Torta a forma di zucca con pezzetti di cioccolato fondente e confettura di pesche: graditissimo dono per i miei colleghi/e!

Buongiorno mondo! Ieri pomeriggio sotto “velata” richiesta del mio capo ho realizzato questo dolcetto al volo e portato al lavoro proprio questa mattina…Ne è rimasta solo una fetta che a detta sua avrà vita breve! Portare dolcetti al lavoro per me è sempre gratificante perchè appena mi vedono arrivare con il pacchetto in mano già brillano i loro occhi a prescindere dal contenuto!!!

Ingredienti: 3 uova intere-250 gr di zucchero semolato-300 gr di farina 00-250 gr di burro ammorbidito-1 bicchiere di latte a temperatura ambiente-1 bustina di lievito in povere per dolci-la scorza di 1 limone grattugiata-2 cubotti di cioccolata fondente (come in foto)-colorante arancione alimentare in gel q.b.-zucchero a velo q.b.-acqua q.b.-3 smarties-confettura di pesche q.b.

Procedimento: Accendere subito il forno tra i 170°/180° (regolarsi comunque sempre con le caratteristiche del proprio, nel mio caso elettrico statico tutto ventilato a 170°, il dolce verrà messo sulla seconda griglia partendo dal basso) . Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi in una ciotola, con le frustine elettriche, a neve soda; riporli in frigorifero per il momento. In un’ulteriore ciotola capiente sbattere lo zucchero con le uova ed aggiungere il burro precedentemente ammorbidito (si può mettere anche un poco in forno caldo o nel microonde). Aggiungere il latte, il lievito con la farina (setacciandola), la scorza di limone sempre sbattendo bene fino ad ottenere un composto senza grumi. Aggiungervi il colorante e  la cioccolata fondente tritata grossolanamente e continuare a sbattere fino a quando il colore dell’impasto sarà omogeneo.
Riprendere dal frigorifero gli albumi ed incorporarli al composto ma molto delicatamente con una spatolina per non farli smontare, con movimenti leggeri dal basso verso l’alto. Imburrare ed infarinare lo stampo e versarvi dentro il composto. Cuocere per 45/50 minuti ma controllare sempre la cottura all’interno con uno spiedino in legno o con il cake tester, prima di spegnere il forno.
Quando completamente freddo tagliare il dolce a  metà e spalmare un generoso strato di confettura sulla metà che fa da base quindi riporvi sopra l’altra. Far combaciare bene il bordo e decorare con glassa ottenuta dallo zucchero a velo sciolto in un padellino sul fornello a gas assieme a pochissima acqua e colorante, la glassa dovrà risultare non eccessivamente liquida. Metterla in una siringa da pasticcere con beccuccio tondo piccolo e decorare 🙂

Torta salata con formaggio e pomodori secchi e Pasticcio di patate e spinaci: oggi coppia di bontà!

Buongiorno mondo! Poiche queste 2 ricette le ho fatte tutte assieme lo scorso inverno, per una cena a due, le pubblico in gruppo.
Ovviamente non ci siamo spazzolati tutto in quella serata ma assaggiato un poco di tutto!

Torta salata con formaggio e pomodori secchi:

Ingredienti: 200 gr di farina integrale Il Molino Chiavazza-3 uova intere-100 ml di Olio ConDisano Dante-120 ml di latte a temperatura ambiente (che in foto manca)-1 bustina di lievito in polvere per salati-sale fino q.b-5/6 pomodori essiccati al sole Agriblea-2 fettine di formaggio piccante tipo pecorino.

Procedimento: Accendere il forno a 170°/180°, nel nostro caso elettrico statico tutto ventilato, la torta salata verrà messa sulla seconda griglia partendo dal basso. Mettere i pomodori secchi in ammollo in acqua bollente per un quarto d’ora quindi scolarli ed asciugarli, tagliarli infine a pezzetti. Tagliare poi a dadini il formaggio. Nella coppa di una planetaria o di un robot da cucina o in una ciotola capiente ( utilizzando le frustine elettriche) mescolare per 2/3 minuti a velocità media le uova con la farina, aggiungervi quindi l’olio ed il latte sempre continuando a mescolare. Spegnere ed aggiungere a mano mescolando con un cucchiaio, i pomodori, il formaggio e per ultimo il lievito per salati. Imburrare ed infarinare uno stampo a piacere (nel nostro caso in silicone pertanto non l’ho imburrato nè infarinato).
Cuocere per circa 40 minuti, ma controllare sempre la cottura prima di spegnere il forno. Far raffreddare su una gratella e prelevarlo dallo stampo. E’ consigliabile scaldarlo una decina di minuti prima di servirlo.

