Pomodori ripieni di crema al tonno con capperi ed olive e contorno di patate al forno! Buon Appetito!

Buondì mondo oggi  altro post salato, un’idea per il pranzo o la cena a base di pomodori.
Sono ortaggi che adoro difatti mia mamma mi racconta che quando ero piccola, in estate alla casa al mare (che ora non abbiamo più ahimè) andavo a staccarli dalle piante coltivate da mio papà e li mettevo in bocca per mangiarli!

Splendido piatto “Campo dei Fiori” by Villa D’Este!

Ingredienti per 3 pomodori ripieni: 3 pomodori (rossi tondi a grappolo)-1 cucchiaio di pane grattugiato (meglio se fatto in casa)-prezzemolo e basilico q.b. freschi (del nostro terrazzo!)-2 scatoline di tonno piccole al naturale-3 cucchiai di capperi sott’aceto-olive verdi sott’olio (nel mio caso fatte in casa)-sale fino q.b.- Olio evo Dante q.b.-3 patate medie a pasta gialla.

Procedimento: Per prima cosa sbucciare le patate, tagliarle della forma che si preferisce e condirle in una ciotola con olio, sale, prezzemolo e basilico tritato q.b. lasciandole lì una decina di minuti per farle insaporire.
Accendere il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio (nel mio caso elettrico tutto ventilato su seconda griglia partendo dal basso). Tagliare i pomodori nella parte alta in modo però che rimanga la calottina a fare da coperchio e scavare l’interno con un coltellino eliminando i semi.
Nella coppa di un mixer tritatutto mettere il tonno (sgocciolato bene dall’acqua delle scatoline in cui è contenuto) i capperi, il sale, l’olio, basilico e prezzemolo, qualche oliva, il pane grattugiato e l’interno dei pomodori prelevato prima.
Ridurre il tutto in crema e con essa riempire i pomodori, mettere al centro un’oliva ed una foglia di basilico e coprire ogni pomodoro con la propria calottina.
Sistemare sia le patate che i pomodori su una placca rivestita di carta da forno e versare un po di olio e di sale sull’esterno dei pomodori.
Cuocere sino a quando le patate saranno pronte ed i pomodori mediamente morbidi.
Prima di servirli (caldi, o freddi se si mangiano in estate) posizionare delle foglioline di basilico fresco al centro di ogni calottina.
Se si vuole rendere le patate più croccanti esternamente, accendere il grill del forno 5/10 minuti prima di sfornare.

Buon Barba Appetito!

Prima di lasciarvi ci tengo molto a segnalarvi una pagina FaceBook molto bella, della mia nuova “food amica” Lucrezia!

https://www.facebook.com/lacucinaarcalu?fref=ts

Vi lascio l’indirizzo e vi invito numerose/i a farle visita e se gradirete (ma ovviamente sì!) a lasciarle anche un bel Mi piace.
Anche lei come noi è molto appassionata di cibo per cui prepara tanti manicaretti deliziosi e condivide anche quelli preparati dal altre appassionate/i.
Io vi consiglio vivamente di andare a dare un’occhiata e rifarvi gli occhi con tutte le bontà presenti!
Presto correte subito da lei, vi aspetta numerosi!

Annunci

Lasagne ai carciofi e Lasagne con pesto e scamorza affumicata: oggi doppia ricetta! Nonchè premio e doppio ringraziamento!

Buondì mondo! Oggi ricettina salata e pure doppia visto che il principale ingrediente è la Lasagna!
In questo post voglio anche ringraziare due amiche, devo dire new entries ovvero due food bloggers con cui sono in contatto da poco ma che sono state così carine e gentili da assegnare il premio (lo stesso) al nostro blog! Grazie di cuore carissime.

Ringrazio Erika del blog:
http://mifaiunmuffin.blogspot.co.at/
Una giovane ragazza food blogger che ha creato un delizioso blog con le sue ricette  super golose ed invitanti.
Grazie mille Erika perchè dandomi questo premio, mi hai permesso di conoscere un nuovo blog, il tuo in cui la parola d’ordine è: prendere per la gola!
Tu ci riesci davvero ottimamente, continua così perchè la bravura si riconosce da subito!

