Ciambellone e ciambelline fiorite ciocco-cocco senza burro nè uova ma allo yogurt e con acqua minerale!

Oggi ricettina dolce di un ciambellone, ripetuto poi più volte in diverse occasioni e per vari amici.
Ho cercato tempo fa, in rete, una ricetta che non prevedesse l’uso delle uova e cosa ho trovato?
Ben due ricette create da due già mie amiche food bloggers ovvero:
Monica Pennacchietti la cui sua versione originale della ricetta è visionabile Qui 
Mariangela Circosta la cui sua versione originale della ricetta è visionabile Qui

Ingredienti per un ciambellone (nelle foto vedete le diverse volte in cui ho rifatto la ricetta con stampi differenti): 1 vasetto da 125 gr di yogurt gusto cocco-1 vasetto di zucchero semolato-1 vasetto di zucchero grezzo di canna-1 vasetto di olio di semi di girasole-1 vasetto di acqua minerale-3 vasetti di farina 00-1 bustina di lievito in polvere per dolci-3 cucchiai di farina di cocco disidratato-2 cucchiai di cacao zuccherato in polvere-granella di nocciole e di mandorle q.b-zucchero a velo vanigliato q.b.-mandorle e nocciole intere pelate q.b. (facoltative).
NB: Come misurino si utilizza il vasetto dello yogurt da 125 gr, lavato ed asciugato.
Procedimento: Accendere subito il forno regolandovi con le caratteristiche del vostro.
Nel mio caso elettrico statico con funzione tutto ventilato a 170°, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso.
In una ciotola capiente utilizzando le frustine elettriche (o nella coppa di una planetaria o di un robot da cucina) sbattere lo yogurt con zucchero semolato, quindi aggiungere quello di canna e successivamente l’olio.
Sempre sbattendo versare la farina assieme al lievito ed al cacao setacciando il tutto e poco per volta l’acqua.
Una volta che l’impasto sarà ben amalgamato spegnere le frustine (o qualsiasi cosa stiate utilizzando) ed aggiungere mescolando con una paletta, la farina di cocco e la granella di mandorle e nocciole.
Imburrare ed infarinare uno stampo (nel mio caso no in quanto ho usato solo stampi in silicone) e versarci dentro l’impasto.
Infornare e cuocere sino a completa cottura interna e doratura esterna.
Far raffreddare completamente il dolce fuori dal forno prima di prelevarlo dallo stampo poi spolverizzarlo con zucchero a velo e metterlo su un piatto da portata.
Il primo ciambellone a forma di fiore l’ho poi decorato con mandorle e nocciole pelate adagiate semplicemente nelle scanalature del dolce.

Buon Barba Appetito!

Questi di seguito gli stampi in silicone che ho utilizzato, manca quello piccolino a forma di cambellina !

Torta rovesciata all’ananas: qualcuno vuole una fetta? Di Maria Domenica è la ricetta perfetta!

Al lavoro sono solita portare dolcetti fatti da me perchè è sempre un piacere regalarli a chi sa apprezzarli e poichè una mia simpatica collega ha le mani d’oro e la mia stessa voglia di pasticciare, spesso mi regala ricette e consigli preziosi; grazie Maria Domenica!
Già vi avevo parlato di lei in questo post:
http://barbapasticcetti.blogspot.it/2013/07/ciambellone-ciocco-cocco-menta.html