Pasticcio di patate e spinaci:

Ingredienti: 2 patate a pasta gialla medie-3 fettine Inalpi all’Emmenthal (o altre sottilette)-2 cucchiaini di noce moscata-sale fino q.b.-pane grattugiato q.b.-100 gr di spinaci-burro Inalpi q.b.

Procedimento: Lessare, in acqua salata a piacere, le patate (senza buccia) e schiacciarle quando ancora bollenti. Lessare anche gli spinaci e quando freddi strizzarli bene. Nel frattempo accendere il forno a 170°/180°, nel nostro caso elettrico statico tutto ventilato, il pasticcio verrà messo sulla seconda griglia partendo dal basso. Ungere con del burro uno stampo e cospargerlo di pane grattugiato. Mescolare in una ciotola le patate ed aggiungere la noce moscata. Sistemare metà impasto nello stampo e distribuire sopra gli spinaci e le fettine quindi coprirlo con l’altra metà. Livellare per bene e cospargere la superficie con fiocchetti di burro. Infornare per circa una mezz’oretta o comunque sino a quando si sarà formata una crosticina sulla superficie del pasticcio. Toglierlo dallo stampo e servirlo caldo.

Questi sono gli stampi che ho utilizzato per la Torta salata ed il pasticcio.


Torta a forma di zucca alla… zucca!!! Con panna e cannella nell’impasto…super gnam gnam!

Buongiorno mondo! Oggi altra ricettina di un dolce alla zucca aspettando la mia festa preferita ovvero Halloween. Lo scorso anno avevo pubblicato tutto il mese di ottobre solo ricette in stile Halloween appunto, quest’anno credo che questa sarà l’unica in quanto replicherò, verso fine ottobre, biscotti e muffins seguendo uguali uguali  le stesse ricette.

Ingredienti: 3 uova intere-200 gr di farina 00-70 gr di Fecola di patate-270 gr di zucchero semolato-1 bustina di lievito in polvere per dolci-1 pizzico di sale fino-2 cucchiai colmi di cannella in polvere-200 ml di panna fresca liquida-200 gr di zucca (il peso si intende senza la buccia)-70/80 gr di zucchero a velo-colorante arancione, meglio se in gel perchè è più concentrato ed oltre ad usarne meno, colora anche di più-2 smarties per gli occhi.

Procedimento: Accendere subito il forno, nel mio caso a 170°, elettrico statico tutto ventilato, il dolce verrà messo sulla seconda griglia partendo dal basso, ma regolatevi sempre con le caratteristiche del vostro. Imburrare ed infarinare uno stampo a forma di zucca (o altra forma). Tagliare a pezzi la zucca (pulita dalla buccia) e cuocerli in una padella con coperchio chiuso girando di tanto in tanto fino a quando si saranno ammorbiditi ed ancora caldi passarli assieme alla panna liquida, in un mixer o frullatore fino a quando il composto sarà liquido, tenerlo per ora da parte a temperatura ambiente. 
Nella coppa di un robot da cucina o di una planetaria o in una capiente ciotola utilizzando le frustine elettriche, sbattere per circa 5 minuti le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale.
Setacciare la farina 00 ed assieme alla fecola e alla cannella aggiungerla al composto di uova e zucchero, riprendere a sbattere e poco per volta versare il liquido ottenuto dalla zucca e panna, aggiungervi il colorante arancione (dose a scelta) e continuare a sbattere fino a quando il composto sarà omogeneo.
Versarlo nello stampo ed infornarlo per almeno 45 minuti o comunque fino a quando l’impasto al suo interno sarà morbido ma non più molle e dorato all’esterno.

Decorazione: Sciogliere lo zucchero a velo con un cucchiaio di acqua in un padellino sul fornello a gas su fiamma molto bassa ed aggiungere il colorante (dosarlo un po per volta per rendersi del colore che si vuole ottenere) mescolare bene per sciogliere completamente lo zucchero (non dovrà essere troppo liquido ma mediamente denso). Se necessario aggiungere altra acqua poco per volta. Mettere la glassa in una siringa da pasticcere con beccuccio tondo e piccolo e decorare. La glassa tende a freddarsi abbastanza rapidamente per cui decorare velocemente.

Biscottini casarecci senza burro nè uova, con gocce di cioccolata e canditi all’arancia: chi ne gradisce?

