Muffins e tortina al limone per una mia collega: delicate bontà nate da un pasticcio!!!

I muffins sembravano non essere nati sotto una buona stella…Appena messi in forno (acceso forse da troppo tempo e con temperatura troppo elevata) sono cresciuti a dismisura tanto che sembravano esplosi!
Ma quella che si palesava come una tragedia è invece poi andata a buon fine ed anzi siamo tutti rimasti soddisfatti del risultato! Missione impossibile riuscita…

Ingredienti per 12 muffins più una tortina di diametro 20 cm:
6 uova medie intere-400 gr di zucchero semolato-150 gr di burro ammorbidito (ovvero tirato fuori dal frigorifero una mezz’ora prima)-350 gr di farina 00-50 gr di farina di riso-1 bustina di lievito in polvere per dolci-la scorza grattugiata finemente di 2 limoni- 170 ml di latte-il succo di 1 limone-1 pizzico di sale fino-zucchero a velo q.b.

Procedimento: Nella coppa di un robot o di una planetaria o in una ciotola molto capiente (utilizzando poi le frustine elettriche) versare le uova con lo zucchero ed il sale e sbattere per 2/3 minuti.
Nel frattempo tagliare a cubetti il burro ed aggiungerlo all’impasto ricominciando a sbattere e poco per volta fino al completo assorbimento.
Accendere intanto il forno (che io ho acceso troppo presto e a temperatura elevata!) regolandolo sui 170° (io invece ho per errore regolato la manopola sui 180° ed oltre per cui l’ho abbassata solo in seguito).
Nel mio caso elettrico statico tutto ventilato.
Al composto aggiungere la farina setacciandola, lievito, il succo di limone e la scorza e riprendere a sbattere. Aggiungere sempre sbattendo la farina di riso ed il latte.
Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati ed il composto sarà mediamente denso (ovvero quando versandolo nello stampo si staccherà via dalla coppa del robot senza l’uso di una spatola) versarlo in pirottini di carta per muffins nell’apposita teglia per muffins ed il restante in uno stampo tondo precedentemente imburrato ed infarinato.
Cuocere prima i muffins una ventina di minuti circa (ma controllare sempre la cottura) e poi il dolce circa 45 minuti ma anche in questo caso verificare sempre la cottura interna prima di spegnere il forno.
Lasciar raffreddare i muffins su una gratella mentre la tortina nel suo stampo e tirarla fuori solo quando fredda.
Spolverizzare il tutto con zucchero a velo.

Annunci

Risotto con crema di patate, zucca e dadini di prosciutto cotto: un piattino fumante c’è per tutti!

Buongiorno mondo! Oggi temperature glaciali a Roma per cui ci vuole un piattino caldo per scaldare anima e corpo…corpo soprattutto…Stamattina mancavano in giro solo i pinguini!!!!

Ingredienti per 2 persone: 2 tazzine di riso (qualità a piacimento)-600 ml di acqua-1 dado da brodo gusto pollo “Fattoria Italia“-1/2 scalogno-1 noce di burro-zucca q.b.-3 patate piccole-prosciutto cotto q.b. 
Procedimento: Pulire la zucca dalla buccia e pelare le patate. Mettere a bollire l’acqua per il brodo con metà dado. In un tegame fondo mettere a dorare lo scalogno tagliato finemente assieme al burro e all’altra metà del dado, aggiungere la zucca e due patate tagliate a piccoli pezzi. 
Aggiungere un bicchiere di brodo caldo, coprire con un coperchio e lasciar cuocere sino a quando patate e zucca saranno molto morbide, girandole di tanto in tanto. Frullarle quindi con un mini pimer per ottenere una crema da tenere per ora da parte in una ciotola. 
Nello stesso tegame (senza nemmeno pulirlo) versare il riso e farlo tostare un minuto circa, aggiungere quindi un mestolo di brodo, il prosciutto cotto tagliato a dadini e la terza patata pelata e tagliata in piccoli cubetti. Lasciar cuocere il tutto aggiungendo mano a mano mestoli di brodo ogni qual volta in cui il riso lo assorba.
A metà cottura aggiungere la crema di zucca e patate, terminare la cottura.
Servire e buon appetito!

Ferratelle Abbruzzesi: piccole delizie da gustare tutto l’anno! Ricetta di Nunzia, risultato garantito!

Buondì! Non posso stare molto lontana dai miei amati dolcetti e poichè mia suocera lo sa bene, ogni tanto mi compra attrezzi ed accessori che a me mancano. Ecco così il ferro per fare le famose Ferratelle Abbruzzesi…da tempo immemore lo cercavo e lei lo ha trovato!
La ricetta invece è di Nunzia, Abbruzzese doc nonchè vicina di casa dei miei genitori, molto brava in cucina ed in tutti i lavori manuali, un portento direi. Quindi grazie di cuore ad entrambe!

