Uncategorized

Lasagna al Ragù con prosciutto cotto!

Il Ragù fatto dal mio compagno, con tanto di Lasagna, è per me motivo di piacere puro!
Adoro i dolci ma a certi piatti salati proprio non posso resistere, uno dei tanti è appunto la Lasagna sia in versione bianca che rossa.
Se poi è condita col Ragù di Blade…sarei capace di spazzolare l’intera teglia.
Giusto ieri sua mamma ci ha dato la sua Lasagna ottima fatta in casa ma quella del mio Blade non si batte e del resto buon sangue non mente!

Ingredienti per il ragù:
500 gr di macinato misto
3 carote
1 costa di sedano
1 scalogno medio
1 lattina di pomodori pelati a pezzettoni
1/2 bicchiere di latte
1/2 bicchiere di vino rosso
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
sale q.b.
olio evo q.b.

Preparazione:
Pelare le carote, pulire il sedano e la cipolla, ridurre tutto ad un trito fine e metterlo con olio evo, sul fondo di un tegame mescolando il tutto.
Porre il tegame sul fornello a gas a fuoco moderato e far imbiondire la cipolla.
Aggiungere quindi il macinato mescolando e farlo colorire, in seguito unirvi il vino facendolo sfumare, quindi aggiungere i pomodori ed il concentrato, girando con un mestolo.
Lasciare cuocere mescolando di tanto in tanto.
Quando l’acqua dei pomodori si sarà ristretta, aggiungervi il latte e salare.
Cuocere sino a che il latte si sarà completamente amalgamato col resto degli ingredienti.


Ingredienti per la farcitura della lasagna:
sfoglie di lasagne all’uovo precotte
1lt di besciamella fatta in casa, la mia 
1 mozzarella grande tagliata a dadini
parmigiano grattugiato
fettine sottili di prosciutto cotto
Assemblaggio:
Accendere il forno regolandolo sui 180°, nel nostro caso elettrico con funzione tutto ventilato.
In una teglia antiaderente versare uno strato uniforme di besciamella quindi disporre le sfoglie in modo da coprire l’intera superficie.
Cospargere uniformemente con il ragù, i dadini di mozzarella, il prosciutto cotto tagliato a listarelle ed il parmigiano, infine versare la besciamella in modo uniforme.
Ripetere queste operazioni sino alla fine di tutti gli ingredienti.
Tenere da parte un poco di besciamella in modo che quando la lasagna sarà pronta e verrà servita nei piatti, si possa aggiungere bella calda, sulla superficie di ogni porzione.
Cuocere la lasagna in forno caldo per circa una cinquantina di minuti, quando pronta farla riposare una decina di minuti fuori dal forno prima di servirla nei piatti.
La besciamella in cottura tende a restringersi per cui versandone un bel mestolo sulla lasagna poco prima di servirla, rimarrà cremosa.

Annunci
Uncategorized

Torta pannosa con crema al limone e macedonia!

Questa torta l’ho fatta per la mia sorella detta “Milady” e così ho pensato di riprodurre la scritta col cioccolato fondente.
Risale addirittura allo scorso anno, ma ricordo che era davvero buona e cosa importante, a lei piacque moltissimo, il che mi rese felice!

Ingredienti per il pan di Spagna di diametro 24 cm:
3 uova medie a temperatura ambiente
115 gr di zucchero semolato
115 gr di farina 00 setacciata

Procedimento:
Accendere il forno, nel mio caso a 170°, elettrico con funzione statico.
Montare per 15 minuti con le frustine elettriche o con la planetaria, lo zucchero e le uova.
Alla fine di questo tempo, il composto dovrà risultare molto spumoso.
Aggiungervi poco per volta tutta la farina setacciandola ed incorporandola per bene, con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento.
Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato ed infornare.
Farlo cuocere per 25/30 minuti circa, ma verificare sempre la cottura prima di spegnere.
Quando completamente freddo, eliminare bordo e strato superficiale superiore del pan di Spagna.

Ingredienti per la crema pasticcera al limone:
500 ml di latte a temperatura ambiente

125 gr di zucchero semolato
60 gr di farina 00 setacciata

4 scorze di 1 limone grande
3 tuorli medi a temperatura ambiente
Preparazione: 
In un pentolino antiaderente versare il latte ed aggiungervi le scorze del limone, facendo attenzione a non prelevare anche la parte bianca che risulta amara.
Accendere il gas a fiamma moderata, lasciare scaldare il latte e nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche i tuorli con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata.
Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte già caldo e con una frustina in silicone girare sempre fino a quando la crema si sarà addensata.
Coprire con la pellicola trasparente per alimenti fatta aderire direttamente sulla superficie, onde evitare la formazione della crosticina.
Quando la crema sarà fredda, togliere le scorze del limone.

