Torta di mele con confettura di albicocche direttamente dal ricettario di mia mamma! Ombretta questo è il nostro "dolce pensiero" tutto dedicato a te ^.^

Buondì bellezze mie! Oggi voglio dedicare questo dolce alla nostra amica Ombretta, seguiamo da poco il suo blog, ma è una ragazza estremamente affabile che ci sembra di conoscerla da sempre.
Ha indetto un contest molto carino che si chiama “Dolci pensieri”, il primo emozionante contest per il suo blog: http://incucinaconombretta.blogspot.it/.

Non partecipiamo molto spesso ai contest, devo dire la verità, ma da questo mi sono sentita ispirata per la modalità originale della sua unica richiesta per potervi partecipare che vado qui brevemente a spiegare. L’unica regola, se così si può chiamare, è creare il dolce venutoci in mente al momento della lettura del post relativo al contest, il dolce che appena lette le sue parole sia stato di ispirazione e quindi un dolce adatto proprio e solo a lei che in qualche modo, a parere proprio, la rappresentasse.
E per noi cara Ombretta, poichè riteniamo tu sia una persona molto alla mano, una di quelle persone con cui non ci si sente mai a disagio, una persona di casa insomma, quale miglior dolce può rappresentare questo sentimento? Una confortevole torta di mele che mai passa di moda, mai banale seppur nella sua semplicità, piace a tutti ed è uno di quei dolci che sanno di casa, di tradizione, di calore.
Questa torta è tutta per te!

Torta di mele e confettura di albicocche!

Ingredienti per una tortiera da 24/26 cm: 3 uova intere a temperatura ambiente ( ma tuorli ed albumi seperati)-300 gr di farina 00 setacciata-150 gr di zucchero semolato-1 bicchiere di latte intero a temperatura ambiente-100 gr di burro ammorbidito (ovvero tirato fuori dal frigorifero un’oretta prima della preparazione)-mezzo bicchiere di olio di semi di mais-1 bustina di lievito in polvere per dolci-1 pizzico di sale-3 mele gialle-4 cucchiai di zucchero di canna-2 cucchiai di cannella in polvere-confettura di albicocche q.b. ( noi ne abbiamo messi circa 5 cucchiai abbondanti)-1 bicchiere di succo di limoni Lemondor Polenghi ( o il succo di un limone spremuto)- 20/30 gr di nocciole (il peso si intende già da sgusciate).

Procedimento: Accendere subito il forno ( nel nostro caso elettrico, regolato sulla funzione statico, torta sulla terza griglia partendo dal basso, 180° per 50 minuti (ma ovviamente regolatevi sempre con le caratteristiche del vostro forno). Imburrare ed infarinare uno stampo tondo. Sbucciare le mele, tagliarle a fettine di medio spessore e metterle in una ciotolina irrorandole con il succo di limone. Separare i tuorli dagli albumi e mettereli in due ciotole diverse. Montare con le frustine elettriche gli albumi ed il pizzico di sale a neve fermissima e riporre la ciotola momentaneamente in frigorifero. Mettere le nocciole a tostare in forno per qualche minuto, riprenderle e tritarle riducendole in granella, in un mixer. Pulire le frustine ed utilizzarle per sbattere lo zucchero ed i tuorli per un paio di minuti a velocità media. Aggiungere quindi il burro a pezzetti volta per volta sempre sbattendo, il latte e tutta la farina setacciandola. Montare per ulteriori 2/3 minuti fino ad ottenere un composto mediamente denso e senza grumi. A tale impasto aggiungere dapprima la granella di nocciole girando con un cucchiaio per distribuirla bene e poi gli albumi ripresi dal frigorifero con una paletta a mano con movimenti molto delicati per evitare di smontarli.

Versare quindi metà impasto nello stampo e spalmarci sopra un generoso strato di confettura quindi ricoprire con l’altra metà di impasto. Disporre le fettine di mele come se volessimo formare i petali di una rosa partendo dall’esterno sino ad arrivare al centro, spolverizzare con la cannella e lo zucchero di canna.
Infornare. Passato il tempo di cottura tirare fuori dal forno la torta, porla a raffreddare su una gratella in modo che sotto lo stampo circoli l’aria e prelevarla dallo stampo solo dopo essersi freddata completamente. Servire su un bel piatto da portata e Buon Appetito!