Ingredienti per uno stampo da 30 cm: 5 uova medie intere-200 gr di zucchero semolato + 3 cucchiai di zucchero-200 gr di farina 00 setacciata-100 gr di burro ammorbidito-1 limone lavato bene-1 bustina di lievito in polvere per dolci-1 confezione di ananas a fette (nel nostro caso ne abbiamo usata una fresca).
Procedimento: Accendere il forno seguendo le caratteristiche del proprio, nel mio caso elettrico statico tutto ventilato a 170°, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso.
Sbattere le uova e lo zucchero con le frustine elettriche, aggiungere burro, scorza del limone grattugiata, farina e lievito e mescolare bene sino ad ottenere un composto omogeneo e mediamente denso.
All’interno di un pentolino sul fornello a gas sciogliere 3 cucchiai di zucchero con 1 bicchiere circa di acqua sciroppata contenente le ananas fino ad ottenere un caramello ben colorito. 
Noi avendo utilizzato le fette di ananas fresca abbiamo sciolto 3 cucchiai di zucchero grezzo di canna con acqua di rubinetto.
Appena pronto il caramello versarlo sul fondo di uno stampo, foderato con carta da forno, disporci quindi sopra subito le fette di ananas, al centro di ogni fetta di ananas volendo si può mettere una ciliegia candita.
Versare sopra tutto il composto e livellarlo per bene con una spatola, infornare e far cuocere sino a completa cottura.
Una volta freddo prelevarlo dallo stampo eliminando la carta da forno e girarlo su un piatto da portata, che meraviglia!

E per finire questo post con due risate  vi lascio questa simpatica vignetta in cui mi ci sono ritrovata a volte! 
L’ho vista su Facebook e mi ha fatto troppo ridere perchè in fondo rappresenta un pò tutte noi vero amiche food bloggers?!

Dolce stella aromatizzata al caffè e con scaglie di cioccolata fondente: per un’energica colazione!

Giorni fa poichè era da molto (sembra vero!!!) che non facevo un dolcetto, ho voluto accendere il forno e fare un dolce aromatizzato al caffè. E’ strano perchè in casa nostra il caffè lo teniamo solo per gli ospiti e per i dolcetti, difatti non ne siamo grandi bevitori ma quanto ci piace l’aroma, particolarmente nei dolci lievitati e morbidosi come questo!

Ingredienti: 3 uova intere medie-200 gr di zucchero semolato-70 gr di zucchero di canna-200 gr di farina 00-70 gr di fecola di patate-1 bustina di lievito in polvere per dolci-1 bustina di vanillina in polvere-1 bicchiere di latte-3 cucchiai colmi di caffè (quello che si usa nella classica macchinetta moka)-100 gr di cioccolato fondente-1 pizzico di sale fino-zucchero a velo q.b.chicchi di caffè ricoperti di cioccolata.

Procedimento: Accendere il forno, nel mio caso elettrico statico tutto ventilato a 170°, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso.
Separare i tuorli dagli albumi e montare a neve soda questi ultimi assieme ad 1 pizzico di sale servendosi delle frustine elettriche, per ora riporli in frigorifero.
Tagliare a scaglie la cioccolata fondente.
In una ciotola capiente, sempre con le frustine elettriche, sbattere entrambi gli zuccheri con i tuorli, aggiungere la vanillina, la polvere di caffè e metà bicchiere di latte.
Sempre sbattendo aggiungere poco per volta le farine setacciandole, il lievito ed il restante latte.

Riprendere gli albumi dal frigorifero ed aggiungerli all’impasto con una spatola e con movimenti leggeri dall’alto verso il basso in modo che non si smontino. Aggiungere  le scaglie di cioccolato e girare leggermente.
Versare l’impasto in uno stampo imburrato ed infarinato ed infornare.
Cuocere per almeno 50 minuti ma prima di spegnere il forno controllare sempre la cottura del dolce con uno stuzzicadenti al centro dell’impasto.
Una volta cotto e fatto raffreddare fuori dal forno prelevarlo dallo stampo, porlo su un piatto da portata e spolverizzarlo con zucchero a velo e mettere su ogni punta un chicco di caffè ed anche uno al centro del dolce.

 Lo stampo utilizzato è quello nella foto sottostante.

Muffins e tortina al limone per una mia collega: delicate bontà nate da un pasticcio!!!