Good morning to everyone! Oggi ricettina dolce perchè mi sono accorta che ultimamente il blog si è capovolto e da come era nato, ovvero per pubblicare solo ricette dolci, si è allargato con molte ricette salate soprattutto negli ultimi mesi. Il motivo? Presto detto…d’estate il nostro forno va in ferie fino a data da destinarsi o meglio quando il caldo (che odio) finalmente decide di andarsene!

Bellissimo sottopiatto by Villa D’Este!
Splendido piatto “Soleil” Villa D’Este!

Ingredienti per circa 40 biscotti: 500 gr di farina 00-200 ml di olio di semi-200 gr di zucchero di canna-200 ml di latte-1 pizzico di sale fino-70 gr di gocce di cioccolato-50 gr di canditi all’arancia-1 bustina di lievito in polvere per dolci-zucchero a velo q.b-2 fialette con aroma a piacere (meglio se dolce in quanto l’impasto è poco dolce)

Io ho utilizzato l’aroma Biscotto e Butterscotch Mou della FlavourArt (ditta con cui collaboriamo).

NB: La ricetta da cui ho preso spunto si trovava sulla confezione dello zucchero a velo (di cui non dirò la marca in quanto non collaboro con essa). Prevedeva anche 100 gr di uvetta-100 gherigli di noci ed il vino bianco dolce al posto del latte e non prevedeva i canditi che invece io ho messo perchè piacciono al mio compagno!

Procedimento: Accendere subito il forno a 180° (regolarsi con le caratteristiche del proprio, nel nostro caso statico tutto ventilato a 180°, biscotti sulla placca da forno su seconda griglia partendo dal basso).
In una ciotola capiente o direttamente sul tavolo da lavoro amalgamare assieme tutti gli ingredienti fino a formare un panetto (somiglierà molto alla pasta frolla, almeno esteticamente) se dovesse risultare un po appiccicoso aggiungere la farina sino a che non si attaccherà più alle mani. Con questo impasto formare tante palline che andranno poi rotolate completamente nello zucchero a velo ed appiattite prima di essere sistemate distanziandole leggermente le une dalle altre ed infornate per 15/20 minuti fino a quando saranno colorite esternamente. Sono davvero ottimi e si conservano bene per diversi giorni all’interno di una scatola di latta.

Li abbiamo poi regalati anche ai miei genitori e a mia suocera impacchettati per bene!

Petto di pollo allo zenzero, limone e carote e Petto di pollo con patate e salsa ai peperoni: due golose ricette! Che dite mangiamo?

Buongiorno mondo! Come spesso ho scritto prediligo la carne bianca che a mio parere si sposa bene con mille e più condimenti. Oggi vi propongo due ricettine di recente realizzazione, ovviamente gustate in due diverse occasioni ma avendo entrambe, come ingrediente base il pollo, le posto assieme.

Petto di pollo allo zenzero, limone e carote:

Splendido piatto Acquerello by Villa D’Este!

Ingredienti per 2 persone: 3 fettine di petto di pollo-1 bustina di zafferano in polvere-1/2 scalogno-1 carota media-farina 00 q.b.-1 bicchiere di succo di limone Lemondor Polenghi-sale fino q.b.-2 cucchiai di prezzemolo secco tritato-4 cucchiai di zenzero in polvere-2 fettine di burro.
Procedimento: Pelare la carota e tagliarla in piccoli pezzetti. Tritare la cipolla e metterla assieme alla carota in una padella capiente con anche il burro, facendo cuocere il tutto a fuoco medio e con coperchio.
Nel frattempo tagliare le fettine di petto di pollo a striscioline, passarle una ad una leggermente nella farina, salarle e metterle a cuocere nella padella. In una ciotolina preparare un’emulsione con succo di limone, zenzero, prezzemolo, zafferano e sale se necessario. Aggiungere verso metà cottura metà emulsione e l’altra metà verso fine cottura. Servire caldo. Gnam è ottimo!!!!

Petto di pollo con patate e salsa ai peperoni:

Splendido piatto serie Fattoria by Villa D’Este!

Ingredienti per 2 persone: 3 fettine di petto di pello-1 patata a pasta gialla grande-sale fino q.b.-prezzemolo e basilico secchi tritati q.b.-1 vasetto di Salsa ai peperoni Lazzaris-2 cucchiai di Olio evo Dante. Procedimento: Pelare la patata e tagliarla in piccoli pezzi (così cuocerà più in fretta). Metterla a cuocere in una padella capiente assieme all’olio, al prezzemolo e al basilico. Coprire con un coperchio e regolare il gas su fiamma media, girare di tanto in tanto e se la patata dovesse attaccarsi versare un poco di acqua. Una decina di minuti prima della fine cottura aggiungere nella padella il petto di pollo tagliato a pezzi irregolari, la salsa ai peperoni e salare. Terminare la cottura quindi servire caldo. 