Annunci

Oggi si mangia la pasta, sì ma senza glutine: Penne con besciamella e mortadella e Cicatelli con gamberetti e zucchine!

Buondì! Tempo addietro abbiamo ricevuto l’otima collaborazione con Farabella, fantastica azienda produttrice di prodotti rigorosamente Gluten Free.
Fra i molti tipi di pasta di cui ci hanno omaggiati, ci sono anche i Cicatelli e le Penne che oggi vi proponiamo in due ricette diverse, entrambe ottime.

Penne con besciamella fatta in casa senza glutine e mortadella:

Servizio piatti-tovaglietta e bicchiere Villa D’Este.

Ingredienti per 2 persone:  Penne senza glutine Farebellabesciamella fatta in casa q.b.-2 fettine di mortadella.

Ingredienti e preparazione dellea besciamella (ricetta presa dal web): 50 gr di burro-50 gr di farina senza glutine Farabella setacciata-500 ml di latte a temperatura ambiente-noce moscata, sale e pepe q.b.
Procedimento: In un tegame versare tutto il burro, accendere la fiamma e farlo sciogliere lentamente. Quando sarà del tutto sciolto aggiungere la farina setacciata mescolando a mano per bene con una frustina e dosandola poco per volta, non dovranno esserci grumi. Versare continuando sempre a mescolare, tutto il latte poco per volta e far cuocere almeno una quindicina di minuti, avendo cura di mescolare diverse volte. Verso fine cottura ovvero raggiunta la consistenza che si desidera, più o meno liquida, aggiungere il sale, la noce moscata (io ho usato quella pronta in polvere) ed il pepe, a gusto personale, terminare la cottura e spegnere il fornello. Tagliare la mortadella in piccoli pezzettini ed aggiungerli alla besciamella mescolando il tutto.
Cuocere le penne in abbondante acqua salata dividendo la cottura in 4 minuti di ebollizione e 5 minuti di riposo nell’acqua di cottura a fuoco spento con coperchio chiuso. Scolarle e passarle un minuto in una padella con dentro la besciamella scaldando il tutto ed amalgamando. Impiattare e buon appetito!

Cicatelli con zucchine, pachino e gamberetti:

Servizio piatti-posate-tovaglietta-
tovagliolo-bicchiere Villa D’Este.

Ingredienti per 2 persone: 170 gr di Cicatelli senza glutine Farabella-1 zucchina media-una decina di pachino-prezzemolo e basilico tritati q.b.-3 cucchiai di Olio evo Dante ConDisano-una ciotolina di gamberetti piccoli sgusciati (io ho usato quelli congelati)-sale fino e peperoncino in polvere q.b.

Procedimento: Accendere la pentola con l’acqua per la pasta e salarla poco prima dell’ebollizione. Nel frattempo lavare i pachino e la zucchina, tagliare in quattro spicchi i pomodorini e a mezze rondelle le zucchine. Versare in una padella larga e capiente olio evo con lo spicchio di aglio pulito dalle pellicine e farlo rosolare. Quando avrà assunto un bel colorito toglierlo e versarvi i pomodori e le zucchine, salando ed aggiungendo peperoncino, prezzemolo e basilico. Lasciar cuocere e nel frattempo in un pentolino far bollire un pò d’acqua in cui andranno tufffati i gamberetti e sbollentati per 2/3 minuti, quindi scolarli. 
A fine cottura delle zucchine e pomodori aggiungere i gamberetti e mescolare bene. La cottura dei Cicatelli andrà divisa in 6 minuti di ebollizione e 6 minuti di riposo nell’acqua di cottura a fuoco spento con coperchio chiuso. Quindi scolarli e passarli un’ulteriore mezzo minuto nella padella con il condimento, impiattare e servire subito. Buon appetito!