Ingredienti per la farcia e la decorazione:
500 ml di panna da montare fresca e zuccherata

150 gr di cioccolata fondente 
1 lattina di macedonia sciroppata
ciliegie candite 
ananas sciroppate
liquore Alchermes
liquore limoncello (fatto in casa da mia mamma, per la ricetta cliccare qui)
sciroppo delle ananas 
sciroppo della macedonia

Farcia e decorazione:
Tagliare in due metà orizzontalmente il pan di Spagna e porre quella che fa da base, su un piatto da portata.
Con dosi a scelta di limoncello, i due sciroppi e l’Alchermes mescolati assieme in una ciotolina, bagnare la base quindi versarci sopra uno strato generoso di crema, non facendola fuoriuscire dai bordi.
Cospargere con la macedonia scolata ed asciugata quindi bagnare la seconda metà del pan di Spagna e ricomporre la torta.
Montare molto soda la panna, ricoprire l’intera torta livellandola molto bene.
Decorare con la restante panna, con le ciliegie candite e le ananas anch’esse sgocciolate ed asciugate.
Conservare la torta in frigorifero e nel frattempo formare le lettere della scritta.
Sciogliere al microonde o a bagnomaria, il cioccolato fondente quindi versarlo tiepido in una sac a poche con beccuccio tondo, formare le scritte ed i cuori direttamente su un tappetino in silicone o su un foglio di carta da forno.
Farli solidificare dapprima a temperatura ambiente in luogo fresco poi passarli in frigorifero ed in freezer giusto una decina di minuti prima applicarli sulla torta.
Il dolce si conserva in frigorifero sino al momento del taglio.
Uncategorized

Confettura di susine dell’albero di Nadia!

Tempo fa durante una bella giornata passata alla casa al mare dei genitori della nostra amica Nadia, abbiamo raccolto tante susine dai loro magnifici alberi.
Che divertimento, soprattutto per me che adoro la natura, aver colto le susine direttamente dall’albero che produce questi magnifici frutti, è stata una fantastica esperienza, con tanto di scala e cesto!
La confezione l’ha fatta il mio Blade, non è bravissimo?

Ingredienti:
1 kg di susine, il peso si intende senza già i noccioli (noi abbiamo lasciato le bucce)
350 gr di zucchero semolato
succo di 1/2 limone
NB:
Se si vogliono ridurre i tempi di cottura, si può utilizzare una bustina di addensante come Fruttapec della Cameo o Fruttincasa della San Martino (tanto per citarne un paio) aggiungendolo da subito assieme a tutti gli ingredienti.
Procedimento:

Sterilizzare i barattoli che verrano utilizzati come contenitori.
Metterli un un tegame alto, assieme ai rispettivi coperchi, coprendo il tutto con acqua fredda e portare a bollore, mettere un asciughino fra i barattoli onde evitare che urtino fra loro e possano creparsi.
Contare mezz’ora dal bollore e farlo proseguire quindi passato questo tempo, spegnere la fiamma e far raffreddare.
Estrarre barattoli e coperchi e girarli su un asciughino pulito, in modo che si scolino.

Lavare bene sotto acqua corrente le susine e tagliarle dapprima a metà prelevando e gettando via il nocciolo quindi in piccole parti e metterle in un tegame capiente assieme allo zucchero ed al succo di mezzo limone.
Accendere il gas a fiamma media e lasciar cuocere il tutto girando spesso con un cucchiaio.
Cuocere fino a quando si sarà raggiunta la consistenza desiderata, se si vogliono abbreviare i tempi si può utilizzare un mini pimer direttamente nel tegame, togliendo quest’ultimo dalla fiamma onde evitare gli schizzi bollenti della confettura mentre bolle.
Per capire se la consistenza della confettura è quella ottimale, basterà utilizzare un piatto in ceramica su cui farne scivolare una piccola quantità, se mettendo il piatto in verticale si vedrà che la confettura scivola lentamente e non cola, allora è pronta e si può versarla nei barattoli.
Chiudere con il tappo e metterli a testa in giù a raffreddare per poi riportarli nella giusta posizione una volta che la confettura si sarà raffreddata.
Quando sarà stato aperto un barattolo per la consumazione, conservarlo poi in frigorifero ma per non troppi giorni.
Uncategorized

Torta 40 anni con crema Rocher e crema al limone!

Una torta pannosa bigusto in modo da far scegliere agli invitati quale parte assaggiare e perchè no anche entrambe se si è golosi o si ha la curiosità!

