Ciambelle al vino…senza vino ma con liquore S.Marzano! Oggi in cucina per noi a pasticciare c’è Blade ^_^

Buondì mondo! Oggi Blade-ricetta fresca di esecuzione ovvero fatta due giorni fa lui che avendo voglia di un dolcetto si è messo all’opera ed ecco cosa ha creato!
Aveva voglia di ciambelline al vino ma ovviamente cosa mancava a noi in dispensa?
Il vino ovviamente! Non si è perso però d’animo ed ha utilizzato il liquore S.Marzano Borsci.
La ricetta è stata presa dal web e precisamente da questo post:
http://pucca70.blogspot.it/2013/05/ciambelline-al-vino-e-semi-di-anice.html
a cui però lui ha apportato sue personali modifiche.

Ingredienti: 170 gr di zucchero semolato + zucchero semolato q.b.-500 gr di farina 00-1 bicchiere di olio di semi (di girasole nel nostro caso)-mezzo bicchiere di cui una parte di acqua e l’altra di Liquore S.Marzano Borsci (al posto di mezzo bicchiere di vino)-mezzo bicchiere di liquore all’anice (Sambuca nel nostro caso)-2 cucchiai di semi di anice.



Procedimento con planetaria (ma si può fare tranquillamente a mano): Mettere subito a bagno i semi di anice nella Sambuca e lasciarli ammollo per una decina di minuti.
Passato questo tempo, mettere tutti gli ingredienti nella coppa della planetaria o sul proprio tavolo da lavoro ed impastare bene sino ad ottenere un panetto.
Sul un piano da lavoro dividerlo in parti più piccole con cui formare dei rotolini.
Tagliare i rotolini in pezzi con misura a proprio piacimento e formare le ciambelle.
Passare le ciambelle nello zucchero semolato e disporle su placche da forno rivestite con carta da forno o con tappetini in silicone.
Infornare in forno preriscaldato a 170° per 25/30 min. e fino a quando saranno dorate.  Se cotte più del dovuto tendono ad indurirsi

Ed ora…Merendaaaaaaa!
Annunci

Panini golosini con stracchino e prosciutto cotto a dadini: splendide delizie per grandi e piccini!!!!

Oggi cominciamo il post in rima…no non mi sono impazzita è solo che questi panini li adoro ed il mio compagno mi ha fatto mille complimenti il che mi ha lusingata moltissimo.
La ricetta è stata presentata da Anna Moroni nella trasmissione “La prova del cuoco” ed io l’ho prelevata dalla rivista “Bene insieme” (dove è stata pubblicata) che si trova mensilmente nei supermercati a marchio Conad.
Ho apportato alcune modifiche a mio piacimento che troverete in seguito.

Splendido piatto ovale serie Fattoria by Villa D’Este!

Ingredienti per circa 10-15 panini a seconda della grandezza: 250 gr di farina 00-120 di stracchino (o crescenza a temperatura ambiente)-100 gr di parmigiano grattugiato finemente-1 uovo intero-1 tuorlo-1/2 cucchiaio di sale fino-1 cucchiaio di zucchero semolato-1 bustina di lievito in polvere per pizze e torte salate-latte intero q.b. per ottenere un impasto morbido ma non molle e per spennellare i panini-150 gr di prosciutto cotto a dadini (non presente nella ricetta originale)-semi di sesamo e di papavero q.b. (non presenti nella ricetta originale).

Procedimento: In una ciotola o direttamente sul tavolo da lavoro porre la farina e fare un incavo al centro in cui mettere lo stracchino, l’uovo ed il tuorlo, lo zucchero, i dadini di prosciutto, il parmigiano ed il sale. Aggiungere il latte poco per volta per rendersi conto dell’impasto che dovrà essere morbido ma non appiccicoso nè molle.
Per ultimo aggiungere il lievito ed impastare il tutto fino a formare un panetto.
Accendere il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio.
Nel mio caso elettrico statico tutto ventilato a 180°, placca su seconda griglia partendo dal basso.
Formare, con grandezza a proprio piacimento, i panini, spennellarli con il latte e cospargerli con semi di sesamo alcuni e semi di papavero altri.
Metterli su una placca da forno distanziandoli un po gli uni dagli altri perchè in cottura lieviteranno ed infornarli per circa 15 minuti.
Sono molto buoni caldi!