NB: Come per le precedenti ricette, che trovate nelle etichette con il nome di ” Gluten Free“, vi ricordo che la pasta senza glutine ha bisogno di un piccolo ma essenziale accorgimento. La cottura infatti si divide in due fasi ovvero tempo di ebollizione e tempo di riposo, in quanto essendo senza glutine è soggetta allo sfaldamento. Durante il tempo di riposo la pasta và tenuta nell’acqua di cottura a coperchio chiuso e fornello spento, rispettando i tempi indicati sulla confezione. Basta pertanto seguire questo piccolo accorgimento.


Crostata a cuore con Confettura extra di Lamponi Vis Jam: la qualità e la bontà arrivano direttamente dalla Valtellina!

Buon lunedì a tutte le splendide persone che popolano il web e che visitano costantemente il nostro blog!
Oggi per cominciare al meglio la settimana vi voglio parlare di una favolosa azienda con cui abbiamo collaborato già in precedenza e da cui, con nostra graditissima sorpresa, abbiamo ricevuto l’offerta di proseguire!
L’azienda in questione è Vis Jam nel cui sito: http://www.visjam.com/ potete trovare una varietà di Confetture, Mostarde, Frutta sciroppata, Salse dolci piccanti e molto altro ancora, adatto a tutte le esigenze. Sia per ricette salate che per quelle dolci c’è davvero un’ampia scelta da leccarsi i baffi!

Quindi come potete ben immaginare abbiamo risposto positivamente a tale invito, cordiale e generoso, abbiamo infatti gradito davvero tanto l’aver utilizzato le loro ottime e sane bontà in molte delle nostre precedenti ricette. Poter nuovamente riutilizzarli in nuove golose ricette, non può che farci immensamente contenti e lusingati e soprattutto avere la possibilità di provarne delle nuove, come quelle di cui ci hanno omaggiati, ci rende immensamente felici.
Il post della scorsa volta, per chi lo avesse perso è visionabile cliccando sul link sottostante:
http://barbapasticcetti.blogspot.it/2012/09/la-nostra-settima-fantastica.html

In questo nuovo post invece voglio mostrarvi le squisitezze che ci hanno donato e che non vedo l’ora di utilizzare, anzi una delle confetture l’ho già utilizzata e troverete di seguito la ricetta, non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione di provarne almeno una!!!!

Confettura di Sambuco e Confettura di Fragole.
Crema di Nocciole e Confettura di Lamponi.
Pesteda e Salsa dolce piccante alle Clementine.
Abbiamo ricevuto queste divine bontà:
  • Confettura extra di Sambuco
  • Confettura extra di Fragole
  • Crema di Nocciole
  • Confettura extra di Lamponi
  • Pesteda ovvero un antico insaporitore a base di spezie ed erbe aromatiche da utilizzare: sui pizzoccheri, sulle carni o su moltissimi altri piatti. 
  • Salsa dolce piccante alle clementine
Ringrazio davvero di cuore l’azienda per averci confermato la collaborazione e per aver riposto fiducia nuovamente al nostro blog e alle creazioni culinarie, questo ci spinge a fare sempre di più del nostro meglio! 
Ed ora ricettina!
CROSTATA A CUORE CON CONFETTURA EXTRA DI LAMPONI:


   Crostata a cuore con Confettura extra di Lamponi!

Ingredienti per la pasta frolla: 2 uova intere-1 tuorlo-150 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente-125 gr di zucchero semolato-250 gr di farina 00-1 pizzico di sale-3 cucchiaini di Aroma Biscotto Flavourart-Confettura extra di Lamponi Vis Jam q.b.

Procedimento: In una ciotola o direttamente sul piano da lavoro, porre a fontana la farina e lo zucchero amalgamandoli ed al centro mettere tutti gli altri ingredienti, uno per volta impastandoli bene con le mani e lavorandoli fino a formare un panetto compatto ed omogeneo.

