Ciambellone e Cuore, salati: sfiziosità golose ed originali per un’ottimo buffet!

Buondì mondo! Oggi ricettina salata fatta alcuni mesi fà per regalare poi il risultato finale ad alcuni amici mentre il cuore al mio adorato Balde!
Ottimo risultato e pancini molto soddisfatti!

Cuore su splendido piatto serie “Campo dei fiori”
by Villa D’Este!


Ingredienti per un ciambellone di diametro 24/26 cm più uno stampo a forma di cuore molto basso: 400 gr di farina 00-6 uova intere-1 bicchiere di olio di semi di girasole-250 ml di latte a temperatura ambiente-2 bustine di lievito in polvere per salati-sale fino q.b.-una quindicina di pomodori secchi Agriblea-una ventina di olive nere denocciolate-3 fettine di mortadella (quella tonda come in foto)-5 fettine di formaggio groviera-sale fino q.b.-semi di sesamo q.b.


Procedimento: Accendere subito il forno a 170° circa. Tagliare a dadini il formaggio e la mortadella, mentre le olive a rondelle. Ammollare in acqua bollentissima i pomodorini per almeno 15 minuti, scolarli bene, asciugarli e tagliarli a pezzettini. In una planetaria (o in una ciotola con le frustine elettriche o in un qualsiasi robot da cucina) versare le uova con il latte e mescolare bene.
Aggiungere sempre mescolando l’olio e mano mano la farina setacciandola per ottenere un composto senza grumi. Spegnere tutto e a mano aggiungere i pomodori, la mortadella, il formaggio e le olive e regolare di sale. Aggiungere (per ultimo) il lievito.

Amalgamare bene con un cucchiaio, cospargere il fondo di uno stampo con i semi di sesamo e versare sopra il composto. Io ho utilizzato uno stampo in silicone a forma di ciambellone ed uno a forma di cuore alto circa 3 cm ( ma si possono usare normali stampi imburrati ed infarinati). Infornare per 45/50 minuti circa, nel mio caso forno elettrico statico tutto ventilato, seconda griglia partendo dal basso. Regolarsi comunque con le caratteristiche del proprio forno. Appena cotti prelevarli dal forno, farli freddare e toglierli dagli stampi. Servire caldi o tiepidi!

Che Barba bontà!

Questi nelle foto sottostanti sono gli stampi che ho utilizzato!

Involtini mon amour: tre ricette per un secondo piatto goloso e con sorpresa ^-^

Buona domenica mondo! Oggi ho riunito in un’unico post tre ricette che hanno come ingrediente comune l’involtino, sempre attuale e molto gradito soprattutto per le sorprese contenute al suo interno!

Involtini di tacchino con contorno di cavolo verza e funghi:

Splendido piatto serie Soleil by Villa D’Este!
Ingredienti per 4 involtini: 4 fettine di petto di tacchino ( o pollo)-1 carota-20 foglie circa di cavolo verza-misto per soffritto q.b.( quello nelle scatoline da freezer)-olio evo q.b.-sale q.b.-3 bicchierini (da caffè) di Condimento bianco balsamico Guerzoni-2 bicchieri di brodo vegetale-4/5 funghi porcini (ho comprato quelli surgelati). Procedimento: Lavare le foglie del cavolo verza sotto acqua corrente, metterne 4 a bollire in acqua e tagliare le restanti  grossolanamente. Pelare la carota e tagliarla a cubettini, lavare i funghi porcini sotto acqua corrente e tagliarli a quadratini. Versare il tutto in un tegame basso e largo ed aggiungere olio evo mescolando bene con un cucchiaio salando a piacere. Lasciar cuocere per ammorbidire il tutto, aggiungere anche un bicchiere di brodo. 
Nel frattempo battere le fettine con il batticarne, oliarle e salarle, stendervi sopra su ognuna una foglia di cavolo verza (sbollentate per pochi minuti e scolate), un pò di misto per soffritto e richiudere il tutto fermando la carne con degli stuzzicadenti. Adagiare gli involtini nel tegame sopra il condimento e lasciarli cuocere con coperchio chiuso, girandoli su tutti i lati di tanto in tanto. A metà cottura aggiungere il secondo bicchiere di brodo (o quando necessario in caso il primo si fosse ristretto). Verso fine cottura aggiungere il condimento bianco e terminare la cottura. Servire subito ricordandosi di togliere gli stuzzicadenti!



