Ciambelle al vino zuccherose e golose fatte da me e da Blade: gradito dono per un pranzo in compagnia di amici! E scuse…

Buondì! Sono molto assente ultimamente dal blog pertanto mi rammarico se non ho postato alcuni premi che mi erano stati assegnati e per i quali ringrazio comunque sentitamente.
Tra l’altro non ricordo nemmeno chi mi avesse chiesto il favore di diffondere i dati del suo blog, perdono!
Mi scuso moltissimo ma in questo periodo di influenza e feste varie sono riuscita a malapena ad aprire il blog mio e quelli altrui e moltissime ricette persino dello scorso anno, devono ancora vedere la pubblicazione….Ce la posso fare!!!!

Ingredienti: 200 gr di zucchero semolato + altro q.b. che servirà in seguito-500 gr di farina 00-1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci-1 bicchieri di olio di semi (di girasole nel nostro caso)-1/2 bicchiere di vino rosso-1/2 bicchiere di liquore Anice-2 cucchiai di semi di anice-80 gr di nocciole pelate e tostate.

Procedimento: Innanzitutto tritare i semi di anice in un mixer per renderli ancora più piccoli quindi metterli in un bicchiere ed aggiungervi il vino ed il liquore lasciando il tutto in infusione per buoni 20 minuti.
Accendere il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio, nel nostro caso a 170°, elettrico statico con funzione tutto ventilato (le ciambelle una volta pronte verranno messe a cuocere su placche da forno rivestite di carta da forno su prima e terza griglia partendo dal basso).

Per l’impasto noi ci siamo serviti della planetaria ma si può tranquillamente fare a mano sul tavolo da lavoro o in una ciotola capiente.
Impastare tutti gli ingredienti assieme sia che si utilizzi una planetaria sia che usino le proprie mani fino ad ottenere un panetto.
Ricavare dall’impasto le ciambelline e passarla da un solo lato nello zucchero semolato versato su un piatto.
Infornare e cuocere per 20/30 minuti.
 In foto vedete due panetti perchè l’impasto lo abbiamo fatto due volte perchè ci servivano molte ciambelline.

Il Barba trucco: Intinte in un buon bicchiere di vino rosso si gustano al meglio 🙂
C’è anche chi le ha intinte nel limoncello!

NB: Per questa ricetta abbiamo preso spunto da questo bellissimo blog: 
http://www.ricercadiricette.it/click/index/799974/?site=pucca70.blogspot.it

PS: Se volete vedere la nostra altra ricetta di ciambelline al vino senza vino! ma con liquore S.Marzano il link è questo:
http://barbapasticcetti.blogspot.it/2014/02/ciambelle-al-vinosenza-vino-ma-con.html


Biscotti al semolino con uvetta ed albicocche disidratate: uno tira l’altro… Io dico di cominciare!

Buondì’ mondo!
Ho fatto già diverse volte questi biscotti in varie versioni che potete visionare qui, qui, qui ed in versione simile con la farina di ceci qui.
Questa volta però ho utilizzato oltre all’uvetta protagonista indiscussa, anche le albicocche disidratate, mamma che bontà!

Piatto, Tazza, Piattini e posata by Villa D’Este!

Ingredienti per circa 35/40 biscotti: 500 gr di Semola di grano duro (Semolino)-70 gr di zucchero semolato-70 gr di zucchero di canna-120 ml di olio di semi di mais-2 uova medie intere-1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci-1 bustina di vanillina in polvere-1 bustina di zucchero a velo vanigliato (o normale)-uvetta q.b.-albicocche disidratate q.b.-1 fialetta aromatica al limone.

Piatto, Tazza, Piattini e posata by Villa D’Este!

