Panini allo stracchino con erbette miste, parmigiano, mortadella e pancetta: io inizio a gustare e voi?

Buondì mondo! Alcuni mesi fa ho provato questa ricetta e devo dire che in casa è stato un grande successo, il post relativo lo potete visionare QUI ed ho voluto bissare l’esperimento ben riuscito apportando solo qualche piccola ma golosa modifica.

Ingredienti per circa 10-15 panini a seconda della grandezza: 250 gr di farina 00-120 di stracchino (o crescenza a temperatura ambiente)-100 gr di parmigiano grattugiato finemente-1 uovo intero-1 tuorlo-1/2 cucchiaio di sale fino-1 cucchiaio di zucchero semolato-1 bustina di lievito in polvere per pizze e torte salate-latte intero q.b. per ottenere un impasto morbido ma non molle e per spennellare i panini-150 gr di mortadella a dadini (non presente nella ricetta originale)-100 gr di pancetta affumicata a dadini (non presente nella ricetta originale)-semi di sesamo e di papavero q.b. (non presenti nella ricetta originale)-trito di erbette anche queste non presenti nella ricetta originale, nel mio caso: prezzemolo e basilico freschi (direttamente dal nostro terrazzo!)-2 cucchiaini di Pesteda Vis

Procedimento: In una ciotola o direttamente sul tavolo da lavoro porre la farina e fare un incavo al centro in cui mettere lo stracchino, l’uovo ed il tuorlo, lo zucchero, i dadini di pancetta e di mortella, il parmigiano ed il sale e la Pesteda.

Aggiungere il latte poco per volta per rendersi conto dell’impasto che dovrà essere morbido ma non appiccicoso nè molle.
Per ultimo aggiungere il lievito ed impastare il tutto fino a formare un panetto.
Accendere il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio.
Nel mio caso elettrico statico tutto ventilato a 180°, placca su seconda griglia partendo dal basso.
Formare, con grandezza a proprio piacimento, i panini, spennellarli con il latte e cospargerli con semi di sesamo alcuni e semi di papavero altri.
Metterli su una placca da forno distanziandoli un po gli uni dagli altri perchè in cottura lieviteranno ed infornarli per circa 15 minuti.
Sono molto buoni caldi!

NB: La Pesteda è un insaporitore Valtellinese che si usa su paste, carni bollite e sui pizzoccheri, a base di aglio, pepe, ginepro,timo,sale e achillea nana pertanto chi non lo possiede può comprare separatamente questi ingredienti e mixarli assieme.

PS : Ecco qui il Basilico ed il Prezzemolo direttamente dal nostro super terrazzone!

Bignè sì ma salati: 3 golose idee per farcirli! Uno tira l’altro…iniziamo a gustare?

Salve mondo! Adoro preparare sfiziosità per i buffet difatti quando facciamo inviti a casa nostra, i commensali ormai sanno che da noi non c’è la classica cena bensì tante golosità salate che devo dire sono fortunatamente sempre apprezzate.
Oggi quindi alcune idee salate per farcire i bignè!

Bignè con gamberetti-lattughino e stracchino:

Ingredienti: Bignè medi vuoti-stracchino-lattughino (già tagliato e pulito)-gamberetti medi (congelati nel nostro caso).

Procedimento: Portare a bollore dell’acqua in un pentolino e tuffarci per 2/3 minuti i gamberetti quindi scolarli e farli raffreddare, inciderli infine con un coltellino per sfilare il filamento nero.
Tagliare a metà i bignè.
In una ciotolina mescolare lo stracchino per renderlo ancora più morbido quindi con esso spalmare entrambe le metà di ogni bignè.
Adagiare sopra la metà che fa da base il lattughino (un paio di fogliette) ed un paio di gamberi.
Chiudere con l’altra metà.
Ripetere questa operazione per tutti i bignè.

Bignè con salmone affumicato e crema all’erba cipollina:

Ingredienti: Bignè medi vuoti-salmone affumicato a fette (quello confezionato)-formaggio cremoso spalmabile (tipo philadelphia)-erba cipollina secca tritata.