I muffins sembravano non essere nati sotto una buona stella…Appena messi in forno (acceso forse da troppo tempo e con temperatura troppo elevata) sono cresciuti a dismisura tanto che sembravano esplosi!
Ma quella che si palesava come una tragedia è invece poi andata a buon fine ed anzi siamo tutti rimasti soddisfatti del risultato! Missione impossibile riuscita…

Ingredienti per 12 muffins più una tortina di diametro 20 cm:
6 uova medie intere-400 gr di zucchero semolato-150 gr di burro ammorbidito (ovvero tirato fuori dal frigorifero una mezz’ora prima)-350 gr di farina 00-50 gr di farina di riso-1 bustina di lievito in polvere per dolci-la scorza grattugiata finemente di 2 limoni- 170 ml di latte-il succo di 1 limone-1 pizzico di sale fino-zucchero a velo q.b.

Procedimento: Nella coppa di un robot o di una planetaria o in una ciotola molto capiente (utilizzando poi le frustine elettriche) versare le uova con lo zucchero ed il sale e sbattere per 2/3 minuti.
Nel frattempo tagliare a cubetti il burro ed aggiungerlo all’impasto ricominciando a sbattere e poco per volta fino al completo assorbimento.
Accendere intanto il forno (che io ho acceso troppo presto e a temperatura elevata!) regolandolo sui 170° (io invece ho per errore regolato la manopola sui 180° ed oltre per cui l’ho abbassata solo in seguito).
Nel mio caso elettrico statico tutto ventilato.
Al composto aggiungere la farina setacciandola, lievito, il succo di limone e la scorza e riprendere a sbattere. Aggiungere sempre sbattendo la farina di riso ed il latte.
Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati ed il composto sarà mediamente denso (ovvero quando versandolo nello stampo si staccherà via dalla coppa del robot senza l’uso di una spatola) versarlo in pirottini di carta per muffins nell’apposita teglia per muffins ed il restante in uno stampo tondo precedentemente imburrato ed infarinato.
Cuocere prima i muffins una ventina di minuti circa (ma controllare sempre la cottura) e poi il dolce circa 45 minuti ma anche in questo caso verificare sempre la cottura interna prima di spegnere il forno.
Lasciar raffreddare i muffins su una gratella mentre la tortina nel suo stampo e tirarla fuori solo quando fredda.
Spolverizzare il tutto con zucchero a velo.

Torta morbidissima al cocco e pezzetti di cioccolata: chi ci fa compagnia nell’assaggio?!

Buondì mondo! Questa è una ricetta fresca fresca di esecuzione, fatta venerdì sera appena trascorso. Ebbene sì…non ho ancora messo in ordine le fotografie delle ricette che da mesi e mesi devo ancora pubblicare, il caos regna sovrano nel nostro pc!!!! Detto alla romana: non ce la posso fà!!!!

Piatto rosa da portata Villa D’Este ^_^

Ingredienti per una tortiera di diametro 26/28 cm: 4 uova-400 gr di farina 00-100 gr di fecola di patate-2 bustine di lievito in polvere per dolci-150 gr di zucchero semolato-150 gr di zucchero di canna-150 gr di burro (tirato fuori dal frigorifero almeno una mezz’ora prima)-1 bicchiere di latte-100 gr di farina di cocco disidratato-100 gr di cioccolata fondente-zucchero a velo q.b.

Procedimento con utilizzo di un robot da cucina (o con le frustine elettriche in una ciotola molto capiente): Accendere subito il forno, regolandolo con le caratteristiche del proprio, nel mio caso: elettrico statico tutto ventilato, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso a 170°.
Ungere ed infarinare uno stampo tondo.
Nella coppa di un robot da cucina versare le uova con i due tipi di zucchero, azionare la lama su velocità media per circa 3/4 minuti. Spegnere ed aggiungere il burro tagliato a pezzetti, azionare nuovamente e lasciar sbattere sino al completo assorbimento del burro.
Quando il burro sarà completamente amalgamato, spegnere il robot ed aggiungere la farina 00 setacciandola, la fecola, il lievito ed il latte e riprendere a sbattere per ulteriori 2/3 minuti.
Tagliare nel frattempo grossolanamente la cioccolata fondente ed aggiungerla, a robot spento, al composto assieme alla farina di cocco quindi azionare il robot per un’altro minuto circa.
Versare il composto ottenuto (risulterà mediamente denso) nello stampo ed infornare.
La cottura è stata di circa 45/50 minuti in quanto l’impasto è abbondante. Controllare sempre però la cottura  prima di spegnere il forno e solo dopo passata mezz’ora, con uno spiedino di legno o con un cake- tester per assicurarsi che l’impasto, al centro soprattutto, non sia ancora molle, in questo caso prolungarla. Quando il dolce sarà cotto farlo raffreddare nello stampo quindi prelevarlo e poggiarlo su un piatto da portata, spolverizzarlo infine con zucchero a velo.