Ringrazio Paola del blog:
http://ilnuovopiaceredeisensi.altervista.org/
La nostra amica Paola è fantasiosa e già dal nome del suo blog si viene invogliati a visitarlo per poi non volerne uscire più!
Quante ricette sfiziose e golose ci regala la nostra amica, sempre ben spiegate e dalle fotografie così accattivanti che mangeresti subito lo schermo!!!

Ci sarebbero delle regole da scrivere e rispettare ma poichè questo premio lo abbiamo ricevuto tempo fa e quindi già assegnato a nostra volta, ringraziamo nuovamente e passiamo alle ricettine del giorno!

Lasagne ai carciofi e prosciutto cotto:

Bellissimo piatto serie Campo dei Fiori e posate by
Villa D’este!

Ingredienti tutto q.b.: Sfoglie per lasagne (quelle pronte da cuocere)-carciofi-mozzarella-fettine di prosciutto cotto-besciamella (meglio se fatta in casa)-olio evo Danteprezzemolo fresco (dal nostro terrazzo!)-sale fino-1 spicchio di aglio.

Procedimento: Pulire bene i carciofi innanzitutto strofinando le proprie mani con del succo di limone o usando dei guanti (in lattice) quindi preparare una ciotola con acqua e fettine di limone in cui poi dovranno essere messi i carciofi una volta tagliati perchè a contatto con l’aria tendono a scurirsi ben presto.
Con un coltello liminare la parte esterna del gambo quindi tagliarlo a listarelle.
Eliminare anche le foglie esterne più dure (toglierle sino ad arrivare a quelle più tenere) e tagliare di un paio di centimetri l’estremità spinosa del carciofo ed anche pulire la base del carciofo qualora siano rimaste delle foglie dure. Togliere anche la parte centrale del carciofo ovvero la cosiddetta “Barba”.
Tagliare quindi ogni carciofo a listarelle sottili e per ora lasciarle il tutto a bagno nella ciotola.
Passare la mozzarella in un mixer oppure tagliarla a cubetti piccoli.
Scolare bene i carciofi.
Mettere in una padella l’aglio pulito su fondo di olio evo e farlo dorare quindi toglierlo ed aggiungervi i carciofi ed il prezzemolo tritato, lasciar cuocere una quindicina di minuti con coperchio e salare infine.
In una teglia rettangolare capiente spalmare uno strato di besciamella quindi mettere le sfoglie per lasagne (una vicina all’altra) ed adagiarci sopra fettine di prosciutto cotto (anch’esse una accanto all’altra), i carciofi, cospargere con mozzarella e versare sopra uno strato di besciamella.
Partendo sempre da uno strato di sfoglie per lasagne ripetere tutta la sequenza sino ad ottenere tanti strati quanti se ne vogliono.
Infornare e cuocere sino a completa cottura (di solito quando si forma la crosticina sulla sfoglia) seguendo le caratteristiche del proprio forno.

Per la besciamella fatta in casa il link sul nostro blog è questo:
http://barbapasticcetti.blogspot.it/2013/01/crepes-di-farina-integrale-e-ripiene-di.html



Lasagne con pesto e scamorza affumicata:

Bellissimo piatto serie Fattoria by Villa D’Este!

Ingredienti tutto q.b.: Sfoglie per lasagne (quelle pronte da cuocere)-besciamella (meglio se fatta in casa)-pesto (nel nostro caso senza aglio)-mozzarella -scamorza affumicata.

Procedimento: In una teglia rettangolare capiente spalmare uno strato di besciamella quindi mettere le sfoglie per lasagne (una vicina all’altra), passare sopra un leggero strato di pesto, cospargere il tutto con dadini di scamorza affumicata e dadini di mozzarella ( o anche passata al mixer) e coprire il tutto con la besciamella.
Partendo sempre da uno strato di sfoglie per lasagne ripetere tutta la sequenza sino ad ottenere tanti strati quanti se ne desiderano.
Infornare e cuocere sino a completa cottura (di solito quando si forma la crosticina sulla sfoglia) seguendo le caratteristiche del proprio forno.

