Crema di nocciole, Creme varie per farcire

Crema Rocher, veloce e fresca, senza cottura!

La Crema Rocher che delizia e che goduria.
La realizzai la prima volta per una Torta dei 40 anni e ne rimasi ingolosita, non si può non amarla, è qualcosa di troppo buono che anche mangiarla semplicemente spalmata su un biscotto, rende la merenda un momento di puro piacere!

Ingredienti:
150 ml di panna fresca da montare
200 gr di Nutella
90 gr di wafer alla nocciola
60 gr di nocciole pelate

Procedimento:
Montare la panna abbastanza soda quindi aggiungervi la Nutella e mescolare con un cucchiaio delicatamente al fine di farle amalgamare entrambe.
Sbriciolare i wafer in un sacchetto di plastica per alimenti, premendoli con le mani, quindi versarli nella crema.
Tritare non troppo finemente ma anzi grossolanamente le nocciole dopo averle tostate in forno con il grill e fatte poi raffreddare bene.
Aggiungere anche queste ultime al composto e mescolare con un cucchiaio.
Pronta!
La crema si conserva in frigorifero per la durata di due o tre giorni.

Annunci
Crema di nocciole

Confettura Pere e Zenzero, Mele e Cannella e Crema alle nocciole!

Per entrambe le Confetture mi sono ispirata al Ricettario FruttinCasa della S.Martino, fantastica ditta con cui ho collaborato in precedenza.
Per la Crema di nocciole senza burro ma con il latte, ho preso invece spunto da qui:
http://www.misya.info/ricetta/nutella-fatta-in-casa.htm

Ingredienti per la crema di nocciole:
100 gr di cioccolato al latte
80 gr di nocciole
50 gr di cioccolato fondente al 50%
30 gr di zucchero di canna
25 ml di olio di semi
1 fialetta di aroma vaniglia

Procedimento:
Per prima cosa sgusciare le nocciole, tostarle uniformemente in un padellino antiaderente, quindi spellarle con le mani, attenzione a non bruciarsi.
Si possono ovviamente utilizzare nocciole già pulite da guscio e pellicina e tostarle solamente.
Versarle nella coppa di un mixer assieme allo zucchero e ridurre il tutto in un composto fine, più piccoli saranno i granuli e meno si avvertiranno mangiando poi la crema, decidere quindi a gusto personale.
Poichè la frutta secca quali mandorle, noci e nocciole, se si riduce a farina (quindi scaldandosi) rilascia il proprio olio, bisogna di tanto in tanto, spatolare lungo le pareti della coppa del mixer per staccare il composto e riprendere a frullare.
Versare il latte in un pentolino quindi unire anche tutto il cioccolato e farlo sciogliere completamente.
Aggiungere l’aroma alla vaniglia e la farina di nocciole preparata in precedenza, mescolare sino a portare il tutto a bollore.
Girare la crema con una frustina sino a quando si sarà addensata quindi versarla subito in vasetti precedentemente sterilizzati, far raffreddare il tutto prima di chiudere con il tappo.
Io personalmente non l’ho conservata in frigorifero perchè l’ho messa in vasetti non eccessivamente capienti, ma ovviamente se non la si consuma celermente, è meglio porla in frigorifero.

Ingredienti per la confettura pere e zenzero:
1 kg di pere Abate (il peso si intende pulite dalla buccia, semi e picciolo)
350 gr di zucchero semolato
1 bustina FruttinCasa 3:1
zenzero fresco grattugiato q.b.
zenzero in polvere q.b.

Procedimento:
Dopo aver sbucciato e pulito da semi e picciolo le pere, tagliarle in piccoli pezzi e metterli in un tegame fondo.
Aggiungervi l’addensante FruttinCasa, lo zucchero e lo zenzero in dosi a piacere, far cuocere il tutto a fiamma media girando spesso con un mestolo, sino a portare al bollore.
Come scritto sulle istruzione dell’addensante, dal bollore contare tre minuti prima di togliere dal fuoco il tegame, ma se lo si ritiene necessario, continuare a cuocere sino ad ottenere la consistenza desiderata, come ho fatto io ad esempio per almeno altri 5/10 minuti e per fare prima ho anche utilizzato il mini pimer direttamente nel tegame (togliendolo momentaneamente dalla fiamma onde evitare schizzi bollenti).
Quando pronta versare la confettura ancora bollente in barattoli di vetro precedentemente sterilizzati quindi chiuderli con il tappo e girarli sotto sopra in attesa che si raffreddi,
Una volta aperto il barattolo, conservarlo poi in frigorifero.

Ingredienti per la confettura mele e cannella:
1 kg di mele (metà Golden delicious e metà Red delicious), il peso si intende da sbucciate
350 gr di zucchero semolato
1 bustina FruttinCasa 3:1
1 stecca di cannella
cannella in polvere q.b.