Lasciarlo riposare in frigorifero avvolto da pellicola trasparente per alimenti una quindicina di minuti.
Intanto accendere il forno tra i 170°-180° (nel nostro caso elettrico tutto ventilato sulla seconda griglia partendo dal basso).
Imburrarare ed infarinare uno stampo e rivestirlo con la pasta frolla bucherellandola qua e là per non farla crescere troppo in cottura. Spalmare generosamente la confettura  di lamponi e disporre tutto intorno al bordo i cuoricini e metterne altri sulla superficie tra cui anche quello più grande al centro (su cui poi ne ho poggiato un’altro più piccolo). Mettere il tuorlo in un bicchierino di plastica e girarlo bene. Spennellare con esso ( io uso un pennello in silicone) tutta la pasta frolla del cuore (compresi i cuoricini) ed infornare lasciando cuocere per circa 25-30 minuti. Una volta cotta la crostata prelevarla dal forno e farla raffreddare prima di prelevarla dallo stampo. Servire su un piatto da portata! Buon Barba Appetito!

Lo stampo utilizzato è quello che vedete in fotografia.

Torta Panna-fruttosa con ripieno di crema agli agrumi e macedonia! Buon Compleanno al mio amore Blade ^.^

Buondì a tutti! Oggi dopo il post in cui è apparsa la nostra Planetaria, non potevo non pubblicare quello riguardante la torta di Compleanno del mio amato Blade, del resto il pan di spagna lo abbiamo montato proprio con quella, per cui Tanti Cari Auguri ed un 10 e lode alla Planetaria!

Auguroni!

Ingredienti per un Pan di spagna grande (da tortiera di 26 cm di diametro): 6 uova-225 gr di zucchero-225 gr di farina 00-1 pizzico di sale fino-1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci-scorza grattugiata di 1 limone.

Procedimento con le frustine: In una ciotola sbattere per 15-20 minuti lo zucchero con le uova, la scorza grattugiata ed 1 pizzico di sale. Alla fine del tempo il composto dovrà risultare molto spumoso. Aggiungere il lievito e poco per volta tutta la farina setacciata incorporandola per bene con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento. 

Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato ed infornarlo in forno già caldo, nel nostro caso in due stampi a forma di cuore di diverse dimensioni (Regolatevi con le caratteristiche del vostro forno, nel mio caso: forno elettrico, seconda griglia partendo dal basso, tutto ventilato a 160° per 45 minuti circa). Una volta cotto il pan di spagna lasciarlo qualche minuto (5-10 min) in forno ancora caldo ma spento, poi toglierlo dal forno e farlo raffreddare completamente prima di prelevarlo dallo stampo.
Procedimento con la Planetaria come nel nostro caso: Uguale al precedente utilizzando la frusta grande a velocità 5, solo che nel frattempo che il pan di spagna si montava, ho fatto altre cose in cucina! 
Ingredienti per la crema pasticcera agli agrumi: 125 gr di zucchero semolato-3 tuorli-60 gr di farina 00 setacciata- 500 ml di latte-1 bicchierino colmo di succo di limoni Lemondor (o succo di 1 limone)-la scorza di 2 arance-2 cucchiai di estratto per liquori al mandarino
( o 1 fialetta aromatica per dolci, al mandarino).
Procedimento: In un pentolino antiaderente versare il latte ed accendere il gas a fiamma moderata, aggiungervi le scorze delle arance (tagliarle senza portare via la parte bianca dell’arancia), il succo di limone e l’estratto al mandarino. Far diventare bollente il latte e nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche le uova con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata. Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare bene girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata per bene. Una volta che la crema sarà tiepida ricordarsi di togliere tutte le scorze. Se dovessero formarsi grumi durante l’addensamento della crema si possono tranquillamente utilizzare le frustine elettriche al posto del mestolo per girarla e quindi per eliminare ogni grumo. (Mettere però la crema in una ciotola di plastica altrimenti con le frustine si riga tutto il pentolino!)
Ingredienti utili per la farcia, la decorazione e la bagna: 1 barattolo di pesche sciroppate-2 kiwi-250 gr di fragole-Liquore Alchermes q.b.-500 ml di panna da montare (fresca o quella in polvere in cui và aggiunto il latte)-1 barattolo di macedonia mista in pezzetti ( o frutta fresca mista tagliata a pezzettini).
Procedimento bagna, farcia e decorazione: Mettere i 2 pan di spagna a forma di cuore su un piatto da portata e sovrapporli leggermente da un lato, tagliare da uno dei due la parte che combacia in modo da poterli unire, quindi tagliarli orizzontalmente a metà. In una ciotolina unire e girare bene l’Alchermes ( io ne ho messi 5 cucchiai abbondanti) con il succo contenuto nel barattolo della macedonia ( o quello delle albicocche sciroppate o se utilizzate la frutta fresca anzichè in barattolo potete mettere del succo di frutto o altro liquido a vostra scelta!). Bagnare con questo liquido tutte e 4 le metà ma maggiormente le 2 che fanno da base alla torta. 
Spalmare uno strato generoso di crema su entrambe le basi, disporre distribuendola bene sopra tutta la macedonia e ricoprire con le due metà che fanno da coperchio. 
Montare a neve fermissima la panna (noi l’abbiamo montata con la nuova planetaria!) e ricoprire l’intera torta livellandola per eliminarne gli eccessi. 
Decorare con kiwi, fragole ed albicocche sciroppate e ciuffetti di panna ottenuti con la siringa da pasticcere e beccuccio stella medio. 
Conservarla in frigorifero e tirarla fuori una quindicina di minuti prima di servirla. buon Barba Appetito!