Auguri al mio Papà detto Pipo!!!! Ed Anche a tutti i papà ed ai Barbapapà!!!!!

Buondì! Oggi Festa del Papà pertanto Mille Auguroni al mio Papy detto Pipo ed ovviamente
Mille Auguroni anche a tutti i papà.
Lo scorso anno per festeggiare il mio, feci una torta a forma di camicia (che vedete nella foto sottostante) mentre quest’anno di comune accordo con mia mamma, ho fatto solo dei biscottini leggeri al semolino, che a lui piacciono però tanto (ed anche a me!) in quanto il mio papy seppur sempre in forma, ha qualche piccolo valore alto riscontrato nelle analisi pertanto meglio evitare farciture eccessive e calorie!!!!
Mi dispiace non poter pasticciare in grande però la salute prima di ogni cosa.
Il link per vedere l’intera ricetta è Qui.

Auguri anche ai Barbapapà ovviamente!!!!!!

Torta al cacao (dei 7 vasetti) con crema allo zabaione e ricoperta di panna. Troppo golosa per resistergli!

Oggi altra torta pannosa! L’ho preparata per portarla a mia madre e mia sorella, ogni tanto coccolare un po anche le donne della mia famiglia ci vuole ed è andata a ruba anche da mio papà ^_^
Morbidissima e super golosa, non c’è bisogno nemmeno di utilizzare la bagna.

Ingredienti per la Torta dei 7 vasetti: 1 vasetto di yogurt bianco magro da 125 gr-2 vasetti e 1/2 di farina 00 setacciata-2 vasetti di zucchero semolato-1 vasetto di olio di semi (di girasole nel mio caso)-1/2 vasetto di cacao dolce in polvere-3 uova medie intere-1 pizzico di sale fino-1 bustina di lievito in polvere per dolci.
PS: Come misurino si utilizza il vasetto dello yogurt.

Procedimento: Accendere subito il forno regolandolo con le caratteristiche del proprio, nel mio caso elettrico statico tutto ventilato, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso.
Nella coppa di un robot da cucina versare le uova, lo yogurt, il sale e lo zucchero e far montare bene, spegnere le lame ed unire lievito e farina setacciandoli quindi riprendere a montare unendo anche l’olio ed il cacao dolce.
Spegnere il robot quando il composto sarà liscio e senza grumi e versarlo in uno stampo imburrato ed infarinato, nel mio caso è uno stampo in silicone a forma di cuore per cui non ho dovuto imburrarlo nè infarinarlo.
Infornare fino a completa cottura, nel mio caso circa 45/50 minuti.
Lasciarlo freddare nello stampo quindi prelevarlo e metterlo su un piatto da portata.

Ingredienti Crema allo zabaione: 125 gr di zucchero semolato-3 tuorli-60 gr di farina 00 setacciata-480 ml di latte-2 bicchierini (da liquore) di Marsala semi secco o secco.

Preparazione: In un pentolino antiaderente versare il latte ed il Marsala, accendere il gas a fiamma moderata e far scaldare.
Sbattere tuorli e zucchero e a composto omogeneo ottenuto aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata.
Versare il tutto a filo nel pentolino del latte già caldo con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare bene girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata per bene.
Far raffreddare a temperatura ambiente.

Ingredienti utili per la farcitura e la decorazione della torta: 450 ml di panna fresca zuccherata da montare-confettura di fragole q.b. (o altra confettura o marmellata)-pallini di cioccolato (o gocce o scaglie).