NB: Se non si ha la Salsa ai peperoni (che noi abbiamo avuto in dono grazie ad una collaborazione) si può frullare molto finemente un peperone precedentemente cotto (dovrà essere morbidissimo) in padella assieme ad olio evo, sale e uno spicchio di aglio (poi buttato). Io molto spesso faccio la crema di peperoni così.

Peperoni Mon Amour: 3 ricettine sfiziose con questo amato e colorato ortaggio. Buon Appetito!

Peperoni ammollicati (ovvero con pane grattugiato):

Bellissimo piatto Serie “Soleil” by Villa D’Este!

Ingredienti per 2 persone: 2 peperoni (in questo caso uno giallo e l’altro rosso)-25 gr di pane grattugiato-2 cucchiai di pecorino romano grattugiato-1/2 cucchiaio di capperi sott’aceto-1 pizzico di origano-2 cucchiai di Olio evo Dante-sale e pepe q.b.
Procedimento: Lavare i peperoni , pulirli dal picciolo, dai semi e dai filamenti e tagliarli a cubetti o falde.
Metterli in una padella capiente assieme all’olio, all’origano e ai capperi precedentemente sciacquati sotto acqua corrente, farli cuocere a fiamma moderata e con coperchio chiuso girandoli di tanto in tanto.
A metà cottura salarli, peparli ed aggiungere il pane grattugiato ed il pecorino, terminare la cottura che non li dovrà rendere troppo morbidi, dovranno rimanere mediamente croccanti.

Involtini con ripieno di pane grattugiato, capperi, olive e pomodori secchi:

Tovaglietta, posate e bicchiere Villa D’Este!

Ingredienti per 4 involtini: 2 peperoni (in questo caso uno giallo e l’altro rosso)-1 manciata di olive verdi denocciolate-2 cucchiai di capperi sott’aceto-5/6 pomodorini secchi-5 cucchiai di Olio Evo Dante-prezzemolo secco tritato-2 formaggini Inalpi-3 cucchiai di pane grattugiato.
Procedimento:  Lavare i peperoni sotto acqua corrente e metterli in forno ad arrostire per una ventina di minuti usando anche il grill se necessario (io li ho solo arrostiti ma non ho tolto la pelle, se volete togliere la pelle dovrete tenerli in forno fino a quando la pelle verrà via facilmente).
Nel frattempo preparare il ripieno mettendo in un mixer il pane grattugiato, 3 cucchiai di olio, le olive, i capperi, il sale, i pomodorini secchi ed il prezzemolo.Quando i peperoni saranno grigliati prelevarli dal forno e con molta attenzione perchè bruceranno, pulirli dal picciolo, dai filamenti e dai semi quindi fare un taglio orizzontalmente ed aprirli a fazzoletto direttamente su una teglia da forno rivestita di carta da forno. Farcirli e mettere al centro di ognuno metà formaggino.Richiudere il tutto, oliare con i restanti 2 cucchiai di olio e spolverizzare con un pò di prezzemolo tritato. Infornare e quando pronti servirli caldi.

Involtini di peperoni con ripieno di melanzane e scamorza:

Ingredienti per 4 involtini: 2 peperoni grandi (in questo caso gialli)-3 cucchiai di parmigiano grattugiato-4 bastoncini di scamorza affumicata-1 uovo-sale fine q.b.-2 cucchiai di pane grattugiato q.b.-1 melanzana viola oblunga media-5 cucchiai di Olio evo Dante4 cucchiai di passata di pomodoro-prezzemolo secco tritato-1 cucchiaio di misto per soffritto.
Procedimento: Lavare i peperoni sotto acqua corrente e metterli in forno ad arrostire per una ventina di minuti usando anche il grill se necessario (io li ho solo arrostiti ma non ho tolto la pelle, se volete togliere la pelle dovrete tenerli in forno fino a quando la pelle verrà via facilmente).
Nel frattempo lavare la melanzana, tagliarla a cubetti e metterla soffriggere in una padella assieme ad 1 cucchiaio di olio, il misto per soffritto, il prezzemolo ed il sale. Aggiungerci quindi la passata di pomodoro e continuare la cottura fino a quando la passata si sarà rappresa, spegnere la padella.
Quando i peperoni saranno grigliati prelevarli dal forno e con molta attenzione perchè bruceranno, pulirli dal picciolo, dai filamenti e dai semi quindi fare un taglio orizzontale ed aprirli a fazzoletto direttamente su una teglia da forno rivestita di carta da forno, dividere ogni peperone in due parti.
In un mixer mettere le melanzane, l’uovo, il pane grattugiato, 2 cucchiai di olio e salare se necessario, frullare leggermente e con questo composto riempire gli involtini.
Prima di avvolgere i peperoni su se stessi mettere al centro di ognuno un bastoncino di scamorza affumicata premendolo per farlo scendere nel composto quindi arrotolarli, cospargere la superficie dei peperoni con prezzemolo tritato e con i rimanenti 2 cucchiai di olio ed infornare.
A cottura ultimata prenderli dal forno e servirli caldi.

