Dolci morbidi varie forme, I Dolci di Rosy

Brioches alla ricotta di pecora, morbide delizie!

Altro esperimento culinario dolciario con la mia amica Ros, davvero ben riuscito.
Morbide Briochine adatte alla colazione o per una golosa merenda, ottime se scaldate.
La ricetta l’ha scovata lei in un blog ed è stato amore a prima vista!
Il link è il seguente:
http://blog.giallozafferano.it/valeriaciccotti/brioche-alla-ricotta-velocissime-senza-burro/

Ingredienti:
250 gr di farina 00
125 gr di ricotta di pecora
100 gr di zucchero semolato
50 ml di latte a temperatura ambiente
1 uovo medio a temperatura ambiente
1/2 bustina di lievito in polvere per dolci
granella di zucchero
scorza grattugiata di 1 limone
altro latte q.b. per spennellare

Procedimento:
In una ciotola unire insieme tutti gli ingredienti tranne la granella di zucchero e lavorarli sino ad ottenere un panetto omogeneo che dovrà staccarsi facilmente dalle mani.
Se dovesse essere necessario, aggiungere della farina in più oltre a quella prevista dalla ricetta ovvero sino a quando il composto non sarà più appiccicoso.
Rivestire una teglia con la carta da forno ed infarinarsi leggermente le mani.
Prelevare dal panetto quantità di pasta a piacere con cui formare dei salsicciotti che andranno arrotolati su se stessi tipo a formare delle girelle.
Posizionare le brioches sulla teglia, distanziandole le une dalle altre in modo che in cottura crescendo non si attacchino, spennellarle tutte con il latte e cospargerle con la granella di zucchero.
Cuocere in forno già caldo a 170°, nel nostro caso elettrico con funzione statico.
Ci vorrà circa una quindicina di minuti ma regolarsi a seconda delle caratteristiche del proprio forno.
Più saranno piccole e più ne verranno, a noi ne sono venute nove.

Buon Barba Appetito!

Annunci
Biscotti casarecci, I Dolci di Rosy, Pasticcini da tè vari

Biscotti allo zenzero fresco, con nocciole e limone!

Seguo da molti anni il blog di Vitto Pasticcia con me e sono rimasta incuriosita da una sua ricetta che ho voluto provare a realizzare.
Complice un sabato passato a cena dalla mia cara amica Ros, che spesso ho qui nominato e difatti ha una sua sezione all’interno del mio Blog.
Con lei abbiamo ripreso i nostri esperimenti culinari, dopo il periodo estivo di inattività!
A detta nostra ma anche dei nostri rispettivi compagni, questi biscotti sono ottimi; la nocciola si sente da subito per poi lasciare spazio al limone ed allo zenzero sul finale.


Ingredienti:
150 gr di farina 00
60 gr di burro a temperatura ambiente
50 gr di zucchero di canna
30 gr di nocciole (il peso si intende pulite dal guscio)
30 gr di zenzero fresco ( il peso si intende pulito dalla buccia)
1 albume a temperatura ambiente
la scorza grattugiata finemente di 1 limone piccolo

Procedimento:
Passare lo zenzero nel mixer in modo da ottenere piccole particelle.
Ridurre a farina le nocciole servendosi sempre del mixer.
Versare il tutto in una ciotola capiente assieme agli altri ingredienti.
Impastare bene con le mani sino ad ottenere un composto che dovrà essere omogeneo e non appiccicoso, se necessario aggiungere poca farina per volta, mentre lo si lavora.
Formare il classico panetto ed avvolgerlo in pellicola trasparente per alimenti, quindi farlo riposare una quarantina di minuti nel frigorifero.
Passato il tempo accendere il forno, nel nostro caso elettrico con funzione ventilato a 180°.
Sul proprio tavolo da lavoro, stendere col mattarello leggermente infarinato, l’impasto alto 1/2 cm di spessore e con i rebbi di una forchetta, fare dei solchi su l’intera superficie.
Con una taglia pasto rotondo e di diametro a proprio piacimento ( nel nostro caso di 5 cm) ricavare i biscotti.
Ripetere questi passaggi fino alla fine dell’impasto.
Porre i biscotti su teglie rivestite di carta da forno e far cuocere per una ventina di minuti.
Lasciarli raffreddare fuori dal forno su una gratella, prima di gustarli.