Tanti Barba Auguri!

Il Barba-trucco: In commercio vendono un prodotto chiamato Pannafix ovvero una polvere che aggiunta alla panna (mentre si monta con le frustine) ne permette un miglior fissaggio e quindi migliora le decorazioni quali ciuffetti e simili che rimangono in forma più a lungo e rende la panna più soda!

Buon Compleanno! 

Gli stampi utilizzati sono stati questi in foto:


E finalmente… La Planetaria: il regalo che ho ricevuto dal mio Blade! Un grazie infinite ad un’amico speciale: Babbà… E nuovo premio virtuale, grazie Eli ^.^

Ebbene oggi questo post è dedicato ad un nuovo fantastico, ultra, mega, ottimo alleato in cucina ovvero: la Planetaria (scritto con la P maiuscola!!!). Ve la mostro in tutto il suo splendore, marca tedesca, perchè abbiamo poca fiducia in quelle italiane, 3 accessori in dotazione per sbattere, montare ed impastare ovvero la foglia, la frusta ed il gancio, da 1 a 12 velocità, il paraschizzi in plastica trasparente, i piedini di gomma per evitare che si muova e cammini durante i movimenti ed una coppa super capiente con manico! Che volere di più?! Grazie amore per avermela regalata ^.^

Però un doveroso, sincero e grande ringraziamento và al nostro caro amico simpaticissimo blogger Lucio del blog: http://babbdolcbabb.blogspot.it/
Da mesi e mesi infatti super Lucio ha attuato una serrata e stretta opera di convincimento nei confronti di Blade…Sul suo e sul nostro blog negli ultimi post c’era sempre un suo riferimento/suggerimento/consiglio più o meno velato per convincere il mio Blade all’acquisto di una planetaria che mi permettesse di ottimizzare i tempi e di creare meglio in cucina! Babbà alla fine ci sei riuscito ed eccola qui, la tua perseveranza nel marcare stretto Blade ha infine portato grandi successi e l’abbiamo già usata diverse volte, che felicità!
Io non sono una di quelle persone che si circondano di elettrodomestici perchè non hanno la voglia di fare nulla a mano, anzi i lavori manuali mi sono sempre piaciuti e apprezzo chi li svolge, qualsiasi cosa faccia o crei, però negli ultimi tempi mi sono ritrovata molte torte, dolcetti e salati da preparare tutti insieme e mi sono resa conto di avere solo 2 mani… se sommiamo quelle di Blade sono 4 e per fortuna è un’uomo che adora anche lui, come me pasticciare in cucina! Però avere la possibilità mentre un’impasto gira da solo (ad esempio il pan di spagna che và montato per un minimo di 15/20 minuti) di fare altre cose nel frattempo, fà risparmiare davvero tempo e fatica.
Per inaugurare la Planetaria abbiamo fatto quindi subito un bel pan di spagna per la torta di Compleanno di Blade che presto posteremo e poi il pan brioche ( panettone gastronomico), la pizza, il plumcake salato e persino montato la panna…non ci siamo fatti mancare nulla come prima volta.
La cosa buffa è che io non essendo abituata ad utilizzare la Planetaria, durante la preparazione degli impasti andavo cercando nella cucina le frustine elettriche… Con grandi risate di Blade! Devo ancora abituarmi, però una cosa per finire questo post la voglio dire, frustine, mixer, impastatori, planetarie sono davvero un portento ma…….
La soddisfazione e la goduria che si provano ad impastare a mano non ha prezzo!