Farcitura e la decorazione della torta: Tagliare orizzontalmente il dolce in due parti di cui la base dovrà essere più alta, porre quindi quest’ultima su un piatto da portata e l’altra metà girandola su un piatto.
Scavare con le mani la base (senza toccare i bordi) prelevando un po di dolce quindi sbriciolare la parte prelevata molto finemente usando un mixer e tenerla per ora da parte.
Con la marmellata di fragole ricoprire la base del dolce, basta una leggera passata omogenea quindi versare su essa la crema allo zabaione, spalmandola bene e cospargere con i pallini di cioccolato.
Spalmare la marmellata di fragole anche sulla parte interna dell’altra metà e porla sulla base ricomponendo così il cuore.
Montare la panna abbastanza soda e con essa ricoprire l’intero dolce e procedere alle decorazioni a piacere.
La parte di dolce prelevata la si può usare per decorare, nel mio caso ho fatto con essa un cuore.

Questo è la stampo in silicone comprato all’Ikea!

Bignè sì ma salati: 3 golose idee per farcirli! Uno tira l’altro…iniziamo a gustare?

Salve mondo! Adoro preparare sfiziosità per i buffet difatti quando facciamo inviti a casa nostra, i commensali ormai sanno che da noi non c’è la classica cena bensì tante golosità salate che devo dire sono fortunatamente sempre apprezzate.
Oggi quindi alcune idee salate per farcire i bignè!

Bignè con gamberetti-lattughino e stracchino:

Ingredienti: Bignè medi vuoti-stracchino-lattughino (già tagliato e pulito)-gamberetti medi (congelati nel nostro caso).

Procedimento: Portare a bollore dell’acqua in un pentolino e tuffarci per 2/3 minuti i gamberetti quindi scolarli e farli raffreddare, inciderli infine con un coltellino per sfilare il filamento nero.
Tagliare a metà i bignè.
In una ciotolina mescolare lo stracchino per renderlo ancora più morbido quindi con esso spalmare entrambe le metà di ogni bignè.
Adagiare sopra la metà che fa da base il lattughino (un paio di fogliette) ed un paio di gamberi.
Chiudere con l’altra metà.
Ripetere questa operazione per tutti i bignè.

Bignè con salmone affumicato e crema all’erba cipollina:

Ingredienti: Bignè medi vuoti-salmone affumicato a fette (quello confezionato)-formaggio cremoso spalmabile (tipo philadelphia)-erba cipollina secca tritata.

Procedimento: Tagliare a striscette il salmone, grandi tanto quanto la capienza dei bignè.
In una ciotolina mescolare il formaggio spalmabile e l’erba cipollina secca (quantità a scelta).
Tagliare a metà tutti i bignè e spalmare entrambe le metà con la crema quindi adagiare al centro di ognuno il salmone.
Ricomporre tutti i bignè.

Bignè con insalata iceberg e crema di pomodori secchi:

Ingredienti: Bignè medi vuoti-foglie di insalata iceberg lavate ed asciugate-pomodori secchi sott’olio-formaggio cremoso spalmabile alle erbette (tipo philadelphia).

Procedimento: Tagliare a metà tutti i bignè.
Tagliare a striscette l’insalata grandi tanto quanto la capienza dei bignè.
In un mixer mettere il formaggio spalmabile con alcuni pomodori secchi (scolarli leggermente dall’olio) e far amalgamare ( i pomodori dovranno essere tritati bene).
Spalmare entrambe le metà dei bignè con la crema ottenuta quindi porre al centro l’insalata e richiudere ogni bignè con le rispettive metà.

Buon Appetito!

Spaghetti integrali Mon Amour: due ricettine invitanti…che dite pranziamo?

Oggi ricetta doppia con un comune denominatore ovvero gli spaghetti integrali.
Adoro i primi piatti e cosa strana ho iniziato ad amarli anni fa durante una dieta, può sembrare un controsenso visto che nelle diete di solito si mangia tutto scondito ed anche la pasta è poco invitante, ma vi giuro che è così. Prima di allora infatti a malapena la mangiavo!

Spaghetti integrali con crema di zucchine e pachino:

Splendido piatto serie “Mediterraneo” by Villa D’Este!

Ingredienti per 2 persone: Spaghetti integrali q.b.-4/5 pomodori datterino-1 zucchina media-Olio evo Dante q.b.-1 cucchiaio di concentrato di pomodoro-peperoncino in polvere q.b.-sale grosso e fino q.b.-1 mozzarella piccola di bufala-acqua q.b.