Involtini di pollo con crema alla mortadella:

Bellissime posate e
splendido piatto serie Fattoria by Villa D’Este!
Ingredienti per 4 involtini: 4 fettine di petto di pollo-100/120 gr di formaggio cremoso spalmabile-8 fettine di mortadella con pistacchi-misto per soffritto q.b.-olio evo e sale fino q.b.-Formaggio grana Bella Lodi-1 bicchiere di acqua- 500 ml di latte circa (in foto non c’è).
Procedimento: In un tegame capiente mettere olio evo sul fondo assieme a 2 cucchiai di misto per soffritto, un bicchiere di acqua e lasciar ammorbidire. Nel frattempo battere le fettine con il batticarne, oliarle e salarle leggermente a piacimento quindi stendere su ognuna una fettina di mortadella ( o se troppo grande, solo metà), aggiungere il misto per il soffritto ed il formaggio tagliato a bastoncino, chiudere il tutto sigillando con gli stuzzicadenti. Mettere nel mixer le restanti fettine di mortadella assieme ad un bicchiere di latte ed al formaggio cremoso e salare leggermente, ridurre a crema. Versare 2 bicchieri di latte in una padella larga ed aggiungervi il misto per soffritto, adagiarvi sopra gli involtini, cuocere a fiamma moderata e con coperchio chiuso. 
A metà cottura aggiungere nella padella, il formaggio grana a dadini e lasciarlo sciogliere. Verso fine cottura aggiungere anche la crema e mantecare il tutto. Se durante la cottura il latte si dovesse restringere aggiungere altro latte tiepido. Consiglio di non salare eccessivamente in quanto i dadini di grana sciogliendosi insaporiscono il condimento. Servire subito ricordandosi di togliere gli stuzzicadenti!
Involtini di manzo al sugo e paprika:
Bellissime posate e
splendido piatto serie Fattoria by Villa D’Este!
Ingredienti per 4 involtini: 4 fettine di manzo-misto per soffritto q.b.-1 spicchi di aglio-prezzemolo fresco q.b.-3 cucchiai di paprika affumicata-sale ed olio evo q.b.-Formaggio Raspadura Bella Lodi q.b.-1/2 litro di polpa di pomodoro in pezzi-2 fettine di mortadella. 
Procedimento: In una padella capiente mettere a soffriggere olio evo con il misto per soffritto ed uno spicchio di aglio quindi versarci la passata di pomodoro, il prezzemolo a pezzetti e la paprika, salare a piacimento, mescolare bene e lasciar cuocere per una quindicina di minuti con coperchio. Nel frattempo battere le fettine con il batticarne, oliarle e salarle leggermente, adagiare su ognuna il misto per soffritto, 2/3 listarelle di mortadella e pezzetti di Raspadura, chiudere il tutto sigillando con stuzzicadenti. 
Mettere gli involtini nella padella e farli cuocere completamente aggiungendo la restante mortadella tagliata a pezzetti. A fine cottura togliere l’aglio e servire subito ricordandosi di togliere gli stuzzicadenti!

Muffins al cocco con "Duplo" e Muffins con cacao e nocciole: come riciclare gli albumi avanzati!

Buon mercoledì mondo! Oggi ricetta dei Muffins, dolcetti che adoro davvero! Ho raggruppato due ricette (realizzate mesi fà) in un’unico post, tra l’altro nella seconda occorrono solo gli albumi per cui è un’ottimo modo per riciclare quelli avanzati. Tempo fà li feci invece al cocco con ripieno di Raffaello….squisiti!
Ecco il link per vederli:
http://barbapasticcetti.blogspot.it/2012/09/muffins-al-cocco-ripieni-di-raffaello.html

Muffins con ripieno di Duplo:

Ingredienti per circa 15 muffins: 150 gr di farina 00 setacciata-50 gr di Fecola di patate-200 gr di zucchero semolato- 3 uova intere-1 bustina di lievito in polvere per dolci-100 ml di latte-80 grammi di burro ammorbidito a temperatura ambiente-60 gr di farina di cocco-5 confezioni circa di Duplo-zucchero a velo q.b.