Il numero quattro racchiude la crema Rocher, golosa e decisa mentre lo zero è farcito con una crema al limone, delicata e fruttata grazie alla presenza della macedonia.
Ingredienti per 1 pan di Spagna rettangolare:
225 gr di zucchero semolato
225 gr di farina 00
6 uova medie a temperatura ambiente 
Procedimento:
Accendere il forno, nel nostro caso a 180° elettrico, con funzione statico.
Montare per 15 minuti con le frustine elettriche, lo zucchero e le uova.
Alla fine di questo tempo, il composto dovrà risultare molto spumoso.
Aggiungere poco per volta tutta la farina setacciandola ed incorporandola per bene, con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento
Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato.
Cuocerlo per 30 minuti circa, ma verificare sempre prima di spegnere.
Una volta cotto toglierlo dal forno e farlo raffreddare prima di prelevarlo dallo stampo per poi metterlo sul tavolo da lavoro quindi eliminare bordo e strato superficiale superiore.
Ripetere stessi ingredienti e procedimento per fare il secondo pan di Spagna
NB:
Da entrambi i pan di Spagna ho prelevato una piccola quantità di impasto, in egual dose, dopo montati e che ho poi colorato con un colorante alimentare in gel rosso, semplicemente aggiungendovi qualche goccia e mescolando con una paletta.
Anche se questo impasto si dovesse smontare, non vi è alcun problema perchè tanto una volta cotto (basterà una ventina di minuti in una teglia di forma a piacere) servirà solo per poi essere sbriciolato finemente al mixer ed utilizzato per la decorazione.
Ingredienti per la Crema Rocher:
200 gr di Nutella
150 ml di panna vegetale da montare, fredda di frigorifero
90 gr di wafer alla nocciola
60 gr di nocciole pelate leggermente tostate

Procedimento:
Montare la panna soda quindi aggiungervi la Nutella e mescolare con un cucchiaio delicatamente al fine di farle amalgamare entrambe.
Sbriciolare i wafer in un sacchetto di plastica per alimenti, premendoli con le mani, quindi versarli nella crema.
Tritare non troppo finemente le nocciole ma anzi grossolanamente ma senza lasciare pezzi troppo grandi, dopo averle tostate in forno con il grill e fatte poi raffreddare bene.
Aggiungere anche queste ultime al composto e mescolare con un cucchiaio.
La crema che avanza, si conserva in frigorifero per la durata di due o tre giorni.

Ingredienti per la Crema al limone:
500 ml di latte
125 gr di zucchero semolato
60 gr di farina 00 setacciata
4 scorze di un limone
3 tuorli medi a temperatura ambiente
Preparazione:
In un pentolino antiaderente versare il latte ed accendere il gas a fiamma moderata, aggiungervi 4 scorze di un limone lavato ed asciugato.
Nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche i tuorli con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo ed aggiungervi la farina setacciata, sempre lavorando.
Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte già caldo e con una frustina in silicone girare sempre fino a quando la crema si sarà addensata.
Togliere le scorze del limone e coprire con pellicola trasparenti per alimenti fatta aderire a contatto con la superficie, onde evitare il formarsi della crosticina.
Ingredienti per la bagna, la farcia e la decorazione:
latte tiepido
cacao amaro in polvere
1 lattina di macedonia sciroppata, scolata ed asciugata (conservarne lo sciroppo)
liquore Alchermes
limoncello
sciroppo della macedonia
panna fresca già zuccherata da montare 
altra panna fresca già zuccherata da montare e colorare
colorante alimentare in gel rosa
briciole finissime di colore rosso (ottenute mettendo nel mixer un piccolo dolcetto preparato in precedenza, tipo un plumcake o ciambellone in un cui è stato aggiunto colorante alimentare in gel durante la preparazione) 
Procedimento per la bagna, la farcia e la decorazione:
Tagliare con un coltello i pan di Spagna formando un quattro ed uno zero.
Questa operazione l’ha fatta Blade per me, seguendo i contorni dei due numeri che precedentemente aveva ritagliato su fogli di carta A4 e poggiati poi sui pan di Spagna in modo da essere preciso.
Tagliarli entrambi a metà orizzontalmente e porre le basi su un piatto da portata.
Sciogliere il cacao amaro nel latte tiepido e con questa bagna irrorare la base a forma di quattro.
Con un composto di Alchermes, limoncello e lo sciroppo della macedonia in dosi a scelta, irrorare invece la base a forma di zero.
Spalmare un generoso strato di crema Rocher sul numero quattro e fare altrettanto sul numero zero con la crema al limone, quindi cospargere su quest’ultima la macedonia.
Bagnare anche le due rispettive metà dei pan di Spagna e con esse ricomporre i due numeri.
Montare molto soda la panna ed utilizzarne una parte per ricoprire i due numeri mentre con l’altra effettuare le decorazioni a ciuffetto.
Montare molto soda anche l’altra panna aggiungendovi da subito, il colorante rosa in dosi a scelta sino ad ottenere il colore desiderato.
Quindi passare alle decorazioni con ciuffetti alternando panna bianca con panna rosa e mettendo sulla superficie le briciole finissime rosse ma non oltrepassando i contorni,
Tenere la torta in frigorifero sino al momento del taglio.