PS:
Il link a cui ho fatto riferimento per la ricetta, è il seguente, ma abbiamo apportato ad essa, nostre personali modifiche:
http://pasticciaconme.blogspot.it/2016/10/biscotti-zenzero-e-nocciole.html

Biscotti casarecci, I Dolci di Rosy, Pasticcini da tè vari

Biscotti da inzuppo per la prima colazione!

Appuntamento settimanale degli esperimenti in cucina con la mia amica Ros, siamo contente dei risultati che stiamo ottenendo ed imparare assieme alla propria migliore amica è fantastico!
Biscotti da inzuppo e non c’è che dire…buonissimi.
Per la ricetta ci siamo affidate a questo blog:
http://blog.giallozafferano.it/loti64/biscotti-da-inzuppo-ricetta-della-nonna/


Ingredienti per circa 30/35 biscotti:

500 g di farina 00
130 g di zucchero semolato
70 g di olio evo
70 g di latte a temparatura ambiente
10 g di ammoniaca in polvere per dolci
2 uova medie a temparatura ambiente
1 limone ben lavato

altro zucchero semolato q.b.

Procedimento:
Montare uova e zucchero semolato in una ciotola capiente utilizzando le frustine elettriche.
Sciogliere l’ammoniaca nel latte precedentemente intiepidito quindi versarlo nella ciotola assieme all’olio, alla scorza grattugiata del limone e alla farina poco per volta setacciandola.
Lavorare il tutto con un mestolo fino a formare un composto omogeneo.
Noi lo abbiamo lavorato dandogli la forma di un panetto, utilizzando un poco di farina nelle mani per non farlo diventare troppo appiccicoso.
Accendere il forno, nel nostro caso elettrico ventilato, temperatura a 170°.
Prelevare mano a mano porzioni di impasto ricavando dei biscotti rettangolari incisi nel senso della lunghezza con un coltello e passati nello zucchero semolato dalla parte della superficie superiore.
Sistemarli su placche rivestite con carta da forno, distanziandoli bene gli uni dagli altri.
Una volta cotti farli raffreddare su una gratella e gustarli.
Si conservano freschi, in una scatola di latta per alimenti per alcuni giorni.
Biscotti casarecci, I Dolci di Rosy

Brutti ma buoni: eccezionali!

Era da così tanto tempo che volevo provare a realizzare i famosi brutti ma buoni che quando l’ho proposto alla mia amica Ros ed ha risposto affermativamente, ero troppo contenta.
Per la quantità di ingredienti ci siamo affidati a questo bel blog:
http://blog.giallozafferano.it/crisemaxincucina/brutti-ma-buoni-ricetta-dolce/
mentre per la preparazione abbiamo preso esempio dal video di un ex pasticcere:
https://www.youtube.com/watch?v=ykZarr1QxDo


Ingredienti:
200 grammi di nocciole pelate e tostate in forno per qualche minuto

200 grammi di zucchero a velo
100 gr di albumi a temperatura ambiente (nel nostro caso di circa 3 uova medie)
1 bustina di vanillina in polvere

Preparazione:
Dopo aver tostato le nocciole farle raffreddare quindi tritarle grossolanamente ma non troppo finemente.
Montare gli albumi con lo zucchero a velo fino ad ottenere una bella spuma bianca a cui andrà aggiunto il trito di mandorle e la vaniglia, mescolare bene e trasferire il tutto in un pentolino antiaderente (mi raccomando) sul fornello a gas e mescolare sempre fino a quando il composto avrà assunto un colorito scuro.
Abbiamo impiegato circa un quarto d’ora per questa operazione.
Ancora caldo prendere cucchiaiate di composto e posizionarlo a mucchietti su una placca da forno rivestita con carta apposita e far cuocere per un quarto d’ora circa.
Una volta cotti farli raffreddare e gustarli, ottimi.
Ne abbiamo ottenuto circa una ventina ma non sono tutti visibili in fotografia perchè ce li siamo mangiati prima!
I Dolci di Rosy, Pasticcini da tè vari

Canestrelli con e senza mandorle!

I Canestrelli….che delizia!
Da mesi volevo provare a realizzarli ed alla fine con la mia amica Ros abbiamo testato ben due ricette, nella prima non vi è la presenza delle mandorle mentre nelle seconda sì.
Inoltre ci sono delle diversità nel modo di preparazione e nell’uso di alcuni ingredienti al posto di altri, sono entrambe molto buone, ma la seconda è molto burrosa!

