinato
formaggio tipo Galbanino
sale fino
uova
olio di semi di arachide per friggere
Procedimento:
In un piatto mescolare assieme al pane grattugiato, il parmigiano, il pecorino, il prezzemolo ed una macinata di pepe nero.
In una scodella sbattere le uova e salarle leggermente.
In una ciotola mettere la crema di melanzane fredda di frigorifero ed aggiungervi il pane grattugiato per renderla meno morbida.
Con essa formare delle palline al cui centro andrà messo un cubetto di formaggio.
Sigillarle per bene e rotolarle dapprima nell’uovo sbattuto poi nel mix di pane grattugiato ecc, fatto in precedenza quindi porle su un piatto e passarle in frigorifero per una quindicina di minuti.
Nel frattempo scaldare l’olio quindi portare a giusta temperatura.
Per verificare se sia quella ottimale, basterà immergere uno stuzzicadenti nell’olio caldo e se si formeranno le bollicine attorno alla punta, allora si può friggere.
Prendere le polpette dal frigorifero e cuocerne poche per volta e comunque a seconda della grandezza del tegame.
Scolarle e farle asciugare su carta assorbente da cucina quindi servirle, meglio se ancora calde o tiepide.

Salato: ricettine sfiziose e deliziose

Sfoglie di pane integrale, senza lievito!

Seguo da anni il blog di Giovanna Pisano, Giovannina come affettuosamente la chiamo io e trovo sempre golosità e sfiziosità di facile esecuzione.
Le ho quindi “rubato” la ricetta di queste sfoglie che ho fatto però in versione integrale.
Il link da cui ho attinto è il seguente:
http://giovanna317.blogspot.it/2016/02/sfoglie-di-pane-senza-lievito-ne-olio.html

Ingredienti:
60 gr di farina 0
60 ml di acqua di rubinetto
30 gr di farina integrale
1 pizzico di sale fino

Procedimento:
In una ciotola amalgamare le due farine, aggiungere il sale e l’acqua ed impastare a mano sino a formare una palletta che dovrà staccarsi bene dalla ciotola, in caso contrario infarinarsi un poco le mani e provare nuovamente.
Quando liscio e non più appiccicoso, ridargli la forma a panetto.
Farlo riposare una buona mezz’ora a temperatura ambiente avvolta in pellicola per alimenti.
Passato questo tempo riprenderlo e formare con esso tante palline di ugual misura.
Io ne ho realizzate quattro.
Più saranno e meno grandi verranno le sfoglie e viceversa ovviamente.
Stendere col mattarello ogni pallina di volta in volta, tra due fogli di carta da forno leggermente infarinati, ogni sfoglia dovrà risultare abbastanza sottile di spessore.
Cuocerne una per volta in una padellina antiaderente preriscaldata.
Quando la sfoglia si gonfierà da un lato, girarla e cuocerla dall’altro.
Occorrerà davvero pochissimo tempo.
Queste sfoglie sono davvero ottime farcite ancora tiepide con formaggi spalmabili e non, salumi e creme salate varie.