Procedimento: Tagliare a striscette il salmone, grandi tanto quanto la capienza dei bignè.
In una ciotolina mescolare il formaggio spalmabile e l’erba cipollina secca (quantità a scelta).
Tagliare a metà tutti i bignè e spalmare entrambe le metà con la crema quindi adagiare al centro di ognuno il salmone.
Ricomporre tutti i bignè.

Bignè con insalata iceberg e crema di pomodori secchi:

Ingredienti: Bignè medi vuoti-foglie di insalata iceberg lavate ed asciugate-pomodori secchi sott’olio-formaggio cremoso spalmabile alle erbette (tipo philadelphia).

Procedimento: Tagliare a metà tutti i bignè.
Tagliare a striscette l’insalata grandi tanto quanto la capienza dei bignè.
In un mixer mettere il formaggio spalmabile con alcuni pomodori secchi (scolarli leggermente dall’olio) e far amalgamare ( i pomodori dovranno essere tritati bene).
Spalmare entrambe le metà dei bignè con la crema ottenuta quindi porre al centro l’insalata e richiudere ogni bignè con le rispettive metà.

Buon Appetito!

Pasta sfoglia mon amour: vol au vent, girelle, fagottini e tortino… Io assaggio e voi?

Buongiorno! Dopo tanti dolci oggi un post salato veloce veloce per iniziare la settimana.
Adoro la pasta sfoglia perchè è molto versatile, sia in versione dolce che in quella salata è una vera leccornia e ti può salvare la cena e la serata o anche se si avverte un leggero languorino!
Ho riunito quindi in questo post alcune sfiziosità fatte da noi in diverse occasioni.

Vol au vent con moscardini e Girelle al pesto:

Splendido piatto Serie Campo dei fiori by Villa D’este!

Ingredienti: 1 confezione di vol au vent tondi vuoti-moscardini (nel nostro caso freschi già puliti)-pomodori pachino-sale fino-pepe nero tritato-Olio evo Dante-vino bianco-scalogno-prezzemolo fresco lavato-peperoncino fresco lavato-1 rotolo rettangolare di pasta sfoglia da frigorifero-zucchine medie-pinoli-pesto alla genovese senza aglio.

Procedimento per i Vol au vent: Tagliare a pezzetti i moscardini.
In una padella mettere la cipolla, il prezzemolo ed il peperoncino tritando il tutto molto finemente, far rosolare con olio evo.
Aggiungere i moscardini ed i pachino tagliati e cubetti, far cuocere il tutto a coperchio chiuso ed aggiungere un poco di acqua se necessario, a metà cottura versare il vino bianco e quando evaporato salare e pepare e finire la cottura senza coperchio.
Con questo composto riempire i vol au vent che andranno poi infornati per un quarto d’ora circa a 170°.

PS: Ne abbiamo fatti anche alcuni con i funghi che erano avanzati dal giorno precedente.
I funghi erano champignon puliti e tagliati a pezzettini e cotti in padella con olio, sale, prezzemolo tritato ed un poco di pepe nero macinato.

Procedimento per le Girelle: Srotolare la pasta sfoglia sulla carta nella quale è arrotolata e spalmare l’intera superficie (evitando i bordi) con il pesto.
Tagliare le zucchine seguendone la lunghezza in strisce sottili e posizionarle su tutta la superficie della sfoglia senza sovrapporle.
Distribuire uniformemente i pinoli quindi arrotolare abbastanza strettamente la pasta sfoglia (lasciare distesa la carta).
Con un coltello a lama liscia tagliare delle girelle dello spessore di 2/3 cm e posizionarle su una placca da forno rivestita con carta da forno ( o anche con la stessa in cui era arrotolata la pasta sfoglia ) e lasciar cuocere 20/25 minuti a 170°/180° in forno già bello caldo.

Fagottini all’ortolana filanti:

Splendido piatto serie Fattoria by Villa D’Este!