Splendido piatto ovale serie Fattoria by Villa D’Este!

Torta Red velvet (a modo nostro) dei 40 anni: Tanti anzi Tantissimi Auguroni a Blade!

Ebbene sì i suoi “primi” 40 anni sono arrivati! E con essi una torta degna dell’età che ha raggiunto Blade. Creata sia da me che da lui sotto la supervisione e le direttive del mio fidato peluche Barbapapà, siamo stati tutti contenti di festeggiare!

NB: La torta finale è composta da un dolce Red velvet a forma di quattro ed un dolce al cacao a forma di zero.
Entrambi sono dolci realizzati con la ricetta della Torta allo yogurt o dei 7 vasetti.
Cercando su internet questa famosa Red velvet alla fine abbiamo visto che altro non è che una semplice torta colorata di rosso, nessun ingrediente particolare, per cui abbiamo pensato di utilizzare come base la torta morbidissima allo yogurt detta anche dei 7 vasetti.
Come farcitura per entrambi i numeri abbiamo utilizzato una crema alla vaniglia con fragoline semi candite.

 Ingredienti per la Red velvet (nel nostro caso dei 7 vasetti con aggiunta di colorante rosso):
3 vasetti di farina 00 setacciata-2 vasetti di zucchero semolato-1 vasetto di olio di semi (di girasole nel mio caso)-1 vasetto di yogurt bianco dolce da 125 gr-3 uova medie intere-1 pizzico di sale fino-1 bustina di lievito in polvere per dolci-la scorza di 1 bel limone grande lavato-colorante alimentare in gel rosso acceso q.b.

 PS: Come misurino si utilizza il vasetto dello yogurt
Procedimento per uno stampo rettangolare di misure 29 cm x 26cm:
Accendere subito il forno regolandolo con le caratteristiche del proprio, nel mio caso elettrico statico tutto ventilato, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso.
Nella coppa di un robot da cucina versare le uova, lo yogurt, il sale e lo zucchero e far montare bene, spegnere le lame ed unire lievito e farina setacciandoli quindi riprendere a montare unendo anche l’olio e grattare la scorza del limone ed aggiungerla mentre il robot è ancora in funzione. Aggiungere sempre montando, il colorante rosso sino a quando il composto sarà colorato in maniera omogenea di un bel rosso vivo. Spegnere il robot e versare il tutto in uno stampo imburrato ed infarinato. Infornare fino a completa cottura, nel mio caso circa 45/50 minuti.
Lasciarlo raffreddare nello stampo quindi prelevarlo e metterlo su un piatto da portata rettangolare grande in modo che entrino due dolci.


Altri ingredienti per il secondo dolce al cacao e per la farcitura di entrambi:
Cacao dolce in polvere q.b.-300 ml di panna fresca da montare circa-Mostarda di fragoline Lazzaris q.b. (o.fragoline candite o semi candite)-Confettura di visciole q.b.-Confettura di Pesche q.b.

Ripetere lo stesso procedimento con gli stessi ingredienti della Red Velvet per ottenere il secondo dolce solo che al posto del colorante rosso noi abbiamo utilizzato il cacao dolce sino ad ottenere un colore marroncino scuro.

Ingredienti per la Crema alla vaniglia: 500 ml di latte-40 gr di Amido di mais per dolci (è un addensante)-40 gr di zucchero semolato-1 bacca di vaniglia (con queste dosi verrà abbondante crema che avanzerà).