Procedimento: Accendere per prima cosa il forno tra i 170° ed i 180° (regolatevi comunque sempre con il vostro). Mettere uova e zucchero in un mixer impastatore oppure usare le frustine elettriche in una ciotola capiente e montare per bene, aggiungere quindi il burro fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere le farine assieme al lievito al latte.

Riprendere a sbattere fino ad ottenere un composto cremoso (non dovrà essere troppo liquido nè eccessivamente denso). Aggiungere a mano la farina di cocco e mescolare con un cucchiaio.
Versare l’impasto in pirottini di carta per muffins messi dentro alle teglie per muffins riempiendoli sino a metà quindi mettere una pallina di duplo al centro e coprire quasi interamente con altro impasto. Cuocere fino a quando saranno gonfi e dorati, lasciarli raffreddare poi su una gratella e quando freddi spolverizzarli con zucchero a velo.
                 

Muffins al cacao e nocciole, solo albumi:
Ingredienti per circa 15 muffins: 5 albumi-150 gr di zucchero semolato-60 gr di burro con panna centrifugata Inalpi, ammorbidito a temperatura ambiente-80 gr di farina di riso il Molino Chiavazza-80 gr di fecola di patate San Martino-1 presa di sale-1/2 bustina di cacao zuccherato in polvere-60 gr di nocciole (il peso si intende senza i gusci)-1 bustina di lievito-zucchero a velo q.b.-50 gr di cioccolata fondente-1/2 bicchiere di latte (che in foto non c’è).

Procedimento: Accendere il forno tra i 170° ed i 180° (regolarsi comunque sempre con le caratteristiche del proprio). In una ciotola con le frustine elettriche montare a neve ferma, gli albumi con il sale e riporli in frigorifero. In un mixer tritare grossolanamente le nocciole. Mentre con un coltello ridurre la cioccolata fondente a scagliette o in piccoli pezzetti. In una ciotola sbattere bene con le frustine elettriche, lo zucchero e le uova, spegnere le frustine ed aggiungere il burro e le farine, il cacao, il lievito ed il latte riprendere a sbattere fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere le nocciole tritate e le scaglie di cioccolata con un cucchiaio e mescolare bene l’impasto. 
Riprendere gli albumi dal frigorifero ed aggiungerli al composto con una paletta, incorporarli con movimenti delicati dall’alto verso il basso fino ad ottenere un composto spumoso. Versare il composto in pirottini di carta nelle apposite teglie per muffins, riempiendoli per i 3/4 della capienza. Cuocere per circa 15/20 minuti (controllare comunque sempre prima di sfornarli). Una volta freddi (metterli a raffreddare su una gratella) spolverizzarli con zucchero a velo.

Torta Panna e fragole per il Compleanno mia suocera: Mille e Mille Auguroni! Pan di spagna fatto con la planetaria ^-^

Buondì amiche oggi una bella torta panna e fragole; per la decorazione ci siamo dati il cambio io ed il mio compagno Blade, nonchè figlio di mia futura suocera! E’ bravissimo a decorare 🙂
Quest’anno niente pasta di zucchero come lo scorso anno ma tanta soffice e golosa panna, a mio parere la migliore in assoluto per una decorazione fine ed elegante; la panna è imbattibile!

Ingredienti per il pan di spagna, per una teglia tonda di diametro 26/28 cm: 6 uova-225 gr di zucchero semolato-225 gr di farina-1 pizzico di sale-1 bustina di vanillina in polvere-2 cucchiaini di lievito per dolci-la scorza lavata e grattugiata di un’arancia (io non l’avevo ed ho messo una fialetta aromatica all’arancia a causa della quale il composto ha fatto però fatica a diventare spumoso ecco perchè ho dovuto farlo montare per mezz’ora!)
Procedimento con Planetaria: Nella coppa della planetaria versare lo zucchero con le uova, il pizzico di sale, la vanillina e la scorza grattugiata. Azionare la frusta a velocità 9 (la mia ha 12 velocità in totale) e lasciar montare per 20 minuti o comunque fino a quando non è molto spumoso (come scritto sopra io ho dovuto farlo montare mezz’ora). Spegnere la planetaria ed aggiungere poco per volta tutta la farina setacciata, incorporarla per bene con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento. Aggiungere il lievito sempre mescolando fino al completo assorbimento. Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato ed infornarlo in forno già caldo. (Regolatevi con le caratteristiche del vostro forno, nel mio caso: forno elettrico, seconda griglia partendo dal basso, statico, tutto ventilato a 160° per 40 minuti circa). Una volta cotto il pan di spagna lasciarlo qualche minuto (5-10 min) in forno spento, toglierlo quindi dal forno e farlo raffreddare completamente prima di prelevarlo dallo stampo.

