Natale

Il mio primo Pandoro: buona la prima!

Seguo da diversi mesi un pasticcere, Chico, il cui blog:
http://www.lapasticceriadichico.it/
è fonte di esperienza maturata in una pasticceria e portata in casa per la nostra gioia!
Tradotto in parole povere significa che il grande Chico ci aiuta con le sue video ricette di facile comprensione ed alla portata di tutti.
Invogliata quindi dopo aver visto il suo Pandoro, l’ho riprodotto anche io.

Ingredienti per il primo impasto:
80 gr di manitoba
45 gr di acqua tiepida
18 gr di lievito di birra (nel mio caso ne ho utilizzati 13 gr)

Procedimento primo impasto con planetaria:

Sciogliere il lievito di birra in acqua tiepida e non troppo calda.

Impastare con 80 gr di farina manitoba nella ciotola di una planetaria a bassa velocità e servendosi del gancio.
Si otterrà un’impasto duretto che andrà lavorato un poco (sul proprio tavolo) per fargli assumere la forma di un panetto il quale dovrà essere messo a lievitare sino al suo raddoppio, in una ciotola infarinata coperta da un canovaccio.
Mettere la ciotola in forno (spento) con un pentolino di acqua calda.
Io ho messo il pentolino d’acqua calda sulla griglia più in basso ed in fondo al forno.
Ingredienti per il secondo impasto:

120 gr di farina manitoba
30 gr di zucchero semolato
1 uovo intero a temparatura ambiente
1 tuorlo a temparatura ambiente

Procedimento secondo impasto:

Dopo che il primo impasto avrà raddoppiato il suo volume metterlo nella ciotola della planetaria ed aggiungerci 120 gr di farina manitoba e far impastare a bassa velocità sempre con il gancio.

Quando la farina sarà stata assorbita quasi del tutto, unire lo zucchero e continuate ad impastare.
Versare poi il tuorlo e l’uovo intero e far impastare sino ad ottenere un impasto liscio che dovrà staccarsi facilmente dalla ciotola della planetaria.
Appena pronto pulire la ciotola, infarinandone il fondo, rimetterci l’impasto lavorato a mano per fargli assumere la forma a panetto.
Metterlo nella ciotola coperta con un canovaccio e far lievitare nello stesso modo usato in precedenza, sino al raddoppio del suo volume.
Ingredienti per il terzo impasto:

250 gr di farina 0
170 gr di burro
130 gr di zucchero semolato
25 gr di panna per dolci
2 tuorli a temparatura ambiente
2 uova intere a temparatura ambiente
20 gr di miele
1 presa di sale fino

1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere (non l’ho messa)

Procedimento per il terzo impasto:

Quando il secondo impasto avrà raddoppiato il suo volume, aggiungere gli ingredienti per il terzo impasto.

Iniziare dalla farina 0, impastando con il gancio poi unire lo zucchero, il miele ed il sale.
Quando questi ingredienti inizieranno ad amalgamarsi, unire i tuorli e le uova intere, una per volta.
Versare anche la panna liquida e impastare sino a che l’impasto inizia a staccarsi dalla ciotola.
Continuare ad impastare ed aggiungere il burro tagliato a pezzetti, poco per volta volta.
Impastare fino a che tutto il burro sarà assorbito completamente dall’impasto. 
Trasferire il composto sul proprio tavolo leggermente infarinato e formare un panetto che andrà messo in una ciotola infarinata coperta con un canovaccio.
Far lievitare il terzo impasto con le precedenti modalità sino al raddoppio.

Passaggio finale e cottura:

Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, versarlo sul proprio piano da lavoro, ripiegare la pasta su se stessa un paio di volte e formare una palla che andrà messa nello stampo per Pandoro.
Avere cura di mettere la parte liscia del panetto sul fondo dello stampo.
Far lievitare per l’ultima volta e sino a circa 2 cm dal bordo dello stampo, infornarlo in forno preriscaldato a 170° con modalità statico.
Dopo 15 minuti abbassare la temperatura a 160° e continuare la cottura per circa 40 minuti.
Quando il Pandoro sarà cotto toglierlo dal forno, farlo raffreddare per una buona mezz’ora prima di toglierlo dallo stampo.
Quando freddo spolverizzare con abbondante zucchero a velo vanigliato.


NB:
Queste dosi vanno bene per un Pandoro da 1 kg.
Ho impiegato all’incirca 12 ore dal primo impasto sino alla cottura finale.

Annunci

30 pensieri riguardo “Il mio primo Pandoro: buona la prima!”

  1. Che meraviglia!!! Sono senza parole Luna, ti è venuto perfettamente e la spiegazione così minuziosa fa venir voglia di provarci 🙂 Sei stata Bravissima…
    Un abbraccio
    Flora

  2. Ma che meraviglia!!! Sei stata bravissima!!! Io non ho mai provato e ho molto timore, anche per quest'anno mi limito ad ammirare, complimenti di vero cuore tesoro! ❤ Un abbraccio grande 🙂 :**

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...