Procedimento: In un pentolino, sul fornello a gas acceso a fuoco medio, versare il latte, lo zucchero e l’amido di mais setacciandolo, aggiungere i semi della bacca (inciderla lungo tutta la lunghezza e con un coltellino raschiare i semini facendoli andare nel latte) e la bacca stessa.
Mescolare bene con una frustina (a mano) sino a quando la crema si sarà addensata, lasciarla raffreddare.

NB: La ricetta della Crema è stata presa dal web (purtroppo il mio compagno non ricorda il link) dimezzandone però le dosi originali.


Farcitura, assemblaggio e decorazione:
Una volta che entrambe le torte saranno pronte tagliarle a forma di numero. 
Il mio compagno ha prima disegnato su due fogli di carta formato A4, i numeri 4 e 0 poi li ha ritagliati ed infine li ha poggiati sulle rispettive torte e ritagliati con un coltello a lama liscia, lasciando da parte tutti i bordi in eccesso (quelli rossi serviranno dopo per la decorazione esterna).

Tagliare i numeri a metà facendo attenzione a non romperli. Con una spatolina ricoprire la base dei due numeri, uno con confettura di

pesche e l’altro con quella di visciole. 
Passare sopra un’abbondante strato di crema alla vaniglia (senza farla fuoriuscire dai bordi) ed in fine distribuire uniformemente le fragoline. 
Ricoprire entrambi i numeri con le loro rispettive metà facendo combaciare bene i bordi e porre il tutto in frigorifero momentaneamente.
Infine prendere la panna dal frigorifero e montarla a neve ferma. Con essa ricoprire interamente i numeri.  Mettere il bordo rosso in eccesso in un mixer e tritarlo molto finemente per poterlo utilizzare come copertura ( o se preferite potete usare anche quello nero).

Effettuare quindi le decorazioni con la panna con due diversi beccucci inseriti uno in una sac a poche mentre l’altro in una siringa da pasticceria.
Potete vedere nella fotografia quali abbiamo utilizzato.
Quello a destra per le decorazioni lungo tutti i bordi mentre quello a sinistra per i ciuffetti.
Dopo aver effettuato le decorazioni cospargere la superficie con il trito rosso.

Interno della torta al cacao!
Interno della Red velvet!
Particolare delle decorazioni!
Tantissimi Barba Auguri!

Che inizino i festeggiamenti!
La bottiglia che vedete nella foto sottostante l’ho comprata per lui, è un buonissimo Prosecco, la particolarità sono gli Swarovski applicati sull’etichetta, non è una bellissima idea regalo?

Torta "Arlecchina" con ripieno di crema pasticcera: e che Buon Carnevale sia!

Buondì mondo! In questo periodo ho fatto torte e tortine a go go che poco per volta pubblicherò, da gennaio sino ad agosto avrò molti Compleanni e ricorrenze da festeggiare per cui vedrete molti “dolci” post, del resto come sapete il Barba pasticetti adora lo zucchero per cui abbiate molta pazienza!!!

Ingredienti per la base (ovvero per la torta dei 7 vasetti) io ho utilizzato uno stampo da 20 cm bello alto): 3 uova medie intere-3 vasetti di farina 00 setacciata-2 vasetti di zucchero semolato-1 vasetto di yogurt bianco dolce-1 vasetto di olio di semi (girasole nel mio caso)-1 pizzico di sale fino-1 bustina di lievito in polvere per dolci-250 ml di panna liquida fresca da montare già zuccherata-smarties colorati-zuccherini colorati-confettura ai frutti di bosco q.b. (nel mio caso Salsa di Frutti di Bosco dolce piccante Lazzaris )-limoncello q.b.
NB: Il peso è espresso in vasetti nel senso che come misurino si usa il vasetto di uno yogurt (nel mio caso da 125 gr).
Procedimento: Accendere subito il forno regolandolo con le caratteristiche del proprio, nel mio caso elettrico statico tutto ventilato 170°, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso. Nella coppa di un robot da cucina versare le uova, lo yogurt, il sale e lo zucchero e far sbattere bene, spegnere le lame ed unire lievito e farina setacciandoli quindi riprendere a montare unendo anche l’olio.