Se invece non avete la planetaria, il link per vedere il procedimento con le frustine elettriche, sempre in questo blog è questo: 

Ingredienti per la crema pasticcera alla vaniglia: 125 gr di zucchero-3 tuorli -60 gr di farina 00 setacciata-500 ml di latte-1 bacca di vaniglia (io ho utilizzato però 1 bustina di vanillina in polvere).
Procedimento: In un pentolino antiaderente versare il latte e la bacca di vanillina, nel mio caso la vanillina in polvere e mescolare. Accendere il gas a fiamma moderata, lasciare scaldare il latte molto bene senza però portarlo al bollore. Nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche le uova con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata. Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte già bello caldo con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata perfettamente. Togliere la bacca di vaniglia e far raffreddare bene a temperatura ambiente o in frigorifero se si ha fretta. 
Se dovessero formarsi grumi durante l’addensamento, versare la crema in una ciotola (togliendo la bacca di vaniglia) e sbatterla con le frustine elettriche fino a toglierli tutti e rimetterla quindi di nuovo nel pentolino con la bacca di vaniglia, sul fornello a gas, completandone l’addensamento. 
Altri ingredienti per la farcitura e la decorazione: Acqua di rubinetto q.b.-liquore Alchermes q.b.-125 ml di panna liquida, già zuccherata,da montare (anche fresca va bene, io invece ho usato quella conservata)-fragole q.b.
Farcitura ed assemblaggio torta: Tagliare con un coltello lungo e seghettato la parte in eccesso del disco che fà da coperchio in modo che la superficie sia liscia e piana. Riempire una sac a poche o la siringa da pasticcere, con la crema.
Tagliare quindi in due parti orizzontalmente il pan di spagna (io ho utilizzato l’archetto), in modo da ottenere 3 dischi. Porre il disco base sul piatto da portata e gli altri due sul tavolo da lavoro.

In una ciotolina mescolare acqua ed Alrchermes (dosi a scelta) e con esso, servendosi di un cucchiaio, bagnare completamente il disco base.
Mettere la crema sul disco base partendo dall’esterno verso l’interno ( o servirsi di una spatola o un cucchiaio).

Distribuirci sopra i pezzetti di fragole e coprire con il secondo disco, bagnare anch’esso con il liquido, distribuire la crema e mettere le fragole. 
Bagnare l’ultimo disco (dalla parte interna) e con esso coprire la torta (rigirandolo di nuovo verso l’alto).


Far combaciare tutti i bordi, ma se non dovessero combaciare (i dischi di pan di spagna infatti tendono ad ammorbidirsi e ad espandersi dopo essere stati bagnati per cui si può tranquillamente tagliare via l’eccesso tutto intorno la torta con u lungo coltello a lama seghettata.
Montare la panna molto soda, con le frustine elettriche (ho utilizzato la planetaria) e ricoprire con essa tutta la superficie delle torta, servendosi di una spatola piatta. Passare quindi alla decorazione con la panna, facendo ciuffetti e proprio piacere e fragole (lavate, asciugate bene e tagliate). Le fragole sono state tutte tagliate dal mio compagno, anche quella centrale e ci siamo alternati a fare i ciuffetti con la panna utilizzando la sac a poche con beccuccio a stella! Tanti Barba-Auguri!