Procedimento: Mettere a bollire l’acqua per la pasta e salarla a piacere con il sale grosso.
Nel frattempo tagliare a dadini le zucchine ed i pomodorini e versare entrambi in una padella su fondo di olio evo, aggiungere il concentrato di pomodoro, un bicchiere di acqua, il peperoncino e far cuocere.
Verso fine cottura aggiustare di sale e versare il tutto nel bicchiere di un mini pimer (o nella coppetta di un mixer) e ridurre in crema. Rimettere la crema nella padella ed aggiungervi gli spaghetti scolati un paio di minuti prima di fine cottura.
Terminarne quindi la cottura mantecandoli con la crema e servire nei piatti aggiungendovi i pezzettini di mozzarella.

Spaghetti integrali con zucchine e gamberi:

Splendido piatto serie Campo dei  Fiori by Villa D’este!

Ingredienti per 2 persone: Spaghetti integrali q.b.-1 zucchina media-7/8 gamberi (nel mio caso di misura media, surgelati e sgusciati )-Olio evo Dante q.b.-sale grosso e fino q.b.-acqua per la cottura della pasta q.b.-prezzemolo tritato molto finemente (nel mio caso fresco direttamente dal nostro terrazzo!)-mezzo scalogno tritato finemente-peperoncino in polvere q.b.-1 bicchiere di vino bianco.

Procedimento: Mettere a bollire l’acqua per la pasta e salarla con sale grosso.
Nel frattempo sbollentare un paio di minuti i gamberi quindi scolarli, inciderli leggermente quel tanto che basta per togliere il filamento nero, tagliare alcuni a piccoli pezzetti e lasciarne altri interi.
In una padella versare sul fondo olio evo e lo scalogno tritato facendolo dorare quindi aggiungere la zucchina tagliata pezzetti, il peperoncino, il prezzemolo tritato, un goccio di acqua.
Cuocere con coperchio chiuso ed a metà cottura aggiungere i gamberi ed il vino bianco ed una volta sfumato salare a piacere e terminare la cottura delle zucchine.
Quando cotta la pasta scolarla un minuto prima di fine cottura e versarla nella padella assieme al condimento, mantecare il tutto e terminare la cottura della pasta.
Servire mettendo in cima i gamberi lasciati interi e foglioline di prezzemolo fresco.

Ed ora la foto del nostro Prezzemolo che ho utilizzato per le due ricette!



Focacce alle erbette, con pachino e con tante bontà: provare per credere!

Tempo fa in frigorifero avevo due cubetti di lievito e pensa che ti ripensa mi è venuto in mente di non aver mai fatto sino ad’ora una bella focaccia.
Detto fatto ecco qui le focacce, alcune delle quali sono state regalate!
La ricetta base l’ho prelevata dal dal blog carinissimo di Misya e precisamente da questo suo post: http://www.misya.info/2011/05/20/focaccia-alle-erbe.htm
Ma ho poi apportato alcune mie personali modifiche.

Ingredienti per una focaccia con pachino ed origano per uno stampo di diametro 26/28 cm:
500 gr di farina 00-300 ml di acqua-20 gr di lievito di birra (1 cubetto circa)-50 ml di olio evo più 3 cucchiai1 cucchiaino di sale fino più altro sale fino q.b.-erbette miste q.b. nel mio caso: erba cipollina-salvia-menta-origano-prezzemolo-basilico (il prezzemolo ed il basilico li ho utilizzati freschi e li ho tritati io perchè li ho sul terrazzo di casa, tutte le altre erbette invece le ho utilizzate secche e già tritate-pachino q.b.