A composto liscio e senza grumi ottenuto spegnere il robot e versarlo in uno stampo imburrato ed infarinato (io ne ho versata una parte anche in uno stampo da 10 cm).
Infornare fino a completa cottura, nel mio caso circa 45/50 minuti. Lasciare raffreddare il dolce nello stampo quindi prelevarlo.

Ingredienti per la crema pasticcera ( queste dosi vanno bene per una torta da 26/28 cm per cui un pò di crema mi è avanzata):
125 gr di zucchero semolato-3 tuorli-60 gr di farina 00 setacciata-500 ml di latte-la scorza di un limone lavato bene.

Procedimento: In un pentolino versare il latte e la scorza del limone ed accendere il gas a fiamma moderata, lasciarlo scaldare senza portarlo ad ebollizione, nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche le uova con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata.
Ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte già caldo con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare bene girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata per bene e togliere la scorza.

Farcitura assemblaggio e decorazione torta: Dopo aver tagliato a metà la torta mettere il disco che fa da base su un piatto da portata e spalmare su tutta la superficie uno strato di confettura ai frutti di bosco quindi coprire con abbondante strato di crema pasticcera.
Bagnare con il limoncello (che io ho allungato con un poco di acqua) leggermente ed internamente il secondo disco quindi con esso ricoprire la base facendo combaciare i bordi.
Montare bene la panna e con essa ricoprire l’intera torta quindi procedere alle decorazioni con sac a poche o siringa da pasticcere.
Cospargere la superficie con zuccherini e posizionare gli smarties.

Pasta sfoglia mon amour: vol au vent, girelle, fagottini e tortino… Io assaggio e voi?

Buongiorno! Dopo tanti dolci oggi un post salato veloce veloce per iniziare la settimana.
Adoro la pasta sfoglia perchè è molto versatile, sia in versione dolce che in quella salata è una vera leccornia e ti può salvare la cena e la serata o anche se si avverte un leggero languorino!
Ho riunito quindi in questo post alcune sfiziosità fatte da noi in diverse occasioni.

Vol au vent con moscardini e Girelle al pesto:

Splendido piatto Serie Campo dei fiori by Villa D’este!

Ingredienti: 1 confezione di vol au vent tondi vuoti-moscardini (nel nostro caso freschi già puliti)-pomodori pachino-sale fino-pepe nero tritato-Olio evo Dante-vino bianco-scalogno-prezzemolo fresco lavato-peperoncino fresco lavato-1 rotolo rettangolare di pasta sfoglia da frigorifero-zucchine medie-pinoli-pesto alla genovese senza aglio.

Procedimento per i Vol au vent: Tagliare a pezzetti i moscardini.
In una padella mettere la cipolla, il prezzemolo ed il peperoncino tritando il tutto molto finemente, far rosolare con olio evo.
Aggiungere i moscardini ed i pachino tagliati e cubetti, far cuocere il tutto a coperchio chiuso ed aggiungere un poco di acqua se necessario, a metà cottura versare il vino bianco e quando evaporato salare e pepare e finire la cottura senza coperchio.
Con questo composto riempire i vol au vent che andranno poi infornati per un quarto d’ora circa a 170°.

PS: Ne abbiamo fatti anche alcuni con i funghi che erano avanzati dal giorno precedente.
I funghi erano champignon puliti e tagliati a pezzettini e cotti in padella con olio, sale, prezzemolo tritato ed un poco di pepe nero macinato.