Voglio inoltre ringraziare la nostra amica Eli del fantastico blog: http://lejoliecoin.blogspot.it/
per averci assegnato questo nuovo premio virtuale!
Eli sei stata davvero così dolce a pensare a noi e ti ringraziamo di tutto cuore, questi premi seppur virtuali ci fanno tanto piacere e sappi che la stima che provi nei nostri confronti è ampiamente corrisposta da noi, nei tuoi! Presto se ancora non la conoscete, correte da Eli, le ed il suo blog vi aspettano! E’ un mondo colorato in cui lei spesso pubblica le foto dei suoi amici pelosetti, uno splendore! Grazie amica cara 🙂

Rispondo quindi alle domande del premio:

  1.  Arredamento classico, moderno o rustico?  Di sicuro rustico, lo adoro!
  2. Qual’è la cosa che vi piace più fare da sempre? Pasticciare in cucina ed il giardinaggio!
  3. Amore o innamoramento? Amore al 100% !
  4. Nel campo artistico cosa vi piacerebbe saper fare? Dipingere, magari ne fossi capace!
  5. Carne o pesce? Entrambi ma la carne bianca ed il pesce senza le spine!!!
  6. Qual’è lo sport che avendo potuto avreste intrapreso come carriera sportiva? Ginnastica artistica, pallavolo e pattinaggio sul ghiaccio.
  7. Salita o gradini? Gradini…ma solo pochi!
  8. Cosa scegliete come relax quando siete stanche di tutto? Una buona tisana, una bella doccia, un abbraccio forte al mio peluchone Barbapapà ed una sana dormita!
  9. Fiume o lago? Mare!!!!
  10. Il vostro ricordo più bello? I miei ricordi più belli sono tutti legati all’infanzia passata con i miei genitori ed al giorno in cui ho conosciuto il mio attuale compagno ^-^

Torte di rose di pasta sfoglia fatte dal mio amato! Oggi c’è il mio Blade all’opera ^.^

Amiche ed amici belli oggi ricetta salata e davvero bella e buona! Il mio super Blade ha preparato giorni fà delle ottime torte di rose che, in occasione del suo Compleanno, ci siamo spazzolate ben bene, sono state infatti molto apprezzate anche da amici e parenti ^.^

Torta di rose con prosciutto cotto e mozzarella!

Ingredienti per la Torta di rose con prosciutto cotto e mozzarella: 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare tirata fuori dal frigorifero una mezz’oretta prima-2 etti di prosciutto cotto fresco tagliato a fette-2 mozzarelle medie sgocciolate bene e tagliate a fettine.
Procedimento: Accendere il forno regolandosi con il proprio (nel nostro caso a 170° tutto ventilato sulla seconda griglia partendo dal basso). Stendere sul piano da lavoro la pasta sfoglia e adagiarvi sopra ricoprendola tutta, le fettine di prosciutto cotto su cui andranno messe le fettine di mozzarella. Avvolgere su se stessa la pasta sfoglia e formare un bel rotolo che andrà tagliato a fette di spessore di 6/7 cm circa ( lui con questa misura ha ottenuto 10 rose). Adagiarle su una teglia tonda rivestita di carta da forno mettendole leggermente vicine ma non attaccate ( in cottura si espanderanno e si attaccheranno comunque), infornarle per circa una buona mezz’ora. Servirle calde!