Ingredienti per circa 30 Ferratelle: 2 uova medie-2 cucchiai di olio di oliva-1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci-1 pizzico di sale fino-la scorza grattugiata di 1 limone grande-1 tazzina da caffè di latte-1 cucchiaio di liquore (Sambuca solitamente)-4 cucchiai di zucchero semolato-farina 00 q.b.
NB: Le dosi della farina, come spiegatomi da Nunzia, non sono specificate in quanto va aggiunta poco per volta, mescolato l’impasto e solo dopo averne verificato la consistenza, si decide se aggiungere altra farina oppure no, in quanto molto dipende dalla grandezza delle uova che però lei solitamente utilizza in formato medio
La consistenza dell’impasto deve essere mediamente densa quindi non liquida nè collosa.
Procedimento: In una ciotola versare le uova assieme allo zucchero e mescolare a mano con un cucchiaio. Aggiungere uno per volta continuando a mescolare, ogni liquido. Versare la farina cominciando con un cucchiaio e farla assorbire mescolando, poi con un altro cucchiaio e così via sino ad ottenere una consistenza medio densa. Una volta pronto l’impasto accedere un fornello a gas e mettervi sopra il ferro che andrà unto con poco burro (solo la prima volta) su ambo i lati. 
Quando bello caldo versare un cucchiaio circa di impasto al centro di una delle due parti. Chiudere il ferro esercitando una leggera pressione servendosi dei manici di legno, cuocere prima da un lato poi girare il ferro e cuocere dall’altro in modo che siano coloriti entrambi i lati della ferratella. Servendosi di uno stuzzicadenti o spiedino in legno staccare la ferratella e porla a raffreddare su un piatto, continuare così sino alla fine dell’impasto.
PS: Le Ferratelle Abbruzzesi possono essere gustate o semplici così oppure spolverizzate con zucchero a velo oppure con uno strato di marmellata, confettura o creme varie!

Torta morbidissima al cocco e pezzetti di cioccolata: chi ci fa compagnia nell’assaggio?!

Buondì mondo! Questa è una ricetta fresca fresca di esecuzione, fatta venerdì sera appena trascorso. Ebbene sì…non ho ancora messo in ordine le fotografie delle ricette che da mesi e mesi devo ancora pubblicare, il caos regna sovrano nel nostro pc!!!! Detto alla romana: non ce la posso fà!!!!

Piatto rosa da portata Villa D’Este ^_^

Ingredienti per una tortiera di diametro 26/28 cm: 4 uova-400 gr di farina 00-100 gr di fecola di patate-2 bustine di lievito in polvere per dolci-150 gr di zucchero semolato-150 gr di zucchero di canna-150 gr di burro (tirato fuori dal frigorifero almeno una mezz’ora prima)-1 bicchiere di latte-100 gr di farina di cocco disidratato-100 gr di cioccolata fondente-zucchero a velo q.b.

Procedimento con utilizzo di un robot da cucina (o con le frustine elettriche in una ciotola molto capiente): Accendere subito il forno, regolandolo con le caratteristiche del proprio, nel mio caso: elettrico statico tutto ventilato, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso a 170°.
Ungere ed infarinare uno stampo tondo.
Nella coppa di un robot da cucina versare le uova con i due tipi di zucchero, azionare la lama su velocità media per circa 3/4 minuti. Spegnere ed aggiungere il burro tagliato a pezzetti, azionare nuovamente e lasciar sbattere sino al completo assorbimento del burro.
Quando il burro sarà completamente amalgamato, spegnere il robot ed aggiungere la farina 00 setacciandola, la fecola, il lievito ed il latte e riprendere a sbattere per ulteriori 2/3 minuti.
Tagliare nel frattempo grossolanamente la cioccolata fondente ed aggiungerla, a robot spento, al composto assieme alla farina di cocco quindi azionare il robot per un’altro minuto circa.
Versare il composto ottenuto (risulterà mediamente denso) nello stampo ed infornare.
La cottura è stata di circa 45/50 minuti in quanto l’impasto è abbondante. Controllare sempre però la cottura  prima di spegnere il forno e solo dopo passata mezz’ora, con uno spiedino di legno o con un cake- tester per assicurarsi che l’impasto, al centro soprattutto, non sia ancora molle, in questo caso prolungarla. Quando il dolce sarà cotto farlo raffreddare nello stampo quindi prelevarlo e poggiarlo su un piatto da portata, spolverizzarlo infine con zucchero a velo.

NB: Questo dolce è davvero molto soffice e morbido, si conserva bene avvolto nella carta di alluminio per alimenti.

PS: LA TOVAGLIETTA CON DISEGNATI I CUORI E LE POSATE BLU, SU CUI HO POGGIATO IL PIATTO DA PORTATA, MI E’ STATA REGALATA DALLA FANTASTICA ISABELLA, MAGA DEI CUCITI!
SE VOLETE VEDERE LE SPLENDIDE CREAZIONI CHE REALIZZA IL BLOG E’ QUESTO:

Tortino di polenta con formaggio e pancetta: morbido dal cuore tenero, io mangio e voi?!

Rieccomi finalmente dopo diversi giorni di latitanza…Il motivo è un piccolo inconveniente accadutoo al pc, per farla breve mi sono ritrovata tutte le foto (e dico tutte) mischiate assieme in un’unica cartella.
Disastroooo! Le sto mettendo a posto con la santa pazienza ma purtroppo sono capitate in mezzo anche quelle delle ricette già pubblicate e non…Che caos!

Tortino morbido di polenta, con formaggio e pancetta:

Piattino serie “Campo dei Fiori” e posate
by Villa D’Este!

Ingredienti per un tortino, tutto q.b. in quanto l’ho fatto con polenta ed altri ingredienti avanzati:
Polenta avanzata condita al sugo-burro-pancetta-formaggio morbido tipo caciottina-pane grattugiato-pepe.

Procedimento: Imburrare una terrina tonda (da forno, io ho utilizzato quella classica da soufflè) e cospargerla con pane grattugiato. Accendere il forno a 170°/180°. Tagliare in piccoli cubetti la pancetta e fare lo stesso con il formaggio, grattugiandone però anche un poco. Mettere la polenta in un tritatutto e farla mescolare per un paio di minuti per renderla più liscia. Amalgamarla con il formaggio, il pepe e la pancetta e metterla nella terrina livellandone la superficie. Infornarla e farla cuocere fino a quando esternamente si sarà formata una crosticina. Prima di prelevarlo far leggermente intiepidire il tortino quindi capovolgerlo sul piatto da portata e servire.