Ingredienti per fagottini:1 rotolo rettangolare di pasta sfoglia da frigorifero-1 zucchina piccola-1 melanzana piccola-1 mozzarella piccola-6/7 pomodori pachino-Olio evo Dante 2 cucchiai-sale fino q.b.-acqua q.b.
Procedimento: In una capiente padella mettere a cuocere pomodori, melanzana e zucchina tagliato tutti a dadini con olio e con coperchio chiuso.
Aggiungere acqua calda se necessario e salare verso fine cottura.
Nel frattempo tagliare la mozzarella a cubetti.
Stendere la pasta sfoglia su un tavolo da lavoro (infarinarlo un po se necessario) e con la rotella dentellata  (taglia frappe) ricavare dei rettangoli (a me ne sono venuti 8 e con la pasta avanzata ho fatto un fagottino tondo).
Al centro di quattro rettangoli porre il composto di ortaggi ed un po di mozzarella e ricoprire ognuno con un altro rettangolo facendo combaciare i bordi premendoli bene per farli aderire.
Ritagliare i bordi in eccesso con la rotella dentellata e con la pasta rimanente fare ulteriori fagottini.
Cuocere in forno caldo a 170° per circa 20/25 o comunque sino a quando la pasta sfoglia sarà dorata.

Tortino tricolore di pasta sfoglia:

Ingredienti: 1 rotolo tondo di pasta sfoglia-1 zucchina media-10 pomodori pachino-100 gr circa di ricotta fresca di mucca-sale fino q.b.-Olio evo Dante q.b.

Procedimento: Accendere il forno sui 170° circa.
Tagliare a rondelle sottili la zucchina (lavata ed asciugata), tagliare a rotelle anche i pachino ed in una ciotola condire il tutto con olio e sale.
Srotolare la pasta e metterla in uno stampo tondo rivestito con la stessa carta in cui era arrotolata (tagliando il bordo della carta in eccesso ).
Spalmare sul fondo metà ricotta e distribuire pachino e zucchine quindi formare un ulteriore strato con i restanti pomodori, zucchine e ricotta.
Infornare per circa 25/30 minuti o comunque sino a quando la sfoglia sarà dorata.

Tortino di polenta con formaggio e pancetta: morbido dal cuore tenero, io mangio e voi?!

Rieccomi finalmente dopo diversi giorni di latitanza…Il motivo è un piccolo inconveniente accadutoo al pc, per farla breve mi sono ritrovata tutte le foto (e dico tutte) mischiate assieme in un’unica cartella.
Disastroooo! Le sto mettendo a posto con la santa pazienza ma purtroppo sono capitate in mezzo anche quelle delle ricette già pubblicate e non…Che caos!

Tortino morbido di polenta, con formaggio e pancetta:

Piattino serie “Campo dei Fiori” e posate
by Villa D’Este!

Ingredienti per un tortino, tutto q.b. in quanto l’ho fatto con polenta ed altri ingredienti avanzati:
Polenta avanzata condita al sugo-burro-pancetta-formaggio morbido tipo caciottina-pane grattugiato-pepe.

Procedimento: Imburrare una terrina tonda (da forno, io ho utilizzato quella classica da soufflè) e cospargerla con pane grattugiato. Accendere il forno a 170°/180°. Tagliare in piccoli cubetti la pancetta e fare lo stesso con il formaggio, grattugiandone però anche un poco. Mettere la polenta in un tritatutto e farla mescolare per un paio di minuti per renderla più liscia. Amalgamarla con il formaggio, il pepe e la pancetta e metterla nella terrina livellandone la superficie. Infornarla e farla cuocere fino a quando esternamente si sarà formata una crosticina. Prima di prelevarlo far leggermente intiepidire il tortino quindi capovolgerlo sul piatto da portata e servire.

Torta salata con formaggio e pomodori secchi e Pasticcio di patate e spinaci: oggi coppia di bontà!

Buongiorno mondo! Poiche queste 2 ricette le ho fatte tutte assieme lo scorso inverno, per una cena a due, le pubblico in gruppo.
Ovviamente non ci siamo spazzolati tutto in quella serata ma assaggiato un poco di tutto!

Torta salata con formaggio e pomodori secchi:

Ingredienti: 200 gr di farina integrale Il Molino Chiavazza-3 uova intere-100 ml di Olio ConDisano Dante-120 ml di latte a temperatura ambiente (che in foto manca)-1 bustina di lievito in polvere per salati-sale fino q.b-5/6 pomodori essiccati al sole Agriblea-2 fettine di formaggio piccante tipo pecorino.