Cous cous tricolore con zucchine e peperoni e Polpette di Cous cous con melanzane e mozzarella!

Buon inizio di settimana mondo! Oggi doppia ricetta riguardante il Cous cous che a noi piace tanto, facile e veloce da cucinare, si accompagna davvero bene con molti altri gustosi ingredienti.

Cous cous tricolore con zucchine e peperoni:


Ingredienti per 2 persone: 1 bicchiere di Cous cous-1 bicchiere e 1/2 di acqua-1 zucchina media romanesca-1 peperone piccolo rosso-prezzemolo fresco tritato q.b.-cipolla fresca tritata q.b.-3 cucchiai di Olio Evo Dante-sale fino q.b.

Procedimento: Tritare il prezzemolo e la cipolla e metterli a cuocere in una padella capiente assieme a 2 cucchiai di olio. Lavare sotto acqua corrente la zucchine ed il peperone e tagliarli entrambi a pezzettini aggiungendoli poi nella padella quando la cipolla sarà dorata. Aggiungere mezzo bicchiere di acqua e far cuocere il tutto a coperchio chiuso ma girando spesso. Nel frattempo preparare il cous cous che andrà cotto seguendo le istruzioni sulla scatola. Solitamente bisogna mettere 1 bicchiere di acqua in un pentolino portandolo ad ebollizione, quindi si aggiunge il cous cous ed un cucchiaio di olio, si copre con coperchio e si attendono circa 5 minuti che il cous cous si cuocia e si gonfi.
Unire nella padella il cous cous ed accendre la fiamma un paio di minuti mescolando e mantecando il tutto.
Servire subito!

Polpette di Cous cous con melanzane e mozzarella:

Ingredienti per 10 polpette circa: 2 bicchieri di cous cous-1 mozzarella media-2 uova-olio q.b. per friggere-1 melanzana viola oblunga media-sale fino q.b.-pan grattato q.b.-panatura a grana grossa q.b. (facoltativa)-4 cucchiai di Olio evo Dante-mezzo scalogno-2 bicchieri di acqua-la mollica di 2/3 fettine di pane-1/2 bicchiere di latte.

Procedimento: Tritare finemente la cipolla e metterla a dorare assieme a 2 cucchiai di olio in una padella, quando sarà imbiondita aggiungervi la melanzana lavata e tagliata a cubetti (non tagliare la buccia), lasciar cuocere a coperchio chiuso girando varie volte. Nel frattempo cuocere il cous cous seguendo le istruzioni sulla scatola. Solitamente bisogna mettere 1 bicchiere di acqua in un pentolino portandola ad ebollizione (in questo caso ne ho messi 2 in quanto ho utilizzato 2 bicchieri di cous cous) quindi si aggiunge il cous cous ed un cucchiaio di olio (ne ho aggiunti 2) si copre con coperchio e si attendono circa 5 minuti che il cous cous si cuocia e si gonfi, appena sarà pronto aggiungerlo alla melanzana e girare bene tutto. Mettere la mollica del pane in ammollo nel latte e quando morbida strizzarla, aggiungerla al cous cous e alla melanzana trasferendo il tutto in una ciotola ed amalgamare bene tutti gli ingredienti. Tagliare a cubetti la mozzarella. Prelevare dalla ciotola quantità di cous cous sufficienti a formare delle palline (della dimensione di una pallina da golf per capirci!) all’interno delle quali andrà messo un cubetto (o più) di mozzarella. Sbattere in un piatto le uova salandole a piacimento e distribuire su un’altro piatto il pan grattato (mescolandolo se si vuole alla panatura, la si trova in commercio). Passare ogni pallina prima nell’uovo e poi rotolarla nel pan grattato quindi quando l’olio per friggere sarà caldo al punto giusto (verificare con uno stuzzicadenti, se si formano le bollicine attorno ad esso, la temperatura è ottimale) tuffarle dentro. Farle dorare uniformemente, scolarle bene e metterle su carta assorbente da cucina. Servirle tiepide o calde.