Ingredienti:
150 gr di farina 00
100 gr di fecola di patate
150 gr di burro a temparatura ambiente
75 gr di zucchero a velo
3 tuorli medi a temparatura ambiente
1 bustina di vanillina
la scorza grattugiata di 1 limone
altro zucchero a velo q.b.

Procedimento:
Mettere a cuocere le uova come quando le si fa sode quindi da quando l’acqua bolle contare 8 minuti.
Passato il tempo metterle sotto l’acqua corrente fredda e togliere via la buccia, prelevare i tuorli sodi (l’albume non servirà) e passarli in una ciotolina attraverso un setaccio per ottenere un impasto cremoso.
Nella coppa di una planetaria mettere la farina setacciandola, la fecola e lo zucchero a velo, la scorza grattugiata del limone e la vanillina.

PS:
Abbiamo seguito passo passo questo blog:
http://ricette.giallozafferano.it/Canestrelli.html
Abbiamo però dimezzato le dosi ed usato uno stampino a forma di fiore più grande.

Utilizzare la foglia per far miscelare gli ingredienti secchi quindi aggiungervi la crema ottenuta dai tuorli, il burro e far amalgamare.

Sul proprio tavolo da lavoro porre il composto e lavorarlo a mano sino a fargli assumere la forma di un panetto, andrà avvolto nella pellicola trasparente per alimenti e messo a riposare un’oretta buona, in frigorifero.
Accendere il forno una decina di minuti prima di riprendere il panetto dal frigorifero.
Nel nostro caso elettrico statico, a 170°.
Passato il tempo stendere il panetto sul tavolo da lavoro con un mattarello, lo spessore dovrà essere di circa un centimetro.
Con uno stampino a forma di fiore ottenere il biscotto e con uno stampino tondo forare il centro di ognuno.
Cuocere senza far scurire i biscottini e quando freddi spolverizzarli con zucchero a velo.
Per la seconda invece abbiamo attinto dal video di un ex pasticcere:


Ingredienti:
210 gr di farina 00
210 gr di burro a temparatura ambiente
75 gr di mandorle pelate
75 gr di zucchero semolato
1 pizzico di sale fino
zucchero a velo q.b.

Procedimento:
Tritare finemente le mandorle.
Sul proprio tavolo da lavoro con la farina, lo zucchero e le mandorle tritate formare una fontana nel cui centro mettere il pizzico di sale fino e tutto il burro.
Lavorare a mano fino a formare un panetto, tutti gli ingredienti dovranno essere ben amalgamati.
Metterlo in frigorifero avvolto in pellicola per alimenti per alcune ore.
Riprendere il panetto che dovrà essere solido e lavorarlo a mano per renderlo nuovamente elastico, stenderlo con il mattarello e formare i canestrelli non troppo sottili e forarli al centro.
Cuocere a 170° per circa 15 minuti, nel nostro caso in forno elettrico statico.
Una volta raffreddati spolverizzarli con lo zucchero a velo.

Biscotti casarecci, I Dolci di Rosy, Pasticcini da tè vari

Biscotti al caffè in doppia versione!

Altri due esperimenti con la mia migliore amica Ros.
Il nostro sogno è quello di aprire un piccolo forno tutto nostro dove pasticciare e vendere prodotti casarecci, chissà se un giorno lo realizzeremo!
Nel frattempo, una volta a settimana ci ritroviamo a casa mia o sua per provare nuove ricette ed i risultati sino ad ora non sono mai stati deludenti.

Biscotti al caffè con mandorle e nocciole:

Ingredienti:
160 g di farina 00
100 gr di burro a temperatura ambiente
100 gr di zucchero semolato
60 gr di granella fra mandorle pelate e nocciole pelate
20 ml di caffè liquido freddo
4 gr di lievito in polvere per dolci
1 pizzico di sale fino
1 tuorlo medio a temparatura ambiente

Procedimento:
Accendere il forno, nel nostro caso a elettrico statico, a 180°.
Preparare subito il caffè e lasciarlo raffreddare.