Procedimento: In un tegamino versare dell’acqua (in modo da coprire completamente poi l’uvetta e le albicocche) ed aggiungere una fialetta aromatica al limone.
Portarla ad ebollizione quindi spegnere il fornello e tuffare dentro l’acqua l’uva sultanina e le albicocche tagliate a pezzettini, lasciare il tutto in ammollo per circa 20 minuti.
Passato questo tempo scolare ed asciugare.
In una ciotola capiente mettere i due zuccheri e la semola mescolandoli e formando una fontana (come se si dovesse fare l’impasto per la pasta frolla) nel cui centro versare le uova con l’olio, il lievito e la vanillina, l’uva sultanina e le albicocche.
Impastare il tutto con le mani energicamente e quando l’impasto comincerà ad assumere la forma di una palla trasferirlo sulla tavola da lavoro, impastarlo ulteriormente per compattarlo meglio, al tatto rimarrà granuloso. Avvolgerlo nella carta da forno e porlo in una ciotola tonda in frigorifero per una decina di minuti.
Versare lo zucchero a velo su un piatto e passati i dieci minuti accendere il forno a 170°/180° (regolatevi però sempre con il vostro, nel mio caso elettrico, a 170° statico tutto ventilato, metto due teglie una sulla prima griglia e l’altra sulla terza griglia partendo dal basso).
Riprendere il panetto dal frigorifero prelevando da esso, mano a mano, piccole quantità di impasto con cui formare delle palline che andranno poi rotolate completamente nello zucchero a velo.
Appiattire leggermente ogni pallina con il palmo delle mani e porla su una placca da forno rivestita di carta da forno ( o come nel mio caso con un tappetino in silicone).
Infornare per circa 15/20 minuti quindi prelevare la teglia dal forno e far raffreddare i biscotti su una griglia. Pronti!

Piatto, Tazza, Piattini e posata by Villa D’Este!
Piatto, Tazza, Piattini e posata by Villa D’Este!
NB: La bellissima tovaglietta per la colazione che vedete in ogni fotografia, mi è stata regalata dalla fantastica Isabella del blog: http://isa-magicomondo.blogspot.it/
Bravissima nei cuciti, fantasiosa e molto creativa! Grazie tesoro bello!

Ciambelle al vino…senza vino ma con liquore S.Marzano! Oggi in cucina per noi a pasticciare c’è Blade ^_^

Buondì mondo! Oggi Blade-ricetta fresca di esecuzione ovvero fatta due giorni fa lui che avendo voglia di un dolcetto si è messo all’opera ed ecco cosa ha creato!
Aveva voglia di ciambelline al vino ma ovviamente cosa mancava a noi in dispensa?
Il vino ovviamente! Non si è perso però d’animo ed ha utilizzato il liquore S.Marzano Borsci.
La ricetta è stata presa dal web e precisamente da questo post:
http://pucca70.blogspot.it/2013/05/ciambelline-al-vino-e-semi-di-anice.html
a cui però lui ha apportato sue personali modifiche.

Ingredienti: 170 gr di zucchero semolato + zucchero semolato q.b.-500 gr di farina 00-1 bicchiere di olio di semi (di girasole nel nostro caso)-mezzo bicchiere di cui una parte di acqua e l’altra di Liquore S.Marzano Borsci (al posto di mezzo bicchiere di vino)-mezzo bicchiere di liquore all’anice (Sambuca nel nostro caso)-2 cucchiai di semi di anice.



Procedimento con planetaria (ma si può fare tranquillamente a mano): Mettere subito a bagno i semi di anice nella Sambuca e lasciarli ammollo per una decina di minuti.
Passato questo tempo, mettere tutti gli ingredienti nella coppa della planetaria o sul proprio tavolo da lavoro ed impastare bene sino ad ottenere un panetto.
Sul un piano da lavoro dividerlo in parti più piccole con cui formare dei rotolini.
Tagliare i rotolini in pezzi con misura a proprio piacimento e formare le ciambelle.
Passare le ciambelle nello zucchero semolato e disporle su placche da forno rivestite con carta da forno o con tappetini in silicone.
Infornare in forno preriscaldato a 170° per 25/30 min. e fino a quando saranno dorate.  Se cotte più del dovuto tendono ad indurirsi

Ed ora…Merendaaaaaaa!