Procedimento per le Girelle: Srotolare la pasta sfoglia sulla carta nella quale è arrotolata e spalmare l’intera superficie (evitando i bordi) con il pesto.
Tagliare le zucchine seguendone la lunghezza in strisce sottili e posizionarle su tutta la superficie della sfoglia senza sovrapporle.
Distribuire uniformemente i pinoli quindi arrotolare abbastanza strettamente la pasta sfoglia (lasciare distesa la carta).
Con un coltello a lama liscia tagliare delle girelle dello spessore di 2/3 cm e posizionarle su una placca da forno rivestita con carta da forno ( o anche con la stessa in cui era arrotolata la pasta sfoglia ) e lasciar cuocere 20/25 minuti a 170°/180° in forno già bello caldo.

Fagottini all’ortolana filanti:

Splendido piatto serie Fattoria by Villa D’Este!

Ingredienti per fagottini:1 rotolo rettangolare di pasta sfoglia da frigorifero-1 zucchina piccola-1 melanzana piccola-1 mozzarella piccola-6/7 pomodori pachino-Olio evo Dante 2 cucchiai-sale fino q.b.-acqua q.b.
Procedimento: In una capiente padella mettere a cuocere pomodori, melanzana e zucchina tagliato tutti a dadini con olio e con coperchio chiuso.
Aggiungere acqua calda se necessario e salare verso fine cottura.
Nel frattempo tagliare la mozzarella a cubetti.
Stendere la pasta sfoglia su un tavolo da lavoro (infarinarlo un po se necessario) e con la rotella dentellata  (taglia frappe) ricavare dei rettangoli (a me ne sono venuti 8 e con la pasta avanzata ho fatto un fagottino tondo).
Al centro di quattro rettangoli porre il composto di ortaggi ed un po di mozzarella e ricoprire ognuno con un altro rettangolo facendo combaciare i bordi premendoli bene per farli aderire.
Ritagliare i bordi in eccesso con la rotella dentellata e con la pasta rimanente fare ulteriori fagottini.
Cuocere in forno caldo a 170° per circa 20/25 o comunque sino a quando la pasta sfoglia sarà dorata.

Tortino tricolore di pasta sfoglia:

Ingredienti: 1 rotolo tondo di pasta sfoglia-1 zucchina media-10 pomodori pachino-100 gr circa di ricotta fresca di mucca-sale fino q.b.-Olio evo Dante q.b.

Procedimento: Accendere il forno sui 170° circa.
Tagliare a rondelle sottili la zucchina (lavata ed asciugata), tagliare a rotelle anche i pachino ed in una ciotola condire il tutto con olio e sale.
Srotolare la pasta e metterla in uno stampo tondo rivestito con la stessa carta in cui era arrotolata (tagliando il bordo della carta in eccesso ).
Spalmare sul fondo metà ricotta e distribuire pachino e zucchine quindi formare un ulteriore strato con i restanti pomodori, zucchine e ricotta.
Infornare per circa 25/30 minuti o comunque sino a quando la sfoglia sarà dorata.

Torta dei 7 vasetti farcita con crema pasticcera al limone: E mille Auguroni alla mia mamma!

Qualche giorno fa è stato il Compleanno di mia mamma ed anche quest’anno sono stata incaricata della torta! Potevo andarla a comprare in pasticceria??? Giammai!
Lo scorso anno la decorai con il Marshmallows foundant e potete vederla QUI.
Quest’anno invece mia mamma ne ha preferita una super pannosa ed io anzichè fare il classico Pan di spagna ho optato per la Torta dei 7 vasetti la cui ricetta mi è stata data dalla mia collega Maria Domenica di cui vi ho già parlato in due precedenti post le cui ricette potete visionare qui e qui!

Ingredienti per la Torta dei 7 vasetti in uno stampo di diametro 26/28 cm: 
3 vasetti di farina 00 setacciata-2 vasetti di zucchero semolato-1 vasetto di olio di semi (di girasole nel mio caso)-1 vasetto di yogurt bianco dolce da 125 gr-3 uova medie intere-1 pizzico di sale fino-1 bustina di lievito in polvere per dolci-la scorza di 1 bel limone grande lavato (nel mio caso direttamente dall’albero di Nunzia ovvero un’amica di mia mamma!). PS: Come misurino si utilizza il vasetto dello yogurt.