Non poteva mancare ovviamente il Prosecco Valdobbiadene Millesimato DOCG. Grande Spumante Extra dry che nel corso degli anni ha ottenuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti, tra cui il più significativo: la Gran Medaglia d’Oro al Concorso Enologico Internazionale Vinitaly di Verona. Siamo stati omaggiati di una loro bottiglia in una delle nostre precedenti collaborazioni! E allora bollicine ^-^

Palline festose ovvero i tartufini colorati fatti da mia mamma! Ed i ciocco riso fatti da me :)

Tempo fà siamo stati invitati a casa di mia suocera, con anche i miei genitori, per fortuna vanno molto d’accordo!!! Mia mamma ha portato queste delizie cioccolatose e goduriose…ha preso la ricetta da una rivista e così ha provato a farle…che buone!!!!

Palline festose al mascarpone di mia mamma:

Ingredienti per circa 25 palline festose: 100 gr di mascarpone ben ammorbidito-100 gr di zucchero a velo-1 tuorlo-60 gr di cacao in polvere amaro-150 gr di biscotti secchi-palline di zucchero colorate q.b.-50 gr di burro ben ammorbidito.

Procedimento: Sbattere bene con una frustina a mano in una ciotola, il burro assieme al mascarpone. Aggiungere lo zucchero a velo ed il tuorlo. Continuare a lavorare bene il tutto ed unire il cacao. Sbriciolare i biscotti finemente (potete servirvi anche di un mixer) ed unirli all’impasto.
Formare con esso tante piccole palline e rotolarle una ad una sui pallini colorati (messi precedentemente su un piatto) e poggiare ogni pallina dentro un pirottino di carta.
Tenere in frigo le palline per almeno una buona ora. Buon Barba Appetito!
NB: Burro e mascarpone devono essere molto morbidi per essere lavorati al meglio.

Ciocco-riso e tavolette fatte da me:

Ingredienti per circa 20 ciocco-riso+ 2 tavolette ciocco-riso: 1 tavoletta di cioccolato fondente da 500 gr-1 busta di riso soffiato da 400 gr circa-nocciole pelate q.b-mandorle pelate q.b.
Procedimento: Sciogliere la tavoletta di cioccolato a bagnomaria oppure nel microonde in una ciotola adatta. Io utilizzo la Coco choc della Slikomart, utilissimo regalo ricevuto grazie alla nostra collaborazione! Se si scioglie nel microonde occorreranno circa 2 minuti durante i quali bisognerà fermare il microonde diverse volte, mescolare il cioccolato e riprendere a farlo sciogliere.
Una volta sciolto completamente aggiungervi il riso soffiato e mescolare bene. Versare un pò di impasto, con un cucchiaio, dentro pirottini di carta e mettere al centro una nocciola o una mandorla.Se si vogliono fare le tavolette invece basterà ritagliare della carta da forno e versare sopra quantità di impasto a piacimento e dargli una forma rettangolare, quindi avvolgerlo nella carta da forno continuando a modellarlo a rettangolo.
Fare quindi asciugare il tutto a temperatura ambiente ed una volta pronte le tavolette si posso scartare, gettare via la carta da forno ed avvolgere in carta di alluminio quindi in fogli colorati (carta velina) e nastrini. Io ho fatto così perchè le ho poi regalate a mia suocera e ai miei genitori!

Pan brioche golosi ripieni di confettura ed uva sultanina, fatti con la planetaria…che divina bontà!

Buon inizio di settimana a tutto il mondo!
Oggi vi propongo una deliziosa ricetta, presa dal fantastico blog:
http://giornisenzafretta.blogspot.it/ della nostra cara amica Barbara.
Grazie amica bella per aver condiviso con noi questa fantastica ricetta!