Procedimento con planetaria (ma l’impasto può essere fatto tranquillamente a mano):
Scaldare leggermente l’acqua sino a farla diventare tiepida ed in essa sciogliere il cubetto di lievito.
Nella coppa della planetaria o sul tavolo da lavoro mettere la farina e versarci l’olio, aggiungere l’acqua con il lievito, azionare il gancio e far girare a velocità media (o impastare a mano), aggiungere il sale e le erbette tritate.
Far impastare per bene (nel mio caso circa 5 minuti sempre a velocità media) sino a quando il composto sarà omogeneo e si staccherà via facilmente sia dal gancio che dai bordi della coppa (o dalle vostre mai e dal tavolo di lavoro).
Lavorarlo ulteriormente sul tavolo un paio di minuti e dargli la forma di panetto che dovrà essere messo a lievitare al buio e lontano da correnti d’aria.

Nel mio caso l’ho messo nella coppa della planetaria coperta con un asciughino, all’interno del forno a microonde spento coperto tutto intorno con una tovaglia per circa 2 ore o comunque sino al raddoppio del suo volume.
Una volta lievitato riprendere il panetto, lavorarlo di nuovo un paio di minuti con le mani e sistemarlo in uno stampo rivestito di carta da forno.
Tagliare i pachino a metà e disporli sulla superficie, cospargere con l’origano e versare 3 cucchiai di olio evo.
Infornare in forno già caldo regolandosi con le caratteristiche del proprio forno.
Nel mio caso elettrico statico tutto ventilato, seconda griglia partendo dal basso, 180° per circa 30 minuti.

Un altro giorno ho invece sfornato le tre focacce che vedete qui sotto!

Ingredienti per una focaccia con diametro di 20 cm più due piccole di 15 cm:

500 gr di farina 00-300 ml di acqua-20 gr di lievito di birra (1 cubetto circa)-50 ml di olio evo più ulteriore olio evo q.b.1 cucchiaino di sale fino più altro sale fino q.b.-erbette miste q.b. nel mio caso: erba cipollina-salvia-menta-origano-prezzemolo-basilico (il prezzemolo ed il basilico li ho utilizzati freschi e li ho tritati io perchè li ho sul terrazzo di casa, tutte le altre erbette invece le ho utilizzate secche e già tritate-pachino q.b.-1/2 cucchiaio di Pesteda Vis-olive nere denocciolate q.b.-pecorino leggermente piccante q.b.-formaggio tipo Galbanino q.b.-1/2 scalogno-capperi sott’aceto q.b.-dadini di lonza di maiale q.b.

Procedimento con planetaria (ma l’impasto può essere fatto anche a mano):

Scaldare leggermente l’acqua sino a farla diventare tiepida ed in essa sciogliere il cubetto di lievito. Nella coppa della planetaria o sul tavolo da lavoro mettere la farina e versarci l’olio, aggiungere l’acqua con il lievito, azionare il gancio e far girare a velocità media (o impastare a mano), aggiungere il sale. Far impastare per bene (nel mio caso circa 5 minuti sempre a velocità media) sino a quando il composto sarà omogeneo e si staccherà via facilmente sia dal gancio che dai bordi della coppa (o dalle vostre mai e dal tavolo di lavoro). Lavorarlo ulteriormente sul tavolo un paio di minuti e dargli la forma di panetto che dovrà essere messo a lievitare al buio e lontano da correnti d’aria.

Nel mio caso l’ho messo nella coppa della planetaria coperta con un asciughino, all’interno del forno a microonde spento coperto tutto intorno con una tovaglia per circa 2 ore o comunque sino al raddoppio del suo volume.

Una volta lievitato riprendere il panetto lavorarlo sul tavolo un paio di minuti ed allargarlo bene con le mani. 

Mettere al centro tutte le erbette tritate assieme ai capperi e allo scalogno, aggiungere la Pesteda ed i formaggi e la lonza tagliati a dadini piccoli. Richiudere a panetto il composto in modo che tutti gli ingredienti non escano. Tagliare a metà i pachino e a rondelle le olive e disporli entrambi sulla superficie, cospargere con l’origano ed irrorare con olio evo. Infornare in forno già caldo regolandosi con le caratteristiche del proprio forno.

Nel mio caso elettrico statico tutto ventilato, seconda griglia partendo dal basso, 180° per circa 30 minuti.