NB: Questo dolce è davvero molto soffice e morbido, si conserva bene avvolto nella carta di alluminio per alimenti.

PS: LA TOVAGLIETTA CON DISEGNATI I CUORI E LE POSATE BLU, SU CUI HO POGGIATO IL PIATTO DA PORTATA, MI E’ STATA REGALATA DALLA FANTASTICA ISABELLA, MAGA DEI CUCITI!
SE VOLETE VEDERE LE SPLENDIDE CREAZIONI CHE REALIZZA IL BLOG E’ QUESTO:

Muffins giganti al cacao con cioccolato fondente e bacche di Goji: nutrienti e golosi per iniziare al meglio e con sprint la giornata!

Tempo fà cercando nella scatola delle meraviglie (dono più che gradito della S.Martino) ho trovato la bustina delle bacche di Goji (anch’esso graditissimo dono dell’omonima azienda) che avevo momentaneamente dimenticato… E così ecco dei muffins giganti che sono stati molto apprezzati sia da Blade che da mio padre, ovvero gli assaggiatori ufficiali!

Splendidi piatti serie “Fattoria” by Villa D’Este
su tovaglietta Villa D’Este!
Ingredienti per 2 stampi di carta da 500 gr ognuno (corrispondono a 12/14 muffins normali): 150 gr di farina 00-50 gr di Fecola di patate S.Martino-200 gr di zucchero semolato- 3 uova intere-1 bustina di lievito in polvere per dolci-100 ml di latte-80 gr di burro ammorbidito-1 bustina di vanillina in polvere-80 gr di cacao zuccherato in polvere-80 gr di Bacche di Goji-30 gr di cioccolata fondente-zucchero a velo q.b. 
Procedimento: Accendere subito il forno, nel mio caso elettrico statico tutto ventilato a 170°, se a gas 180°.  Mettere uova e zucchero in un mixer o nella planetaria oppure usare le frustine elettriche in una ciotola capiente e montare per benino, dopo aggiungere il burro fino ad ottenere un composto omogeneo. Setacciare entrambe le farine ed aggiungerle al composto assieme alla bustina di lievito, al cacao amaro ed al latte. Montare fino ad ottenere un composto cremoso (non dovrà essere nè troppo liquido nè eccessivamente denso). 
Ammollare per circa 5 minuti in acqua tiepida le bacche di Goji quindi scolarle ed asciugarle con un panno. Tagliare la cioccolata fondente a pezzettini. Aggiungere all’impasto sia le bacche che il cioccolato fondente mescolando con un cucchiaio e dividere l’impasto in due stampi di carta (o in più cartine da muffins o altro tipo di stampi). 
Colazione con Barbapapà!

Se gli stampi li trovate anche da 350 gr/400 gr ancora meglio). Porre gli stampi di carta su una teglia ( nel mio caso su seconda griglia partendo dal basso), infornare per circa 35/40 min. ma controllare sempre la cottura prima di spegnere il forno. Una volta freddi togliere la carta e mettere i muffins su un piatto da portata spolverizzandoli con zucchero a velo 🙂

Splendido piattino serie “Fattoria”
by Villa D’Este!