Procedimento:
Dopo aver sbucciato e pulito da semi e picciolo le mele, tagliarle in piccoli pezzi e metterli in un tegame fondo.
Aggiungervi l’addensante FruttinCasa, lo zucchero, la cannella in polvere e la stecca di cannella, far cuocere il tutto a fiamma media girando spesso con un mestolo, sino a portare al bollore.
Come scritto sulle istruzione dell’addensante, dal bollore contare tre minuti prima di togliere dal fuoco il tegame, ma se lo si ritiene necessario, continuare a cuocere sino ad ottenere la consistenza desiderata, come ho fatto io ad esempio per almeno altri 5/10 minuti  per fare prima ho anche utilizzato il mini pimer dopo aver tolto la stecca di cannella, direttamente nel tegame (togliendolo momentaneamente dalla fiamma onde evitare schizzi bollenti).
Quando pronta versare la confettura ancora bollente in barattoli di vetro precedentemente sterilizzati quindi chiuderli con il tappo e girarli sotto sopra in attesa che si raffreddi,
Una volta aperto il barattolo, conservarlo poi in frigorifero.

Sterilizzazione dei barattoli:
Metterli un un tegame alto, assieme ai rispettivi coperchi, coprendo il tutto con acqua fredda e portare a bollore, mettere un asciughino fra i barattoli onde evitare che urtino fra loro e possano creparsi.
Contare mezz’ora dal bollore e farlo proseguire quindi passato questo tempo, spegnere la fiamma e far raffreddare.
Estrarre barattoli e coperchi e girarli su un asciughino pulito, in modo che si scolino.

Le confezioni con tanto di targhette, sono state realizzate dal mio compagno Blade.
Li abbiamo poi regalati a sua mamma, ai miei genitori, a mia sorella ed un assaggino anche alla mia amica Ros con cui spesso pasticcio, ed al suo compagno Stefano.

Crema di nocciole

Crema di nocciole: rigorosamente home made!

Era da molto che sia io che il mio compagno Blade, volevamo cimentarci nella preparazione della Crema di nocciole; cercando sul web abbiamo trovato questa ricetta:
http://www.ricettedalmondo.it/nutella-fatta-in-casa.html
Devo dire che il risultato ci ha soddisfatti, la consistenza è cremosa e l’aspetto invitante.
Il gusto è ottimo seppur risulta un poco burroso e tende a sovrastare il sapore delle nocciole, a parere mio personale.
Pertanto in un prossimo post, troverete un’altro esperimento di Crema alle nocciole fatta in casa ma senza il burro!
Comunque è una ricetta che consiglio vivamente di provare e complimenti alla creatrice.

Ingredienti:
100 gr di cioccolato fondente (con percentuale intorno al 50%)
100 ml di latte intero
80 gr di nocciole (il peso si intende già pulite dal guscio)
80 gr di burro
60 gr di zucchero di canna
40 gr di zucchero semolato

Procedimento:
Per prima cosa sgusciare le nocciole, tostarle uniformemente in un padellino antiaderente, quindi spellarle con le mani (attenzione a non bruciarsi) ancora calde.
Si possono ovviamente utilizzare nocciole già pulite da guscio e pellicina e tostarle solamente.
In un mixer versare i due zuccheri con le nocciole e ridurre il tutto in un composto fine, più piccoli saranno i granuli e meno si avvertiranno mangiando poi la crema, decidere quindi a proprio gusto personale.
Poichè la frutta secca quali mandorle, noci e nocciole, se si riduce a farina (quindi scaldandosi) rilascia il proprio olio, bisogna spatolare di tanto in tanto lungo le pareti della coppa del mixer per staccare il composto e riprendere a mixare.
Far sciogliere in un pentolino il burro con il latte quindi unire anche il cioccolato e farlo sciogliere completamente.
Aggiungervi la farina di nocciole preparata in precedenza e mescolare sino a portare il tutto a bollore.
Girarla con una frustina sino a quando si sarà addensata quindi versarla subito in vasetti sterilizzati, far raffreddare il tutto prima di chiudere con il tappo.
Io personalmente non l’ho conservata in frigorifero ma ovviamente se non la si consuma celermente, è meglio mettercela.

Sterilizzazione dei barattoli:
Metterli un un tegame alto, assieme ai rispettivi coperchi, coprendo il tutto con acqua fredda e portare a bollore, mettere un asciughino fra i barattoli onde evitare che urtino fra loro e possano creparsi.
Contare mezz’ora dal bollore e farlo proseguire quindi passato questo tempo, spegnere la fiamma e far raffreddare.
Estrarre barattoli e coperchi e girarli su un asciughino pulito, in modo che si scolino.