Procedimento: Accendere il forno a 170°/180°, nel nostro caso elettrico statico tutto ventilato, la torta salata verrà messa sulla seconda griglia partendo dal basso. Mettere i pomodori secchi in ammollo in acqua bollente per un quarto d’ora quindi scolarli ed asciugarli, tagliarli infine a pezzetti. Tagliare poi a dadini il formaggio. Nella coppa di una planetaria o di un robot da cucina o in una ciotola capiente ( utilizzando le frustine elettriche) mescolare per 2/3 minuti a velocità media le uova con la farina, aggiungervi quindi l’olio ed il latte sempre continuando a mescolare. Spegnere ed aggiungere a mano mescolando con un cucchiaio, i pomodori, il formaggio e per ultimo il lievito per salati. Imburrare ed infarinare uno stampo a piacere (nel nostro caso in silicone pertanto non l’ho imburrato nè infarinato).
Cuocere per circa 40 minuti, ma controllare sempre la cottura prima di spegnere il forno. Far raffreddare su una gratella e prelevarlo dallo stampo. E’ consigliabile scaldarlo una decina di minuti prima di servirlo.

Pasticcio di patate e spinaci:

Ingredienti: 2 patate a pasta gialla medie-3 fettine Inalpi all’Emmenthal (o altre sottilette)-2 cucchiaini di noce moscata-sale fino q.b.-pane grattugiato q.b.-100 gr di spinaci-burro Inalpi q.b.

Procedimento: Lessare, in acqua salata a piacere, le patate (senza buccia) e schiacciarle quando ancora bollenti. Lessare anche gli spinaci e quando freddi strizzarli bene. Nel frattempo accendere il forno a 170°/180°, nel nostro caso elettrico statico tutto ventilato, il pasticcio verrà messo sulla seconda griglia partendo dal basso. Ungere con del burro uno stampo e cospargerlo di pane grattugiato. Mescolare in una ciotola le patate ed aggiungere la noce moscata. Sistemare metà impasto nello stampo e distribuire sopra gli spinaci e le fettine quindi coprirlo con l’altra metà. Livellare per bene e cospargere la superficie con fiocchetti di burro. Infornare per circa una mezz’oretta o comunque sino a quando si sarà formata una crosticina sulla superficie del pasticcio. Toglierlo dallo stampo e servirlo caldo.

Questi sono gli stampi che ho utilizzato per la Torta salata ed il pasticcio.


Cous cous tricolore con zucchine e peperoni e Polpette di Cous cous con melanzane e mozzarella!

Buon inizio di settimana mondo! Oggi doppia ricetta riguardante il Cous cous che a noi piace tanto, facile e veloce da cucinare, si accompagna davvero bene con molti altri gustosi ingredienti.

Cous cous tricolore con zucchine e peperoni:


Ingredienti per 2 persone: 1 bicchiere di Cous cous-1 bicchiere e 1/2 di acqua-1 zucchina media romanesca-1 peperone piccolo rosso-prezzemolo fresco tritato q.b.-cipolla fresca tritata q.b.-3 cucchiai di Olio Evo Dante-sale fino q.b.

Procedimento: Tritare il prezzemolo e la cipolla e metterli a cuocere in una padella capiente assieme a 2 cucchiai di olio. Lavare sotto acqua corrente la zucchine ed il peperone e tagliarli entrambi a pezzettini aggiungendoli poi nella padella quando la cipolla sarà dorata. Aggiungere mezzo bicchiere di acqua e far cuocere il tutto a coperchio chiuso ma girando spesso. Nel frattempo preparare il cous cous che andrà cotto seguendo le istruzioni sulla scatola. Solitamente bisogna mettere 1 bicchiere di acqua in un pentolino portandolo ad ebollizione, quindi si aggiunge il cous cous ed un cucchiaio di olio, si copre con coperchio e si attendono circa 5 minuti che il cous cous si cuocia e si gonfi.
Unire nella padella il cous cous ed accendre la fiamma un paio di minuti mescolando e mantecando il tutto.
Servire subito!