Torta dolce di rose alla cannella, con zucchero di canna e farcita con Marmellata da bere Albergian! Mamma mia che delizia!

Buondì mondo! Io ed il mio compagno adoriamo vedere i programmi culinari e sul Canale 52 “Dmax”
seguiamo assiduamente Adam Richman un simpatico americano divoratore di carne, hamburger, dolci e chi più ne ha più ne metta.
Vedendo il suo programma Man v. Food ci siamo innamorati di un dolce alla cannella.
Ci sembrava però un pò troppo calorico e così io nel farlo ho modificato la ricetta per una mia versione più light ma ugualmente golosa!

Ingredienti: 250 gr di farina 00-200 gr di farina 0-70 gr di burro ammorbidito molto bene-1/2 cubetto di lievito di birra (ovvero 12,5 gr)-100 gr di zucchero di canna-200 ml di latte a temperatura ambiente-1 uovo intero-2 cucchiaini di vaniglia (io ho utilizzato l’aroma liquido ma potete mettere le bustine di vanillina in polvere o i semi della bacca di vaniglia)-5 cucchiaini di cannella (in polvere)-zucchero a velo q.b.-SuccoSissima Marmellata da bere Albergian alle pere martin q.b. (o confettura a vostra scelta).

Procedimento: Nella coppa di una planetaria o in una ciotola (se utilizzate le frustine elettriche) versare le due farine assieme assieme a 4 cucchiaini di cannella e mescolare (se con la planetaria utilizzare la foglia a velocità media).
Sciogliere intanto il lievito in poco latte tiepido (prelevarlo dal latte totale) quindi aggiungerlo alle farine, poi sempre mescolando, assieme e poco per volta versare l’uovo, la vaniglia, il burro ed il latte.
Una volta ottenuto un composto senza grumi che dovrà essere denso, lavorarlo con le mani quel tanto che basta a fargli assumere la forma di un panetto e metterlo a lievitare in una ciotola al riparo da luce e correnti di aria.
Io ho messo la ciotola nel forno a microonde che avevo scaldato precedentemente per 3 minuti a temperatura massima. Ho coperto poi l’intero microonde compreso lo sportello con un telo scuro.
Lasciar lievitare sino al raddoppio del volume (il mio panetto ha impiegato circa 2 ore e mezza).

Riprendere il panetto, lavorarlo un paio di minuti con le mani quindi stenderlo con un mattarello sul proprio tavolo da lavoro ottenendo una sorta di rettangolo, cospargerlo completamente in modo uniforme con lo zucchero di canna e con il quinto cucchiaino di cannella e passarci sopra più volte e con energia il mattarello avanti ed indietro in modo che l’impasto assorba bene entrambi.
Spalmare il tutto con la marmellata quindi arrotolare su se stesso il rettangolo.

Con un coltello a lama liscia tagliare tante rotelline di 3/4 cm di spessore e in una teglia rivestita di carta da forno sistemarle rivolte verso l’alto(quindi dalla parte piatta) in modo che ognuna sia leggermente discostata dall’altra (in cottura poi cresceranno e si uniranno).
Far cuocere per almeno 40 minuti e comunque verificare sempre la cottura prima di spegnere il forno.
Nel mio caso: forno elettrico statico tutto ventilato a 170° sulla seconda griglia partendo dal basso, per 45-50 minuti.
Una volta tiepida prelevare la torta di rose dallo stampo e metterla su un piatto da portata spolverizzandola con zucchero a velo.
A colazione le rose inzuppate nel latte sono divine e consiglio, prima di gustarle, di scaldarle un po in una padellina, sembreranno come appena sfornate!

NB: Il diametri della tortiera è il seguente: 28 cm.
Le 4 rose che non sono entrata nello stampo, le ho fatte cuocere in in altro stampo.

Il Barba Trucco: La torta si conserva intatta per diversi giorni, meglio se all’interno di un contenitore per alimenti o avvolta nella carta stagnola.

Colazione con set Villa D’Este!

Gradite?