Uncategorized

Frittata di spaghetti con olive, pachino, zucchine e mozzarella!

Ho palesato varie volte il mio amore per le ricette del riciclo e per le frittate, in ambo i casi possono utilizzare rimanenze di pietanze e con esse, creare dei piatti ancora più sfiziosi.

La frittata di pasta poi ricordo di averla assaggiata molti e molti anni fa e da allora mi è rimasta davvero nel cuore!

Ingredienti:
4 uova medie
1 manciata di parmigiano grattugiato
1 mozzarella piccola
olio evo di oliva
sale fino
spaghetti avanzati conditi con pomodori pachino, olive nere denocciolate e zucchine

Procedimento:
In una ciotola sbattere le uova col sale aggiungendovi gli spaghetti ed il parmigiano e formare un unico composto nel quale andrà messa la mozzarella tagliata a cubetti.
Sul fondo di una padellina antiaderente versare un sottile strato di olio quindi farlo scaldare bene e versarci sopra il composto.
Cuocere sino a doratura su entrambi i lati e servire calda o tiepida.
Quanto è buona!

Uncategorized

Pomodori tondi ripieni di cous cous!

Adoro il cous cous e lo utilizzo almeno una volta a settimana al posto dei primi piatti alternandolo quindi al riso, alla pasta ed ai cereali.
In una precedente ricetta avevo farcito i peperoni, visibili qui:
http://barbapasticcetti.blogspot.it/2014/06/peperone-ripieno-di-cous-cous-e-tonno.html
Stavolta è toccato ai miei amati pomodori!

Ingredienti:
4 pomodori tondi
2 cucchiai di melanzane sott’olio tagliate a julinenne
1 decina di olive denocciolate
1 zucchina romanesca
1/2 bicchiere di cous cous precotto e pronto in 5 minuti
1/2 bicchiere di acqua
olio evo q.b.
sale fino q.b.
prezzemolo fresco tritato q.b.
basilico fresco tritato q.b.
porro fresco tritato q.b.

Procedimento:
Lavare i pomodori ed asciugarli quindi tagliare la calottina tendendola da parte senza staccare il picciolo.
Svuotare i pomodori con un cucchiaio quindi lavarli di nuovo per eliminare eventuali semi rimasti dentro.
Asciugarli bene, oliarli, salarli, cospargerli con prezzemolo, basilico e scalogno tritati.
Cospargere anche le calottine con lo stesso trito salando ed oliando anche queste.
Ricomporre i pomodori coprendoli con le rispettive calottine quindi cuocerli in forno.
Nel frattempo preparare il condimento per il cous cous, tagliare a piccoli pezzetti sia la zucchina che le melanzane scolandole leggermente dall’olio ed a rondelle le olive nere.
Cuocere il tutto in un pentolino oliando e salando quindi spegnere e cuocere il cous cous in mezzo bicchiere di acqua salata appena subito dopo averla portata a bollore ed aver spento il gas.
Aspettare cinque minuti che si gonfi il cous cous quindi versarvi il condimento ed un cucchiaio di olio mescolando bene.
Quando i pomodori saranno cotti, riempirli con il cous cous, coprire con le caolottine e servire tiepidi.

Uncategorized

Mezze maniche con coda di rospo e cozze!

Oggi nella Barba cucina c’è il mio mitico Blade.
Quando sa che un piatto mi piace tanto, è sempre felice di prepararlo, soprattutto nei weekend quando è più libero!
E’ una persona fantastica anche per questi piccoli ma grandi gesti per me.

Ingredienti:

mezze maniche
acqua
sale grosso
coda di rospo pulita
cozze (congelate, già sgusciate e pulite)
pomodorini pachino
aglio tritato
prezzemolo fresco tritato
olio evo
sale fino
vino bianco
peperoncino fresco

Procedimento:
Tritare finemente l’aglio e metterlo a soffriggere in una padella assieme all’olio evo, i pomodorini pachino tagliati a metà e privati dei semini ed al peperoncino tagliato a metà.
Aggiungervi quindi la coda di rospo tagliata a dadini ed il prezzemolo fresco tritato.
Far cuocere a fiamma moderata con coperchio leggermente aperto, quel tanto per far formare un poco di vapore acqueo.
Verso fine cottura aggiungere un bicchierino di vino, lasciarlo sfumare ed infine salare.
Cuocere la pasta in acqua in cui sarà stato aggiunto il sale grosso poco prima del bollore.
Un paio di minuti prima di fine cottura, scolarla ed aggiungerla nella padella con il condimento.
Amalgamare il tutto terminando la cottura della pasta e servirla ancora calda.