Procedimento: Accendere subito il forno regolandolo con le caratteristiche del proprio, nel mio caso elettrico statico tutto ventilato, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso.
Nella coppa di un robot da cucina versare le uova, lo yogurt, il sale e lo zucchero e far montare bene, spegnere le lame ed unire lievito e farina setacciandoli quindi riprendere a montare unendo anche l’olio.
Grattare la scorza del limone ed aggiungerla mentre il robot è ancora in funzione. 
A composto liscio e senza grumi ottenuto spegnere il robot e versarlo in uno stampo imburrato ed infarinato.
Infornare fino a completa cottura, nel mio caso circa 45/50 minuti.
Lasciarlo freddare nello stampo quindi prelevarlo e metterlo su un piatto da portata.

Ingredienti Crema pasticcera: 125 gr di zucchero-3 tuorli-60 gr di farina 00 setacciata-500 ml di latte-la scorza di 1 bel limone grande lavato.


Preparazione: In un pentolino antiaderente versare il latte ed accendere il gas a fiamma moderata, lasciarlo scaldare ed aggiungervi dentro la scorza del limone facendo attenzione a non grattare la parte bianca amara.
Nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche i tuorli con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata. Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte già caldo con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare bene girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata per bene. Far raffreddare a temperatura ambiente.

Ingredienti per farcitura e decorazione: 300/350 ml di panna liquida da montare (nel mio caso a lunga conservazione)-cioccolata fondente q.b. tritata grossolanamente o gocce di cioccolata-granella di nocciole e di mandorle q.b.-colorante alimentare in gel rosa q.b.-colorante alimentare in gel viola  q.b.-meringhe bianche-bignè vuoti (nel mio caso comprati)-liquore al limone o all’arancia-acqua q.b.

Farcitura, assemblaggio e decorazione torta: 
Tagliare orizzontalmente il dolce in due dischi in modo che il disco base sia leggermente più alta di quello superiore. 
Con un pennello bagnare il disco base con il liquore al limone o all’arancia (io l’ho allungato con un po di acqua), quando sarà umido ma non troppo zuppo procedere con la crema pasticcera che andrà spalmata per bene e livellata sull’intera base, attenzione a non farla troppo uscire dal bordo. Tenerne un po da parte per i bignè.
Cospargere quindi con la granella di mandorle e nocciole e la cioccolata fondente tritata grossolanamente (o le gocce se preferite).
Bagnare leggermente anche il disco superiore quindi con esso coprire la base facendo aderire bene i bordi ricomponendo il dolce.

Montare a neve molto soda la panna (io ho utilizzato la planetaria) unendovi gocce di colorante in gel (quello liquido colora poco e ne serve molto invece quello in gel è più concentrato) fino a quando la panna avrà assunto la tonalità che desiderate. Io ne ho usati due, uno rosa e l’altro viola per ottenere un colore quasi lilla.
Con la panna ricoprire l’intera torta e livellarla per bene. Tenere un pò di panna da parte per i bignè.
Procedere con la decorazione a piacere, io ho utilizzato le meringhe e decorato con una sac a poche e due diversi beccucci, uno a stella ed uno a stella piccolo rigato. 
Ho poi aggiunto le meringhe ed i bignè tutti intorno. 
I bignè li ho riempiti con la crema e la panna amalgamate assieme.

Il Barba consiglio: Consiglio di preparare la crema e la torta dei 7 vasetti la sera prima della consumazione ed anche di farcirla mentre consiglio di decorarla il giorno stesso se è possibile solo qualche ora prima. 
I bignè sarà meglio farcirli per ultimi visto che una volta ripieni tendono a diventare un poco molli (se non piacciono molli ovviamente!).