Ingredienti: 500 gr di farina 00-5 cucchiai di zucchero-2 uova intere-60 gr di burro-180 ml di latte tiepido-1 cubetto di lievito di birra-1/2 di succo di limone Lemondor Polenghi-Confettura al sambuco Vis-Confettura ai mirtilli Vis-zucchero a velo q.b.-Uva sultanina Tec Al q.b.
Procedimento: Sciogliere il lievito in un bicchiere versandoci sopra un poco di acqua tiepida. Mettere a scaldare sul fornello a gas un pentolino di abbondante acqua e quando raggiungerà il bollere, tuffarci dentro l’uva sultanina, io ne ho messa all’incirca 5 cucchiai, quindi spegnere il gas e lasciarla in ammollo per una decina di minuti. Nella planetaria intanto versare il latte precedentemente stiepidito (al microonde o in una pentolino sul fornello a gas) ed il burro sciolto (al microonde o nel forno acceso) ed azionarla (con l’accessorio a forma di foglia, quello ovvero per impasti di media durezza) a velocità media per 2/3 minuti. Spegnerla ed aggiungere, lo zucchero, le uova, il lievito, il succo di limoni e la farina setacciandola. 
Azionare di nuovo la planetaria e farla lavorare fino a quando l’impasto sarà omogeneo e compatto. Prelevare l’impasto dalla planetaria, modellarlo a panetto e metterlo in una ciotola coperta con un telo al riparo da luce (io ho messo la ciotola nel microonde spento). Lasciar lievitare per almeno un’ora piena. Nel frattempo scolare l’uvetta ed asciugarla su un canovaccio. 
Passata l’ora riprendere l’impasto che avrà raggiunto il bordo della ciotola e passarlo sul proprio tavolo da lavoro leggermente infarinato. Stendere con le mani l’impasto e mescolare al suo interno tutta l’uvetta, lavoralo un paio di minuti per distribuire bene l’uvetta e ridargli la forma di panetto. Prelevare dosi di impasto e dargli la forma di una pallina (la quantità è a proprio piacimento, più grandi saranno e meno ne verranno). 
Fare con le mani un’incavo al centro di ogni pallina e distribuire generosamente la confettura (io ho alternato le confetture), quindi richiudere sigillando per bene i bordi, sempre mantenendo la forma sferica. Farne tante sino alla fine dell’impasto e sistemarle su carta da forno all’interno di teglie per forno. 
Distanziare le palline in modo che non si tocchino le une con le altre. Nel mio caso ho diviso l’impasto per formare due dolci. Far lievitare ancora una’altra mezz’ora buona fino a quando le palline si saranno attaccate fra loro lievitando ulteriormente. Prima della fine della mezz’ora accendere il forno, secondo le modalità del proprio. Nel mio caso, elettrico statico, tutto ventilato a 180° per circa 30 minuti.
Buon Barba Appetito!

Lazzaris: vivaci colori, gusto, aroma e qualità, il tutto racchiuso in fantastici prodotti! La Nostra nuova ottima collaborazione!

Buongiorno mondo blogger e non! Oggi iniziamo ottimamente la giornata parlandovi della nostra nuova gradita collaborazione: Lazzaris.
Prima di richiederne la collaborazione, incuriositi dopo averne sentito parlare sul web, abbiamo fatto un salto nel loro sito ufficiale: http://www.lazzaris.com/ ed abbiamo appreso che l’avventura di questa azienda ebbe inizio agli albori del ‘900 quando mescolando zucchero con mele cotogne, frutta candita e olio di senape, Luigi Lazzaris audace pasticcere di Conegliano Veneto, sperimentò una salsa dal notevole odore e sapore profumato che entusiasmò subito i suoi clienti. Cosi’ qualche decennio più tardi venne inaugurata la prima piccola fabbrica per la produzione di mostarda veneta e cotognata.
In seguito poi ci furono cambiamenti di sedi e di marchio con successiva sperimentazione di nuove tecniche e prodotti.
Eccoci arrivati al giorno d’oggi in cui possiamo gustare davvero una vasta scelta di golosità e a tal proposito vi mostriamo quelle di cui ci hanno omaggiati!
Grazie di cuore!

Siamo rimasti piacevolmente colpiti soprattutto dalla “Confettura di Pere bio” in quanto come potete vedere nella seconda foto sottostante, è stata applicata su essa l’etichetta in Braille e quindi davvero una grande utilità per i non vedenti. E’ stata in assoluto la prima volta in cui abbiamo trovato un prodotto che oltre ad essere buono e goloso, abbia adottato anche questo tipo di etichetta, il che è a nostro parere degno di lode.

L’azienda produce tanti prodotti come confetture, marmellate, mostarde, gelatine di birra, prodotti per il gelato….visitate il lor sito e non ve ne pentirete, è un’esplosione di colore e gusto!
Ed ora iniziamo a cucinare!