Polpette di Cous cous con melanzane e mozzarella:

Ingredienti per 10 polpette circa: 2 bicchieri di cous cous-1 mozzarella media-2 uova-olio q.b. per friggere-1 melanzana viola oblunga media-sale fino q.b.-pan grattato q.b.-panatura a grana grossa q.b. (facoltativa)-4 cucchiai di Olio evo Dante-mezzo scalogno-2 bicchieri di acqua-la mollica di 2/3 fettine di pane-1/2 bicchiere di latte.

Procedimento: Tritare finemente la cipolla e metterla a dorare assieme a 2 cucchiai di olio in una padella, quando sarà imbiondita aggiungervi la melanzana lavata e tagliata a cubetti (non tagliare la buccia), lasciar cuocere a coperchio chiuso girando varie volte. Nel frattempo cuocere il cous cous seguendo le istruzioni sulla scatola. Solitamente bisogna mettere 1 bicchiere di acqua in un pentolino portandola ad ebollizione (in questo caso ne ho messi 2 in quanto ho utilizzato 2 bicchieri di cous cous) quindi si aggiunge il cous cous ed un cucchiaio di olio (ne ho aggiunti 2) si copre con coperchio e si attendono circa 5 minuti che il cous cous si cuocia e si gonfi, appena sarà pronto aggiungerlo alla melanzana e girare bene tutto. Mettere la mollica del pane in ammollo nel latte e quando morbida strizzarla, aggiungerla al cous cous e alla melanzana trasferendo il tutto in una ciotola ed amalgamare bene tutti gli ingredienti. Tagliare a cubetti la mozzarella. Prelevare dalla ciotola quantità di cous cous sufficienti a formare delle palline (della dimensione di una pallina da golf per capirci!) all’interno delle quali andrà messo un cubetto (o più) di mozzarella. Sbattere in un piatto le uova salandole a piacimento e distribuire su un’altro piatto il pan grattato (mescolandolo se si vuole alla panatura, la si trova in commercio). Passare ogni pallina prima nell’uovo e poi rotolarla nel pan grattato quindi quando l’olio per friggere sarà caldo al punto giusto (verificare con uno stuzzicadenti, se si formano le bollicine attorno ad esso, la temperatura è ottimale) tuffarle dentro. Farle dorare uniformemente, scolarle bene e metterle su carta assorbente da cucina. Servirle tiepide o calde.

Mini sfogliate finger food con ripieno di hamburger e fettine al latte: piccoli sfizi golosi :)

Buona domenica mondo! Rimaniamo in tema con il precedente post ma come spesso tengo a precisare, ciò che pubblico non segue un filo temporale, per cui questa è una ricetta di circa un mese fa.

Aprendo il frigorifero e trovandomi dinnanzi le fantastiche sfogliate Natural food ho avuto un’illuminazione!

Splendido piatto serie “Fattoria” by Villa D’Este!

Ingredienti: Le specialità al Grano Saraceno, Borioni Antico Forno-hamburger fatti in casa-pomodori ciliegino-insalata mista-ketchup-maionese-Le Fettine Inalpi Emmenthal.                            
Procedimento: Mettere a cuocere gli hambuger in una padella anti aderente, girandoli e schiacciandoli di tanto in tanto con una paletta. Nel frattempo, con un coppa pasta rotondo o comunque una qualsiasi formina tonda, ricavare dalle sfogliate dei cerchi di diametro leggermente più grande degli hamburger (non eccessivamente più grandi tanto la carne in cottura si restringerà). Nel nostro caso 3 hamburger per cui 6 cerchi. Mettere i cerchi su una piastra bella rovente e tostarli su ambo i lato. Lavare i pomodori e le foglie di insalata, tagliare le sottilette a forma di cerchi. Una volta pronto tutto alternare su ogni cerchio di sfogliata l’insalata, la maionese, l’hamburger, il ketchup, la sottiletta ed i pomodorini tagliati a rondelle coprendo con un’ulteriore cerchio di sfogliata.
Servire subito, Buon Barba Appetito!
In cucina con noi: 
E dopo queste squisitezze ci siamo presi il lusso di un buon dolcetto Freddi!
Ovvero Ballerina al mango, una deliziosa merendina con crema al mango, per fare i golosi ancora di più l’abbiamo divisa in 4 parti servite assieme al gelato gusto spagnola con amarene!