PS: Per le foto ringrazio il mio compagno Blade che sta imparando ad usare la sua nuova macchina fotografica 🙂

Frappe e castagnole a go go: mia mamma ha iniziato e chi la ferma più???!!!

Buon lunedì! Qui a Roma oggi sembra debba arrivare la fine del mondo…pioggia e vento la fanno da padroni per cui quale migliore giornata per pasticciare in cucina?

Ecco le frappe e le castagnole fatte anche quest’anno da mia mamma, che già lo scorso anno ve le proposi con le stesse ricette ma non potevo non pubblicarle nuovamente!

Ingredienti per le Frappe: 3 uova intere-70 gr di burro (o margarina) ammorbidito-70 gr di zucchero semolato-500 gr di farina 00 setacciata-1 cucchiaino scarso di lievito in polvere per dolci-1 bicchierino di liquore Sambuca-1 bustina di vanillina in polvere-olio di semi di arachidi o girasole q.b per friggere-zucchero a velo q.b. 

Procedimento: In una ciotola bella capiente versare tutti gli ingredienti ed impastarli bene con le mani per farli amalgamare. 
Su un piano da lavoro porre l’impasto e continuare a lavorarlo, sempre con le mani fino a farlo diventare un panetto liscio e compatto che andrà fatto riposare una trentina di minuti avvolto nella pellicola trasparente a temperatura ambiente. 
Dividere il panetto in tanti piccoli panetti che andranno stesi o passandoli uno ad uno nella macchinetta per la pasta fresca (quella classica a manovella) o stesi con il mattarello ma abbastanza sottilmente. 
Quindi con la rotella dentellata tagliare le frappe a proprio piacimento (quadrato-rombo-rettangolo). 
Mia mamma di solito le taglia rettangolari di lunghezza media e fa un piccolo taglio al centro di ognuna da cui fa passare un lembo e lo fa poi fuoriuscire ridistendendo la frappa.
Una volta che saranno tutte pronte cuocere in un tegame capiente in olio bello caldo, dorarle e toglierle dall’olio passandole su carta da cucina assorbente. 
Quando saranno tiepide spolverizzarle con zucchero a velo.

Ingredienti per le Castagnole: 4 uova intere-200 gr di zucchero semolato-150 gr di burro ammorbidito bene a temperatura ambiente-600 gr di farina 00-1 tazzina di rhum o altro liquore (come la Sambuca)-3 gr di bicarbonato-8 gr di cremore tartaro (si compra in Farmacia o nei normali supermercati ben forniti)-olio di semi di arachidi o di girasole q.b. per friggere-zucchero a velo q.b.

Procedimento: In una ciotola capiente versare la farina e porre al centro tutti gli altri ingredienti. 
Mescolare energicamente con le mani fino a far amalgamare tutti gli ingredienti.
Porre quindi sul proprio piano da lavoro l’impasto che avrà già assunto la forma di un panetto e lavorarlo ancora un poco per compattarlo bene. 
Lasciare riposare una mezz’oretta il panetto a temperatura ambiente avvolto in pellicola trasparente per alimenti.
Passato il tempo riprenderlo e con le mani, poco alla volta, formare dei rotolini di dimensione a piacere, tagliare quindi pezzetti di pasta di ugual misura e modellarli a forma di palline. 
Versare abbondante olio per friggere (in modo che l’olio copra interamente le castagnole) in un tegame largo e capiente e farlo scaldare.
Quando sarà bello caldo, immergete le castagnole (fate la prova con una castagnola, se inizierà a friggere subito, immergete anche le altre) di solito io ne friggo insieme 15/20. 
Fatele quindi dorare uniformemente e scolatele ponendole su carta assorbente. 
Ripetete l’operazione sino alla fine.
Una volta raffreddate spolverizzatele con lo zucchero a velo! Pronte!

PS: L’impasto è abbondante, se ne volete meno basterà dimezzare tutte le dosi.

Grazie mille al mio compagno Blade che ha scattato le fotografie con la sua nuova macchina fotografica!