Torta di rose con passata di pomodoro e mozzarella!

Ingredienti per la Torta di rose al pomodoro e mozzarella: 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare tirata fuori dal frigorifero una mezz’oretta prima-2 mozzarelle medie sgocciolate bene e tagliate a cubetti-1 barattolo di passata di pomodoro-sale q.b.-origano q.b.

Procedimento: Accendere il forno regolandosi con il proprio (nel nostro caso a 170° tutto ventilato sulla seconda griglia partendo dal basso). Stendere sul piano da lavoro la pasta sfoglia e spalmarla di passata ricoprendola tutta (non farla fuoriuscire però dai bordi) quindi salare a piacimento ed adagiarvi sopra i cubetti di mozzarella ed aggiungere l’origano. Avvolgere su se stessa la pasta sfoglia e formare un bel rotolo che andrà tagliato a fette di  spessore 6/7 cm ( in questo caso però lui le ha fatte molto più spesse e sono venute 6 rose). Adagiarle su una teglia tonda rivestita di carta da forno mettendole leggermente vicine ma non attaccate ( in cottura si espanderanno e si attaccheranno comunque), infornarle per circa una buona mezz’ora. Servirle calde!

Le nostre prime golose meringhe fatte per il mio papà di cui ne è molto ghiotto !

Buon lunedì bellezze mie! Oggi sono proprio contenta di postare questa ricetta in quanto finalmente siamo riusciti a fare le meringhe…Non che ci avessi provato chissà quante volte anzi devo dire un’unica volta tanti anni fà con mia mamma, il risultato? Le chiamammo “Piattelle”…inutile spiegarvi il perchè! Stavolta quindi posso dire buona la seconda, complice la ricetta di Giallo zafferano da cui ho preso spunto: http://ricette.giallozafferano.it/Meringa-impasto-base.html nonchè il nostro mitico nuovo Barba forno. Ci tenevo tanto perchè mio papà ne è goloso e quindi le abbiamo fatte appositamente per lui!

Ingredienti: 3 albumi a temperatura ambiente (non freddi) -1 bicchierino colmo di succo di limoni Lemondor-200 gr di zucchero a velo vanigliato-1 pizzico di sale fino. PS: nella ricetta originale vanno 100 gr di albumi, 1 bustina di vanillina e qualche goccia di succo di limone facoltativa, noi invece abbiamo utilizzato lo zucchero a velo vanigliato e non la vanillina ed aggiunto più succo di limoni che oltre a ridurre il sapore di uovo, le rende anche lucide.  Procedimento: Accendere il proprio forno a temperatura non superiore ai 100°; noi abbiamo il forno elettrico e l’abbiamo impostato a 80° con funzione tutto ventilato. In una ciotola con bordi alti porre gli albumi (separati accuratamente dai tuorli di cui non ve ne dovrà essere la minima traccia) con il sale ed il succo di limone, aggiungervi metà dello zucchero a velo. 
Montare con le frustine elettriche (le nostre arrivano sino a velocità 5 ed io le ho posizionate su velocità 3) fino ad ottenere un composto spumoso ma ben sodo, quindi aggiungere a mano l’altra metà di zucchero a velo unendolo un cucchiaio per volta mescolando con una paletta con movimenti leggeri dal basso verso l’alto fino al completo assorbimento. Mettere il tutto  una sac a poche o in una siringa per pasticcere (noi abbiamo usato la siringa) con beccuccio medio a stella il composto e formare le meringhe direttamente su una placca da forno rivestita con carta da forno o con tappetini in silicone. Distanziarle poco le une dalle altre, tanto in cottura non si espandono (se il composto è venuto davvero ben sodo). Infornarle per diverse ore, più bassa è la temperatura più lunga sarà la cottura, non devono infatti scurirsi ma solo asciugarsi sia esternamente che internamente. Nel nostro caso ci sono volute circa 3 ore.
Pronte!
Buon Barba Appetito!