Nella coppa di una planetaria montare zucchero e burro con la frusta aggiungendovi un pizzico di sale fino, quando ottenuto un composto cremoso togliere la frusta e mettere la foglia.
Aggiungere la farina setacciandola assieme al lievito e versare la granella di nocciole e di mandorle.
Quando il composto sarà ben amalgamato formare sul proprio tavolo da lavoro, quindi a mano, un panetto da cui andrà prelevata una quantità di impasto sufficiente a formare una pallina che andrà schiacciata leggermente e praticata un’incisione leggera in verticale al centro di essa.
Fare così sino alla fine dell’impasto.
Disporre tutti i biscotti ottenuti su placche rivestite di carta da forno.
Cuocere per una quindicina di minuti circa.
I biscotti dovranno dorarsi leggermente.
Farli raffreddare prima di gustarli.
NB: 
La ricetta è stata presa dal seguente blog:
http://www.cookaround.com/dolci/biscotti/biscotti-al-caffe-espresso
a cui abbiamo apportato un’unica modifica, ovvero al posto delle noci pecan abbiamo utilizzato la granella di mandorle e di nocciole.

Biscotti al caffè e cacao amaro:


Ingredienti: 
230 gr di farina 00
130 gr di burro a temperatura ambiente
120 gr di zucchero semolato
20 gr di cacao amaro in polvere
20 ml di caffè liquido freddo
5 gr di polvere di caffè
Procedimento:
Preparare il caffè e lasciarlo raffreddare.
Nella coppa di una planetaria con la frusta montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto cremoso.
Aggiungere ad esso il caffè liquido e quello in polvere e riprendere a montare fino ad amalgamarli.
Quando pronti spegnere e togliere la frusta sostituendola con la foglia. 
Setacciare la farina ed il cacao amaro mescolandoli quindi aggiungerli  poco per volta nella coppa della planetaria in funzione.
Ottenuto un composto compatto, trasferirlo sul proprio tavolo da lavoro e lavorarlo con le mani dandogli la forma di un panetto.
Andrà avvolto in pellicola trasparente per alimenti e messo in frigorifero a riposare un paio di ore.
Passato il tempo riprendere il panetto e prelevare da esso parti di impasto che andranno lavorate a mano dandogli ogni volta la forma di una pallina leggermente schiacciata per renderla ovale.
Inciderla con la punta di un coltello in verticale, nel mezzo, per simulare un chicco di caffè.
Disporre i biscottini su una placca ricoperta di carta da forno.

Porro la teglia in frigorifero per 30 minuti al fine di rassodare i biscotti, in modo che mantengano la forma in cottura.

In forno statico preriscaldato, cuocere a 170° per 20 minuti mentre se si usa il ventilato cuocere a 150° per 10 minuti.
Noi abbiamo cotto in forno statico.
Quando cotti prelevarli dal forno e dalle placche e metterli a raffreddare su una gratella.


NB:
La ricetta è stata presa interamente da questo blog:

Carnevale, I Dolci di Rosy

Castagnole con ricotta morbidissime!

Siamo in pieno periodo carnevalesco pertanto qualche frittino sfizioso possiamo concedercelo senza sensi di colpa…
Io e la mia amica Ros (anche lei amante del pasticciare in cucina) abbiamo utilizzato questa ricetta già ampiamente collaudata dalla signora Angela ovvero una simpatica vecchina che abita nello stesso palazzo dei miei genitori.
Risultato? Castagnole morbide e zuccherose!


Ingredienti:
300 gr di farina 00
200 gr di ricotta (meglio se di pecora o mista)
200 gr di zucchero semolato
3 uova medie a temperatura ambiente
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1 bustina di vanillina in polvere
1 pizzico di sale fino
1/2 bicchierino di liquore a scelta
la scorza grattugiata di 1 limone
altro zucchero semolato q.b.
olio di semi di arachide per friggere q.b.

Procedimento:
In una ciotola con le frustine elettriche o con quella a mano, montare le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale fino.
Aggiungervi lavorando, la ricotta, la vanillina, il liquore e la scorza grattugiata del limone.
Versare la farina poco per volta setacciandola assieme al lievito e con una spatolina con movimenti dal basso verso l’alto incorporarli al composto, fino al completo assorbimento.
Scaldare l’olio in un tegame alto e non troppo largo quindi prendere l’impasto con un cucchiaino e passarlo da un cucchiaio all’altro sino ad avere la la forma di una pallina.
Andrà versata nell’olio solo dopo che questo avrà raggiunto la giusta temperatura.
Se non si possiede il termometro, si può immergere uno stuzzicadenti e se si formeranno bollicine attorno alla punta, la temperatura è ottimale.
Non riempire totalmente il tegame ma lasciare spazio per poter girare le castagnole con un mestolo bucherellato ed in modo da farle colorire uniformemente.
Scolarle e metterle ad asciugare su un vassoio rivestito di carta assorbente da cucina.
Quando ancora tiepide rotolarle nello zucchero e gustarle.